Notte NBA: Londra è dei Nets, vincono Pacers e Thunder

56
4739

Curiosità

Davanti ai quasi 19mila fan della O2 Arena di Londra, i Nets battono gli Hawks nella 12esima gara londinese dal 1993 (quarta di regular season). Brilla Joe Johnson (29 punti) che per la seconda volta in stagione realizza 26 punti nel primo tempo (4 in carriera prima di quest’anno).


I Knicks – 6 punti in 32 minuti per Bargnani – vengono travolti dai Pacers, che arrivano a 9 vittorie casalinghe di fila con uno scarto medio di 21.3 punti, e hanno un Lance Stephenson da 28 punti, massimo in carriera. Non basta un Carmelo Anthony da 28 punti ma 18 nel primo quarto (il massimo dai 22 del 13 dicembre 2012 contro i Lakers). Per New York è la peggior sconfitta esterna della stagione (-28), la seconda in assoluto (-29 da OKC a Natale).


Pazzesca gara di Houston dove i Thunder battono dei Rockets a due facce. I Razzi nel primo tempo segnano 73 punti con 12 su 20 da tre e il 56% dal campo, nella ripresa segnano 19 punti col 19.4% e 0 su 14 dall’arco: è la più ampia differenza di sempre nella storia NBA tra punti segnati nei due tempi.

 

Risultati della notte

Atlanta Hawks (20-19) – Brooklyn Nets (16-22) 110-127
(Mack, Scott 17; Johnson 29)


Indiana Pacers (31-7) – New York Knicks (15-24) 107-89
(Stephenson 28; Anthony 28)


Houston Rockets (26-15) – Oklahoma City Thunder (29-10) 92-104
(Harden, Jones 16; Durant 36)

 

Highlights

56 Commenti

  1. Ecco tornati i buon vecchi Knicks che tutti conosciamo,per un attimo pensavo fossero diventati una squadra seria invece vedo che d un tratto tim hardway jr è il secondo giocatore ad aver preso più tiri della squadra e sono più sollevato.
    Comunque credo che bargnani per la prima volta in carriera abbia più rimbalzi che punti a referto

    • Io ho visto la partita (infatti stamattina non ci capisco una cippa) Sai cosa vuol dire che se li stavano mangiando? Il divario non rispecchiava la differenza d’intensità e gioco espresso.
      Poi bum! Buio totale. Non penso d’aver visto mai niente del genere in vita mia! Poi per forza che gli avversari riprendono coraggio, triple sputate, Ibaka che sembrava un ammazza mosche!
      Davvero surreale! E poi Lin. In difesa è inguardabile!

  2. Durant ,tanta lunetta e percentuali pessime,2/7 da tre e 8/21 in generale,7 assist e 7 palle perse,il vero leader ieri è stato ibaka 15 rimbalzi una tripla 5 stoppate e 21 punti…urge togliere la palla dalle mani di durant,nn è lebron,cioè intendiamoci è forte quasi quanto il prescelto,davvero poco meno,secondo me,ma 1)nn ha contesto e allenatore ideali per vincere,2),senza westbrook,che è un casinista,ma è istintivo e gli toglie pressione di dosso,soffre maledettamente i raddoppi e i blitz quando si inventa play,3)nn si fida dei restanti compagni,anche perchè ibaka è discontinuo e gli altri sn in divenire,4)semplicemente nn è quel tipo di giocatore che cn la palla in mano può fare praticamente qualsiasi cosa,di sicuro è migliorato,ma nn gli è naturale e nn lo deve essere per forza,quando farà questo step,cn un allenatore decente allora sarà in grado di esprimere il suo massimo potenziale,magari di vincere(lebron permettendo)…terrence jones è in crescita,davvero bella partita,howard va sotto cn perk e ,nn scherziamo è esplosivo un milionesimo di quanto lo era ad orlando..il barba contro i suoi ex compagni va sempre maluccio….joe johnson ha fatto una metà fantastica,uno dei più eleganti tiratori della lega..

  3. Comunque resta assodato che Howard NON è un top player e NON sposta i valori di una squadra.
    E’ uno buono, che fa il suo dovere di centro, ma non l’uomo franchigia che avrebbeo dovuto (potuto ?) essere.
    Oggi, se proprio devo svenarmi per un centro, mi prendo Marc Gasol (oh yes !).

  4. Io ho visto I primi due quarti e mi pareva equilibrata. Cmq nn puoi subire cosí da okc quando non hanno westbrook… howard lo ripeto un altra volta, pacco colossale. Meno male che ce l hanno portato via, mentre ha giocato molto bene jones nel primo tenpo.

  5. Mai stato contento che venisse ai lakers,nè di quella collezione di figurine che fecero…howard sta mettendo dei movimenti spalle al canestro,corredati da passi quasi sempre,perchè nn è più il super atleta che era…van gundy ha portato un play pazzo, nelson e rachard lewis in finale,svelandogli il segreto per restare ad alti livelli,scaricare il pallone ai tiratori,ma lui l ha fatto licenziare perchè nn faceva 40 punti a sera,questo la dice lunga su perchè howard nn sarà mai il mio giocatore preferito,nè ,secondo me un vincente,poi magari diventerà adulto anche lui…cmq ci vogliono 6 howard per fare il q.i.cestistico e le mani di gasol,che ha un solo problema corre il campo cn ritmi anni 60’e per aspettarlo devi giocare a difesa schierata,e lo devi attendere perchè è un passatore favoloso,però pur amandolo,nn so se nell”nba di adesso puoi permettertelo sempre in campo

  6. Io la butto lì. Secondo me ad oggi nessun lungo ha il potenziale o il talento necessario per essere l’uomo franchigia nonchè riferimento in attacco, di una squadra.
    Duncan oramai non può più spararsi 40 minuti in cui si va spesso sotto a cercarlo.
    Ci sono in giro ottimi lunghi.
    Ma potenzialmente dominanti. Nessuno.
    Forse solo il monociglio…..

    • Cousins potrebbe essere un uomo franchigia,solo che c’ha il vuoto pneumatico in testa:ha post basso,mani per passare la palla,palleggio;in attacco e’veramente fortissimo.Anthony Davis senza forse,e’un uomo franchigia,quest’anno sta facendo spavento.Howard non è certo quello di Orlando,ma nemmeno quello dei Lakers:e’ancora uno dei primi 3 centri della Lega,in my opinion,e sposta abbastanza,specie in difesa.Joe Johnson spettacoloso,in attacco dominante.Poi degli Hawks bene Mack e Scott, in particolar quest’ultimo sta disputando una buonissima stagione.Millsap ieri male,cosicomme Teague

      • Concordo. Se Hibbert sposta Howard bisogna farlo MVP! Anche secondo me non è un uomo franchigia, ma da qui pure lui a definirlo “pacco colossale” o “bidone” ci corre parecchio

        • Ora so che un giocatore non si giudica dalle statistiche ma sono sempre 18 punti e 12 rimbalzi a partita,più tutta l’intimidazione.Buttalo via uno così!

          • Ma anfatti! Non si giudica SOLO con le statistiche, ma giudicarlo senza leggerle non c’ha tantissimo senso…

          • Poi piccola postilla:per me l’NBA e’un po’ peggiorata come qualità media,gli anni scorsi c ‘erano giocatori come Shaq,Iverson,T-Mac,Wade con le ginocchia sane,Nash in formato MVP,Stoudemire sano,Duncan Dominante,Kobe devastante e altri ancora.Oggi vedo solo un alieno (James),un semialieno (Durant) e poi non vedo tantissimo come gli anni scorsi,ma magari mi sbaglierò io…

          • oggi ci sono lbj, durant, paul, george, irving, lillard, kerry, thompson, davis, harden, aldridge, sistema spurs, deron williams, dragic, carmelo ecc… non è così male dai

          • Non sono d’accordo. Anzi, secondo me il livello medio è in crescita costante. Io sinceramente non mi ricordo che anni fa ci fossero tutte queste squadre con almeno 2 giocatori in grado di vincerti la partita. Non sono belli tecnicamente come quelli di qualche anno fa, ma sono fortissimi

          • Non lo so,e’una mia impressione,magari sono io troppo innamorato di giocatori come T-Mac e Allen.Poi c’è sempre il paradosso di non riuscire a comprendere bene quello che si sta vivendo:ad esempio molti di noi,penso,non ci rendiamo conto di quello che sta facendo Lebrob in questi ultimi 2 anni,e quando tra 20 anni i nostri nipotini ci chiederanno “ma chi è questo essere mitologico nonno”?,noi gliene parlaremo come oggi mio padre e mio zio mi parlano di Jordan,Magic,Olajuwon,Bird e tutti gli altri.Inoltre nel 2006,appena finite le finali,non mi ero reso ben conto di quello che aveva fatto Wade,ovvero portare un buon gruppo di comprimari + Shaq in fase calante al titolo,mentre adesso se ripenso a quelli finali penso che sia forse la miglior serie playoff mai giocata

          • Funziona tutto così. Prima era sempre meglio di adesso, finché l’adesso non diventerà il prima e sarà meglio del dopo che nel frattempo è diventato l’adesso, che a sua volta sarà… va beh la pianto

          • Sicuramente funziona così,in particolar modo per gli anni recenti.Ad esempio io Nash attualmente sto rimpiangendo tantissimo di non aver goduto del suo basket appieno quando era sano,lo liquidavo sempre con “si divertente,ma quando è che vince?”,mentre adesso se ripenso a Steve dico “che culo che ho avuto a vederlo giocare”

        • Mai direi che howard sia un bidone,nè un pacco..questi sn estremismi..io nn ci farei mai una squadra attorno,perchè a mio avviso cm testa,per il gioco,intendo,ne capisce meno di hibbert,che ha la sola sfortuna di saltare a stento un foglio di carta ed avere l atletismo di un neonato,forse ne capisce perfino meno di cousins che tecnicamente in pratica è una guardia e che ha il cervello di un pinguino,marc gasol è su un altro pianeta…poi i rockets hanno preso un rischio consapevolmente e lui si sta dando da fare per migliorare fisicamente,secondo me nn sn da titolo e lui va incontro al passare del tempo,e qualche opportunità se l è bruciata perchè ha fatto scelte nn proprio geniali…

      • Attenzione però non sono stato completo.
        Uomo franchigia di una franchigia vincente.
        Adoro DMC, ma difensivamente è ancora un malus, il monociglio invece ha solo gioco fronte a canestro, e hai play off tutti qui canestri da seconda opportunità, te li scordi…
        Necessita di soluzioni affidabili e allenate spalle a canestro!

        • Questo si sapeva anche in sede di Draft, però da quello che ho visto sta mettendo su un tiretto dalla media affidabile,e discreti movimenti in post,non alla Olajuwon o alla Duncan,ma neanche quel quasi nulla che avevo un anno e mezzo fa.Cousin e’nullo in difesa,ma in attacco e’fortissimissimo

        • Davis ha un fisico strano per un centro,nn credo che sarà mai la parte migliore del suo gioco,quello spalle al canestro,però difensivamente è forte,lavora e migliora e senza infortuni può dominare…sempre tenendo presente che l importanza del suo ruolo,cm disse saggiamente ,secondo me,pompeio,è di gran lunga minore rispetto all epoca dei centri alla olajuwan..ma se ce ne fosse uno davvero del livello di hakeem allora tutto cambierebbe…

          • Io ragazzi so che mi prendo le critiche di tutti,ma a questo proposito:Embiid può diventare uno dei migliori lunghi di sempre,così come Thabeet 2.0.Voi lo prendereste con queste premesse?Io voglio perorare la sua casa, perché so che il centro non è più determinante ecc ecc,però Joel ragazzi a me ha fatto innamorare temo

      • non dimenticate DMC… fisico di un armadio a quattro ante e mani davvero ottime… non fosse a sacramento con quella dirigenza staremmo parlando d’altro secondo me…
        23.4 p 11.6 r 1.1 b 3.0 a 1.8 s 3.5 to in 32.4 minuti di media

  7. Saluti a tutti.
    Per me è l’esordio assoluto in un forum, e questo, molto tecnico, mi piace molto.
    Visto che si sta parlando di centri, a mio parere la progressiva crisi del ruolo negli ultimi dieci anni è stata determinata – oltre che dalla mancata loro permanenza al college, ragione indiscutibilmente principale – anche da altre due circostanze.
    1. L’introduzione della zona nel 2002 (in funzione probabilmente anti Shaq, che allora stradominava e minacciava di vincerne altri 3 coi Lakers) ha facilitato la marcatura dei lunghi e favorito la smarcatura sul perimetro.
    2. Il notevolissimo miglioramento nella precisione del tiro da 3: è naturale che tra due opzioni si preferisca quella che ha una produttività del 50% in più, una differenza enorme.
    A mio parere, però, ora il gioco è troppo sbilanciato verso il tiro dal perimetro, per cui personalmente mi chiedo se sia il caso di mantenere la zona e soprattutto il tiro da 3. L’NBA è un prodotto commerciale e, come sono state introdotte, le regole possono anche essere modificate. Mi rendo conto che il mio è un pio desiderio, ma il tiro da 3 sta peggiorando il gioco. Qualche limite bisognerebbe introdurlo.

    • Ottima l’analisi di Jader, con cui mi trovo d’accordo.

      Però la zona fa parte del cuore del basket a livello tecnico e tattico e adesso che finalmente è stata introdotta anche nell’NBA non si può abolire (quando era vietata, mi faceva rimpiangere il basket FIBA).

      Diverso il discorso sul tiro da 3 che in effetti viene usato ed abusato in modo insopportabile.
      Certo, non si può farne a meno, però magari si può limitarlo.
      Per esempio contando 3 punti solo nel 4° quarto, quando le partite si decidono e le bombe possono essere fondamentali per ribaltare un finale. Che ne dite ?

      • Oppure si può concedere un numero massimo di tentativi per ogni quarto di gioco. Si introdurrebbe anche un elemento di strategia nella gestione dei tiri più produttivi.

    • Amen fratello! Sì anche secondo me la ragione principale è quella del netto miglioramento delle % da 3. Con un amico cazzaravamo addirittura dicendo che ormai, visto che distanziarla ancora sarebbe inutile (visto che ormai tirano tranquillamente da metà campo), potevano direttamente toglierla, tipo come 50 anni fa.
      Certo, non so se sono pronto a rinunciare a Franco Lauro che grida: “BOOOMBA!” 🙂

  8. Allora houston con la seconda guardia della lega e il primo centro della lega non dovrebbe prendere certe scoppole… se mi serviva uno che strappasse rimbalzi mi tenevo il turco che lo scorso anno era3/4 rimbalzista della lega. Diciamo che pensavano che si potesse recuperare e invece il recupero non sta procedendo molto bene.

      • Ma ricordiamo tra l’altro che Houston, nonostante stia facendo schifo, è mezza vittoria sopra a quei fenomeni dei Warriors in cui gioca quel Dio di Curry… misteri 🙂

        • Poi chi a mai detto Howard miglior centro della lega?Il Barba e’la miglior shooting Guard della Lega,anche per la profonda crisi del ruolo,e solo un tifoso Lakers può continuare a mettere davanti il Mamba a Harden.Per me la colpa principale di Houston è’non aver ancora cacciato quell’incompetente di McHale,ma per il resto Morey ti ha costruito una contender in 2 anni solo con scambi e free-agent… e i Rockets nel 2011 non avevano niente che potesse farli pensare in questo stato nel 2014

      • Si le vedo e appunto che hanno un punto in piu degli warriors che quest anno sono molto discontinui a causa di una panchina pressochè Inesistente… quakche dubbio me lo lascia, sento criticare ibaka e piu in generale il sistema di okc che avrà grandi pecchè peró sti rockets che prendono 2/2 scoppole (perchè di scoppole si trattano) qualche domanda la fa sorgere… lo scorso anno con asik da centro sono usciti combattendo ai playoff, quest anno con howard okc dovrebbero asfaltarla… eppure nn mi pare.

        • Bho Gianlux per me stai delirando,non trovo il senso del discorso.Allora Miami e’due anni che piglia scoppole con New York,però devo controllare chi ha vinto l’anno scorso…

          • Ma che discorsi fai… ma vuoi mettere a confronto miami che gioca in regular con iI freno a mano tirato, a houston che a oklahoma non l ha mai vista e ieri sera in casa volevano vendicarsi e le hanno riprese!
            Poi non dico che stanno facendo una stagione brutta peró con una diretta rivale senza il giocatore piu rappresentativo che manca ti fai prendere a pallonate… se poi volete dirmi che ai po la musica cambia ne terró conto ma in regular season che devo commentare le partite di summer league?
            Ps. Se sei contento di questo howard buon per te, evidentemente quando dominava ai magic seguivi un altro sport… perchè è sotto l occhio di tutti che questo sia la controfigura del reale potenziale di questo giocatore. Poi se per te piglia I 20 r e mette 15 p giusto per le statistiche è un atro conto. Ma questi l hai firmato a 80 e passa… se non ti incide lui chi lo deve fare motejunas?

          • Infatti Howard ha dominato talmente tanto che quanto anelli ha vinto?Poi io non tifo neanche Houston,ma Dallas,quindi di Howard me ne frega meno di zero,voglio solo dire che non è la pippa che vuoi farlo passare.E’opinione di tutti (da insiders NBA a Tranquillo a blog NBA italiani) che Howard stia tornado sui livelli di quello dei Magic,e’ovvio che non sia lo stesso tipo di giocatore ,però non ci fa neanche lontano come lo descrivi.Io ti ripeto che Houston,a parer mio,gioca in questo modo per via di quel cane di McHale.Poi la prima scoppola Houston la prese in un periodo in cui gioco’ tipo 4 partite in 5 giorni.Hanno beccato un secondo tempo in cui hanno tirato col 19 %,e’logico che pigli le scoppole.Inoltre,e qui chiudo,Howard rimane comunque un top 10 e se voi Fakers l’anno scorso siete andati ai playoff lo dovete al mese e mezzo finale,quando,da sano,ha messo su partite spaventose

  9. Saluti a jader,io nn sn un nostalgico,credo che le regole abbiano favorito la small ball,e i 4 fuori dall area,i 5 solo cm rimbalzisti…ma nn é il solo modo di giocare,indiana ha un gioco più classico e in attacco alle volte fa pena,ma grazie a quelle stesse regole difendendo benissimo e di squadra sul perimetro ha il miglior record nba attualmente…poi miami ha vinto cn la small ball,ma lebron james è uno che ha marcato hibbert e c ha fatto pranzo colazione e cena in testa…cn quello lì che è un mostro nn conviene avere il centro classico ad intasare l area,ma chiaramente giocatori di quel tipo nn ce ne sono…poi la zona e i tiri da tre fanno vedere spaziature,movimenti senza palla e circolazione migliore,piuttosto che vedere shaq,ammesso che ci sia uno paragonabile,che per 4 secondi fa a culate cn un altro centrone e gli schiaccia in testa..gli spurs quando fanno viaggiare la palla sn godibili…sui rockets,li ho visti anche io,il barba nullo e howard che soffre perkins addizionati alla prestazione monstre di ibaka(pompeio ci sta lavorando anche lui sul tiro da tre)a mio avviso nn li hanno fatti vincere,pur controllando decentemente durant…lin cm sempre nullo in difesa ,ma questa nn è una novità

      • Solita frecciatina al tuo spagnolo preferito 😉 Sei irrecuperabile Pompeio 🙂 .A questo proposito ragazzi ieri su Grantland c’è stato un articolo stupendo riguardo alla crescita di Ibaka,appena trovo il link lo posto qui

    • Son d’accordo che il gioco dei Lakers della tripletta di Shaq era orribile (1° opzione: palla a the Big One; 2° opzione: qualcuno improvvisi. E tifo Lakers, ma perché l’imprinting l’ho avuto con lo show time). Però come Shaq ne nasce uno ogni 20 anni (forse: io non ricordo nessuno come lui, nemmeno quando vedo i video degli anni 60/70) e cmq ci sono troppe partite decise dal tiro da 3. Non è da togliere, ma da limitare. Certo, visto che le regole non le facciamo noi il discorso è un po’ inutile, per cui forse non vale la pena di insistere. E’ stato più che altro una manifestazione di insofferenza.

      • Anche io tifo lakers e sn d’accordo cn te che fosse brutto .ma almeno cn shaq vedevamo un pò di movimenti oltre allo strapotere fisico, coi lunghi di adesso c è il rischio di vedere solo passeggiate senza palleggiare,probabilmente sn il frutto delle nuove regole,anche perchè insegnare la tecnica del gioco ad un lungo è piuttosto laborioso e richiede disciplina e tempo,molto tempo,cosa che a uno che salta un metro e mezzo a inizio carriera da fermo é difficile da spiegare…sicuramente la pallacanestro oggi è estremizzata o ferro o tiro da tre,i tiri più redditizi,ma secondo me è un momento di transizione ci saranno adeguamenti,forse anche regolamentari…poi ad essere onesti l elasticità dei regolamenti in nba è piuttosto elevata,fanno regole contro singoli giocatori,nn mi stupirei di una regola korver contro il tiro da tre nel 4 finale,anche se la vedo dura da applicare…

        • Shaq giocatore più dominante di tutti i tempi e,tendenzialmente,uno così lo sfrutti.Fai conto che ad ogni possesso erano due punti sicuri per i Laks.Poi Shaq aveva movimenti,piedi da ballerina e mani fantastiche anche per passare la palla:sta storia di Shaq dominante solo dal punto di vista fisico la trovo assurda (non è una critica a qualcuno in particolare,e’una considerazione generale) .Era anche un giocatore piuttosto intelligente,come comprensione del gioco:per me un top 3 centri all-time insieme a Russell e Chamberlain.Di quelli che ho visto giocare il giocatore migliore (io seguo la NBA da circa il 2001/2002 e quindi di Michael ho visto solo i filmati)

          • Sn pienamente d’accordo cn te,shaq era anche un clinic tecnico,sia in difesa che in attacco,un fenomeno e uno dei motivi per cui io,che lo show time nn l ho vissuto,tifo lakers…però tra vedere lui che quasi sempre fa due punti o prende una mannaiata e tira i liberi(ahia?!),la squadra s appoggiava su di lui sempre ,tra quello e la pallacanestro degli spurs,cn movimento di palla continuo,preferisco san antonio….shaq oggettivamente nn è sminuibile,la mia era una considerazione tra stili di basket,nn sul giocatore..

          • Gialluka avevo capito perfettamente che non volevi sminuire Shaq 🙂 Infatti se ci fai caso ho anche scritto:non e’una critica a nessuno.A me sinceramente la squadra che mi è più piaciuta in questi anni e’Orlando del 2009 (mi piaceva tantissimo la circolazione di palla) Dallas nel 2011 (in attacco divini) e i Pistons dei Bad Boys 2 (per quello che mettevano in campo)

          • Capisco,solo che ho riletto il mio commento e sembrava fossi quasi contro shaq,cosa nn vera….poi le tre che hai citato,sn per me il riassunto perfetto della pallacanestro,detroit(difesa),orlando (circolazione di palla),dallas(attacco)….quindi sto cn te tutta la vita…

  10. Ho letto un paio di cose che secondo me sono opinabili.
    1) Howard sta tornando quello dei Magic. Mai e poi mai, si é fatto schiacciare in faccia da durant senza fare niente, prima ci pensavano due volte ad andare al ferro con lui davanti, ricordo lebron nei playoffs 2009 che puntualmente cercava di stargli il piú lontano possibile. Prende stoppate di continuo, e secondo me nn è assolutamente migliorato nei movimenti offensivi.
    2) Rockets che dominano okc nei primi 2/4, no scusa dove? A me sembrava abbastanza equilibrata la partita…
    3) Analisi delle statistiche di Durant, e qui lascio perdere, perchè un 8/21 sputato li senza argomentarlo nn dice niente cosí come 7 perse. Ah ci sono 7 assist, peró kd va in difficoltá in playmaking… considerando che i 7 assist nn sono frutto di schemi disegnati.

    • Mi sono spiegato male:faticosamente sta tornando quello dei Magic,non dico che sia quello di Orlando,ma non è nemmeno ‘na pippa,come e’descritto qui.Poi io ripeto,Howard,post all-star game,con quella schiena,quella spalla e quella testa,ha portato i Lakers ai playoff.I Lakers sono andati ai playoff non perché gli altri hanno giocato meglio,ma perché Howard ha innalzato il suo rendimento

      • Sono con te quando dici che anno scorso ha portato i lakers ai playoffs… nn é piú dominante come lo è stato a tratti ad Orlando, ma neanche un bidone, come é stato definito.

  11. Howard è migliorato nei movimenti offensivi perché si è reso conto che non gli fischiano i passi e quindi fa un’imitazione terrificante di Hakeem. Rispetto al livello tecnico a cui era prima è comunque un passo avanti mica da ridere! 🙂
    Fisicamente non è più quello di prima e non lo sarà più, e non lo sarà mai più. Non intimidisce la metà di quello che faceva prima. Visto comunque il livello di centri resta uno dei primi, non so, 5? del ruolo.

    Houston è normale che fatichi in qualche partita. Rispetto al gioco con Asik in campo è cambiato tutto. Secondo me miglioreranno.

    Le critiche a OKC sono dovute semplicemente al fatto che avendo in roster l’unico giocatore insieme a Lebron che oggi sposta davvero (ma davvero, cioè tipo MJ o Shaq), e il resto della squadra è più che buona, devi giocare un minimo con criterio e fare almeno le finals. Ovvio che ad oggi OKC è ancora sopra Houston, ma sulle 7 partite, se non torna Westbrook, non li vedo così favoriti.

    Ultima cosa… esistono meno centri con movimenti in post appunto perché il gioco è cambiato (tiro da 3, zona, ha già detto tutto Jared). Non è che i movimenti si estinguono come un Dodo. Semplicemente non si allenano più, perché servono meno.

  12. Boh willi io la partita l ho vista e credo che il punto forte di durant nn è certo partire cn la palla in mano all inizio del gioco offensivo,secondo me questo nn è nei suoi interessi,nè in quelli del suo allenatore nè in quelli di oklahoma…poi ieri la differenza l ha fatta ibaka,per quel che ne capisco,perchè quel che ha fatto ieri di solito lo fa in 2 partite,nn certo lui…secondo me per il talento che ha durant e per essere davvero il contraltare dell’altro alieno della lega,deve limare ogni piccolo difetto che ha,anche perchè il suo supporting cast nn è al livello di miami,secondo me..

    • Ibaka ogni tanto ha quelle partite dove la mette sempre… peró è discontinuo. Cmq vorrei menzionare jackson che sta venendo fuori molto bene… e se provassero a puntare su di lui e scambiassero westbrook per un paio di giocatori anche tre molto buoni?

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.