BasketCaffe.com

Torneo NCAA 2014: che il grande ballo abbia inizio

Siamo ormai in primavera e questo vuol dire che la March Madness, la follia marzolina del College Basket, è entrata nella sua fase più acuta. In archivio i tornei di conference che hanno designato le ultime partecipanti al bracket finale, la commissione riunitasi nella famosa Selection Sunday hanno composto il tabellone del torneo NCAA. Si parte martedì 18 e mercoledì 19 marzo con le First Four, il turno preliminare che designa le ultime due partecipanti al tabellone, poi giovedì 20 scatta il torneo vero e proprio. Le Final Four si giocheranno il 5 e 7 aprile al Cowboys Stadium di Arlington, Texas. Le quattro numero 1 sono Florida, che ha chiuso la stagione in vetta al ranking, Arizona, Virginia e Wichita State, ancora imbattuta con 34-0.

Non dimenticate di seguire la programmazione televisiva delle gare del Torneo NCAA e vi invitiamo a partecipare alla compilazione del vostro personale bracket nel gruppo di Basketcaffe.com su Espn. Basta cliccare qui.

Vediamo ora nel dettaglio la composizione del tabellone.

EAST REGION

Virginia, protagonista a sorpresa in ACC e poi vincitrice del Torneo di conference, parte favorita in un tabellone che nella parte alta la vedrà per forza dover affrontare Michigan State, vincitrice del torneo della Big Ten, se vorrà proseguire verso le Final Four. Gli Spartans di Tom Izzo, con Payne e Gary Harris, partono favoriti, sono talentuosi ed esperti. Bagarre nella parte bassa: North Carolina rischia subito con Providence, vincitrice della Big East, e poi eventualmente ha Iowa State, vincitrice della Big 12 e forte di giocatori come Niang, Kane e Ejim. Sotto Villanova e Connecticut, con l’asso Napier, che però sembrano inferiori.
ALLA FINAL FOUR: Michigan State

MIDWEST REGION

Follia pura questo lato del tabellone. La 1 Wichita State, ancora imbattuta, rischia subito al secondo turno contro la Kentucky di Julius Randle (se batte Kansas State). Nella semifinale del Regional avrebbe i campioni in carica di Louisville con Harrell e Russ Smith, campioni dell’American Athletic Conference: sarebbe un rematch della semifinale assoluta 2013, vinta dai Cardinals. Nella parte bassa la Duke di Jabari Parker, battuta nella finale dell’ACC Tournament, deve fare attenzione a Mercer subito, poi in teoria si scontrerà con la Michigan di Stauskas, LeVert e Glenn Robinson III. Si salvi chi può ma Louisville favorita.
ALLA FINAL FOUR: Louisville

WEST REGION

Non è andata benissimo alla 1 Arizona, reduce dalla sconfitta nella finale del Torneo della Pac12 contro UCLA. I Wildcats di coach Miller, con Nick Johnson e Aaron Gordon, potrebbero rischiare subito al secondo turno contro la Oklahoma State di Marcus Smart (se batte Gonzaga) e successivamente Oklahoma o più probabilmente gli Aztecs di San Diego State dell’asso Xavier Thames. Sotto è un casino: Baylor rischia l’upset con Nebraska, dark horse se ce n’è uno, poi la Creighton di McDermott. Anche Oregon deve fare attenzione con la BYU di Tyler Haws e poi avrà la Wisconsin di Bo Ryan, con Dekker e Kaminsky. A occhio sarà Arizona-Wisconsin per la Final Four ma il tifo sarà per i Blue Jays di McDermott.
ALLA FINAL FOUR: Arizona

SOUTH REGION

La 1 overall Florida dovrebbe avere vita facile fino alla semifinale del Regional dove avrà una tra VCU e UCLA. I Bruins han vinto la Pac12 ma sono a rischio upset subito contro Tulsa, allenata da Danny Manning. I Gators di coach Donovan al secondo turno dovrebbero avere Pittsburgh se non cade con Colorado ma il gruppo è forte e non è solo Pat Young e Wilbekin. Sotto la Ohio State di Amedeo Della Valle rischia subito con Dayton e poi dovrebbe avere la Syracuse di Tyler Ennis; anche Kansas di Andrew Wiggins e con il dubbio Embiid deve fare attenzione a Eastern Kentucky e poi avrà New Mexico. Sulla carta Syracuse e Kansas si sfideranno per affrontare Florida: la presenza o meno di Embiid è decisiva per i Jayhawks.
ALLA FINAL FOUR: Florida

 

E tu cosa ne pensi?

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obblicatori *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>