Il più forte giocatore di Basket di tutti i tempi: Earl Manigault

8
137

Questa non è una storia di basket come le altre. Qui si parlerà del più forte cestista di tutti i tempi.
Fermatevi prima di tirare fuori i nomi dei soliti noti giocatori di basket Nba: Jordan, Magic, Russell. Qui stiamo parlando di Earl “The Goat” Manigault. Chi? Vediamolo insieme.

Earl nasce nel 1944 ultimo di nove figli e dopo essere stato abbandonato dalla famiglia viene adottato dalla signora Mary Manigault di Harlem New York, un posto dove per farti rispettare hai due strade: la violenza e il basket. Il giovane Manigault sceglie la seconda, allenandosi con i pesi alle caviglie per migliorare l’elevazione e dimostrando uno straordinario talento nei campetti di New York, tanto da essere incoronato il “re di Harlem”.

Era alto “solo” 1.83, forse qualcosa in più, ma saltava come nessuno mai. Di lui si dice che sfidasse la gente a mettere dei soldi sulla parte alta del tabellone, e lui con un salto se li prendeva. È stato il primo ad effettuare una doppia schiacciata durante una partita di basket, prima con la mano destra e poi, mentre era ancora in “volo”, con la sinistra. Sembra fosse riuscito anche ad effettuare una leggendaria schiacciata 720°, difficile anche solo da pensare all’epoca.

Anche il suo soprannome “The Goat”, letteralmente la capra, divenne l’acronimo di “greatest of all time”.

Purtroppo il nostro Earl non è mai riuscito ad arrivare nel basket che conta ovvero l’NBA; notato da Holcombe Rucker (a cui verrà dedicato il playground più famoso di NY) viene mandato a studiare prima al Laurinburg Institute, una scuola privata del North Carolina e poi alla Johnson C. Smith University. Purtroppo le cose non vanno bene e i problemi con l’eroina iniziano a portarlo lontano dalle luci della ribalta finendo persino in carcere. I tentativi di tornare vanno anche peggio, con un try-out con gli Utah Stars dell’ABA che evidenzia i suoi problemi fisici susseguenti all’uso di droga.

Per fortuna Earl riesce ad uscire dai suoi problemi e torna ad Harlem per aiutare i ragazzi ad uscire dal tunnel dalla droga e nella prevenzione, proprio da qui prende forma il famoso torneo The Goat Tournament Walk Away From Drugs, uno dei più famosi di New York.

Il suo ricordo pian piano ha rischiato di sbiadire, ma qualcuno si è sempre ricordato di lui. Kareem Abdul-Jabbar, miglior realizzatore nella storia del Basket NBA, dopo la sua ultima partita nel 1989, alla domanda su chi fosse il più forte avversario che avesse mai incontrato, rispose senza esitazioni: Earl “The Goat” Manigault.

8 Commenti

  1. Ho sentito che doamni sera su Fox Sports 2 trasmettono Emporio Armani Milano contro l’Efes Istanbul per l’Eurolega. L’ EA7 se vince consolida il secondo posto e secondo me non può fallire!!

  2. ehmm media punti jabbar 24% Jordan 31% ..miglior realizzatore il primo, perché ha giocato in carriera 1/3 di partite + del piu’ grande di tutti i tempi Jordan 1500 contro 1000 circa,stiamo calmi JORDAN N1.

  3. PS
    detto cio (Michel Jordan N1 forever)
    Manigault ………….. harlem…….. migliore Street player ASSOLUTO, un mito,una leggenda the best one!!!!!!!R.I.P. MITO!!!!

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here