Notte NBA: JJ lancia i Nets, Detroit sbanca Indianapolis

35
4068

Curiosità

Gli italiani: Gigi Datome non entra nel successo dei Pistons a Indianapolis; 13 punti ma 4 su 12 al tiro e 6 rimbalzi per Andrea Bargnani nella sconfitta interna dei Knicks con Washington; 7 punti con 2 su 9 al tiro per Belinelli nella brutta prova degli Spurs a LA coi Clippers.


Dopo 11 vittorie in fila alla Bankers Life Fieldhouse, gli Indiana Pacers cadono contro i Detroit Pistons di un super Josh Smith: gli Oklahoma City Thunder restano l’unica squadra imbattuta in casa (12-0).


Nella facile vittoria sui 76ers i Brooklyn Nets chiudono con 21 triple a bersaglio (su 35 tiri) che è il nuovo record di franchigia. Pazzesco Joe Johnson che segna 37 punti, 29 dei quali nel terzo quarto: JJ firma il career high con 10 bombe realizzate ed eguaglia Michael Redd per triple infilate in un singolo periodo, 8.


I Miami Heat travolgono gli Utah Jazz tirando col 63, 4% dal campo, la miglior percentuale nella storia della franchigia: i Big Three (James 30, Wade 27, Bosh 20) chiudono tutti e tre oltre il 60% e chiudono con 77 punti complessivi, massimo in stagione.

 

Risultati della notte


Indiana Pacers (20-4) – Detroit Pistons (12-14) 96-101
(Stephenson 23; Smith 30)


Atlanta Hawks (13-12) – Los Angeles Lakers (11-13) 114-100
(Horford 19; Young 23)


Boston Celtics (12-14) – Minnesota Timberwolves (12-13) 101-97
(Sullinger 24; Love 27)


Brooklyn Nets (9-15) – Philadelphia 76ers (7-19) 130-94
(Johnson 37; Anderson 17)


Miami Heat (18-6) – Utah Jazz (6-21) 117-94
(James 30; Burke 31)


New York Knicks (7-17) – Washington Wizards (10-13) 101-102
(Anthony 32; Webster 30)


Chicago Bulls (9-14) – Orlando Magic (8-17) 82-83
(Deng 26; Afflalo 23)


Los Angeles Clippers (17-9) – San Antonio Spurs (19-5) 115-92
(Griffin 27; Duncan 17)

 

Highlights

35 Commenti

  1. Complimenti a josh Smith per i suoi trenta punti con TRENTA TIRI
    (E poi critichiamo kobe) in pratica ha tirato per sessanta settanta punti 😀
    Comunque ieri hibbert sarà stato posseduto dallo spirito di kwane brown mai visto cosi moscio 2su12 al tiro

    • io penso che la colpa sia da dare al fatto che aveva davanti una front line di tutto rispetto Drummond – Monroe sono tanta roba.
      Un conto è dominare sotto le plance contro la small-ball un’altro è doversi smazzare contro la migliore coppia di lunghi attualmente in nba per intimidazione. si può dire che è un ottimo lungo ma non un campione che domina.
      dico una cosa: ma Woodson? allora, va bhè che Melo si crede Odino, ma un allenatore chiama time out e prova a vincerla, e che azz..

    • Non ti preoccupare che se qualcuno sostenesse che Smith è secondo solo a Jordan nella storia del gioco, ne avevamo pure per lui… 🙂
      Su Hibbert l’ha detto oregon, è un buon lungo, niente di più. Quando trova gente della sua stazza (e nel caso di Drummond, con più talento) si vede tutta la sua mediocrità.

      • cmq diamo a Cesare quel che è di Cesare : la stoppatona a West nell’ultimo possesso Pacers è fantastica e vincente …..poi il resto lo conosciamo ormai .Hibbert fa la voce grossa come avete detto voi quando non trova pane per i suoi denti , infatto l’anno scorso con NY contro Chandler fece fatica per poi sembrare Ewing contro Miami .

    • non è proprio così visto che drummond ha fatto subito 2 falli e non ha giocato molto, per me sarà stata la peggior partita di hibbert da un anno e mezzo a questa parte

      • Sì ok, parlo senza aver visto la partita quindi meglio se sto zitto :). Il mio giudizio su Hibbert comunque rimane quello. Fosse stato un campione Indiana l’anno scorso andava in finale.

    • Ma io ci credevo in Sullinger, si vedeva che era un giocatore solido già l’anno scorso prima dell’infortunio. Poi al draft era sceso solo per i problemi alla schiena altrimenti era uno da top ten, a quanto ho letto. Per me è uno di quelli buoni per il futuro, insieme a Bradley se firma a firme ragionevoli, Olynyk, Green e a questo punto Jordan C, sperando di trovare poi qualche campione assoluto al draft e fra i free agent.

      • Quel culone con quelle manine e l’atletismo meno sviluppato che io abbia visto nei lunghi negli ultimi anni! MI FA IMPAZZIRE! *-*!!!

  2. Tantissimi spunti nella notte NBA e allora andiamo con ordine:Indiana perde con una squadra che non va sotto dal punto di vista fisico e dal punto di vista dei rimbalzi,in generale i Pacers,avendo un backourt modesto,se non dominano a rimbalzo fanno estremamente fatica e Detroit da questo punto di vista ha uno dei primi 5 rimbalzista della NBA attuale (Drummond),un potenziale grande rimbalzista (Josh Smith) ed un solido rimbalzista (Monroe).Rimango convinto della mia idea che è sempre più impellente la necessità di tardare Monroe,riportando così J-Smoove nel ruolo nel quale rende di più,per un 2-3 con 15-20 punti nella mani (alla Eric Gordon per intenderci).Cheecks prosegue nelle sue…come definirle,fantasiose rotazione:non posso credere che Harrelson (comunque positivo nella notte) meriti più minuti di Datome.Lebron spaventoso nella notte,ad un passo dalla tripla doppia e se Wade e’questo il Threpeat e’quasi certo:aggiungici pure il Bosh di questo periodo ed il quadro e’completo.Washington quest’anno mi sembra (mi assumo la responsabilità di quello che dico)una squadra da playoff:Wall sta crescendo di partita in partita e se migliorasse ancora nel tiro da fuori sarebbe uno dei primi 5 play NBA,mentre Beal mi fa letteralmente impazzire,veramente un giocatore fantastico.Nene’e Gortat devono svegliarsi,ma per il resto nella capitale ci si può divertire quest’anno.I Knicks sono veramente inguardabili:Melo e’ritornato il giocatore che è sempre stato,ossia un clamoroso realizzatore,ma veramente clamoroso,e allo stesso tempo un giocatore con cui è molto difficile vincere.Mettici anche che è in scadenza di contratto e che ha già la testa altrove e la frittata e’fatta.Da salvare solo la stagione del Mago (finalmente!!!) e il volenteroso Stoudemire.I Jazz se prendono Wiggins,Parker o Randle e un grande free-agent li vedo in finale di Conference da qui ai prossimi 5-7 anni:Hayward e’un grande giocatore,Favors e Kanter due grandi prospetti e anche Burks e Burke sono degli ottimi giovani.Hanno spazio salariale,giovani e un grande general manager:se fanno le scelte giuste e la fortuna arriva si potrebbe tornare a rivivere il periodo Stocktone-to Malone

    • Il mago stanotte bene ma non benissimo! Io la butto li… Deng x Monroe?? Ovviamente gli butti anche Villanueva o che per pareggiare i milioni!

          • Villanueva scade alla fine di questa stagione…
            Boozer alla fine della prossima stagione, quindi in estate diventa piazzabile anche lui, in quanto si, ha un contrattone ma è anche vero che risulterà essere un 1 year contract!

          • Ottima trade!
            Se non sbaglio i Bulls hanno ancora la amnesty e Boozer è sul cucuzzolo della lista dei tagliabili!
            Il problema dei Bulls è Rose, sia perchè chissà come tornerà, sia perchè sta già storcendo il naso all’idea della rifondazione.
            Ma se Chicago si muove bene, Rose torna in forma e magari pescano alti al draft quest’estate credo che la ricostruzione possa durare i mesi che intercorrono da qui a giugno e basta!

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.