BasketCaffe.com









  • Career high Anthony Davis - © twitter.com/nba.com/stats

    Notte NBA – 22/11/14: Davis dice 43, Cavs in piena crisi

    23/11/2014 | Commenta
     

    Curiosità

    Partita irreale di Anthony Davis che nella vittoria dei Pelicans in casa dei Jazz centra il massimo in carriera con 43 punti (16 su 23 al tiro), cui aggiunge 14 rimbalzi e 2 recuperi. E’ la seconda gara da 40+10 per AD (il precedente career high erano i 40 contro i Celtics del marzo scorso), la terza migliore di sempre nella storia della franchigia.


    Quarta sconfitta in fila dei Cleveland Cavaliers, battuti in casa dai Raptors (+17 di Toronto alla fine dopo il +13 dei Cavs a fine primo quarto). Per LeBron James è la peggior partenza nelle prime 12 gare dopo la sua stagione da rookie: 5-7 ora, 4-8 nel 2003-04. Per i Raptors da segnalare il career high di Lou Williams, 36 punti in meno di 30 minuti con 15 su 15 ai liberi.

    » LEGGI TUTTO


  • Kentucky-Philadelphia 76ers - Foto bleacherreport.com

    Kentucky è forte, ma non può battere i 76ers

    22/11/2014 | Commenta
     

    In questi giorni tiene banco un dibattito nella pallacanestro americana: i Kentucky Wildcats, la numero 1 del ranking NCAA, possono battere i Philadelphia 76ers, la peggiore squadra NBA e ancora senza vittorie in questa prima parte di regular season? Secondo Eric Bledsoe dei Phoenix Suns, ex guardia di UK, la squadra di Calipari vincerebbe una serie e lascerebbe a Phila al massimo una gara. Dichiarazioni forti che anche in giro negli Usa trova pareri molto favorevoli (54% a 46). La realtà però è che, con tutta l’ammirazione che si può avere per Kentucky, attualmente imbattuta, con 10 giocatori 10 fortissimi destinati al piano di sopra per talento tecnico, fisico e atletico, sembra impensabile che dei professionisti possano perdere contro dei ragazzi di 18-19 anni.

    » LEGGI TUTTO



  • Notte NBA – 21/11/14: Cavs ancora sconfitti, Lakers nel baratro

    22/11/2014 | 6 commenti
     

    Curiosità

    LeBron James e Paul Pierce si presentavano alla sfida della notte tra Cavs e Wizards con un bilancio di 32 vittorie a testa negli scontri diretti. The Truth, però, è riuscito a fermare egregiamente il Prescelto, facendolo tirare 1/8 quando era lui a difenderlo (7/13 il restante score). Il nativo di Akron ha tirato già quattro volte sotto il 40% in questa regular season: era successo cinque volte in tutta la scorsa annata. La vittoria di Washington fa crollare Cleveland sotto il 50% di vittorie (5-6). E’ la prima volta dal 2007/08 che una squadra di James finisce sotto quota .500 oltre i primi dieci match della stagione.


    I Mavericks schiacciano i Lakers sotto una pioggia di 140 punti, record stagionale per la NBA. I Lakers hanno già perso quattro partite subendo 140 punti in questo 2014, mentre era successo soltanto due volte nei precedenti 25 anni. Salgono a 17 le sconfitte da almeno 20 punti delle ultime due stagioni, mentre erano state 15 nei sette precedenti. Il colpevole della sconfitta contro Dallas è, soprattutto, Kobe Bryant, che ha tirato con il 27% dal campo, mentre i compagni, complessivamente, hanno fatto segnare un ottimo 60.3%.

    » LEGGI TUTTO


  • Olimpia Milano-Fenerbahce - Foto Simone Lucarelli

    Milano ha un cuore enorme ma servono rinforzi

    21/11/2014 | Commenta
     

    L’EA7 Emporio Armani incassa un’altra sconfitta, la quarta in sei gare di Eurolega, e perde ancora in volata contro il Fenerbahce, come nel debutto ad Istanbul. La squadra di coach Banchi resta ampiamente in corsa per la qualificazione visti gli stop anche di Turow e Bayern Monaco che rimangono dietro (1-5 il loro record) ma la sensazione è che a questa Olimpia serve un aiuto dal mercato perchè le rotazioni, almeno per l’Europa, sono troppo corte. Per il resto sono arrivati segnali importanti, soprattutto da Marshon Brooks, e in generale si è vista una squadra viva, con grande cuore e che lotta fino alla fine. Noi di Basketcaffe.com eravamo al PalaDesio, ecco qualche spunto interessante sulla partita.

    Guarda le immagini più belle della sfida tra Olimpia Milano e Fenerbahce – Foto by Simone Lucarelli

    » LEGGI TUTTO



  • Notte NBA – 20/11/14: doppio sorriso in California

    21/11/2014 | 16 commenti
     

    Curiosità

    I Chicago Bulls perdono la loro imbattibilità stagionale in trasferta contro i Kings. Chicago era l’unica squadra che ancora non aveva subito sconfitte lontano dal proprio campo di gioco.


    Chris Paul nella vittoria dei Clippers su Miami firma la sua prima partita stagionale da almeno 25 punti e 10 assist.


    Dopo il primo quarto gli Heat si sono trovati sotto con i Clippers addirittura di 24 punti: si tratta del più largo margine (negativo) di punteggio nella storia della franchigia per una partita interna.

    » LEGGI TUTTO



  • Due giovani promesse all’esame di maturità

    20/11/2014 | Commenta
     

    La Western Conference è da molto tempo terreno di scontro di tante agguerrite franchigie che cercano di mantenere un record vittorie-sconfitte positivo al fine di ottenere uno degli otto preziosissimi pass per l’accesso alla post-season. In questa conference ricca di insidie crescono due giovani prodotti dell’NBA moderna: Anthony Davis, ala dei New Orleans Pelicans e DeMarcus Cousins, centro dei Sacramento Kings.
    Entrambe le loro squadre di appartenenza hanno iniziato la nuova stagione con record positivo ed entrambi recitano un ruolo da protagonista nelle rispettive lineup, i Kings californiani esibiscono un record di 6 vittorie a fronte di 4 sconfitte, mentre sono solo 3 le sconfitte dei Pelicans su otto match disputati.

    » LEGGI TUTTO



  • Notte NBA – 19/11/14: vincono i giovani e rampanti Bucks, Spurs di misura sui Cavs

    20/11/2014 | 20 commenti
     

    Curiosità

    Dopo tre overtime arriva una soffertissima vittoria per i Bucks sui Nets. Jabari Parker e Giannis Antetokounmpo, entrambi diciannovenni, diventano la prima coppia di compagni di squadra teenager nella storia NBA a segnare più di 14 punti a testa in una partita. Parker, con il suo career-high da 23 punti, sigla anche il massimo di sempre per un giocatore di Milwaukee di meno di 20 anni.


    Continua l’epica favola di Tim Duncan, Tony Parker e Manu Ginobili, tre dei soli cinque giocatori in attività, insieme a Dirk Nowitzki e Kobe Bryant, ad aver giocato più di 800 partite nella Lega per la propria squadra attuale.

    » LEGGI TUTTO



  • Settimana NBA: imbattibili Grizzlies, delude Ibaka

    19/11/2014 | Commenta
     

    Best of the East

     

    Best Team: Washington Wizards

    La Eastern Conference sta subendo una drastica mutazione delle proprie squadre di vertice, con nuovi orizzonti aperti su franchigie fino a qualche tempo fa nell’ombra. I Wizards sembrano essere definitivamente usciti dal guscio e, grazie alle due vittorie settimanali contro Pistons e Magic, che fanno tre consecutive se sommate a quella contro i Pacers, si sono presi la seconda piazza di Conference a quota sette vittorie e due sconfitte, un solo successo sotto i Raptors, che guidano il raggruppamento. La stessa Toronto e gli Heat all’esordio sono le uniche formazioni finora in grado di fermare la cavalcata della squadra della capitale.

    » LEGGI TUTTO


  • Kobe Bryant, 32000 punti - © 2014 nba.com

    Notte NBA – 18/11/14: Bryant sale a quota 32.000 punti segnati

    19/11/2014 | 3 commenti
     

    Curiosità

    I Los Angeles Lakers vincono la loro prima partita in trasferta della stagione (1-4 il record per ora), lasciando i soli 76ers a secco di W fuori casa.
    Grande traguardo tagliato da Kobe Bryant che alla sua 1.256esima partita, segnando 28 punti contro Atlanta diventa il quarto giocatore della storia NBA a superare quota 32.000 punti. Meglio di lui in classifica marcatori solamente Jordan (che inoltre ci ha messo 1.059 partite per raggiungere tale traguardo), Karl Malone (1.235) e Abdul-Jabbar (1.194).


    Nonostante la sconfitta dei suoi Kings contro i Pelicans DeMarcus Cousins continua il suo buon momento: con 24 punti e 17 rimbalzi firma la sua ottava doppia-doppia stagionale raggiungendo Nikola Vucevic dei Magic in testa a questa graduatoria.

    » LEGGI TUTTO



  • Finalmente Sassari, prima storica vittoria in Eurolega!

    18/11/2014 | Commenta
     

    Ci sono volute cinque partite prima che il Banco di Sardegna Sassari firmasse la prima storica vittoria in Eurolega. Dopo quattro sconfitte – la prima in volata in Russia col Nizhny, seguita da tre ko netti con Efes, Unics Kazan e Real Madrid – la banda di coach Meo Sacchetti ha piegato 92-80 lo Zalgiris Kaunas al PalaSerradimigni con una prestazione entusiasmante che ha fatto intravedere quale può essere la chiave per i sardi nel futuro della competizione. Il successo sui lituani va però celebrato a dovere perchè è un altro pezzo di storia: la Dinamo infatti è arrivata in serie A solo nel 2010 e da lì ha sempre fatto i playoff, quest’anno ha vinto anche Coppa Italia e Supercoppa Italiana e la partecipazione in Eurolega è un traguardo strameritato frutto di lavoro e passione.

    » LEGGI TUTTO