Tra passato e futuro, i Miami Heat ad un bivio

71
6215

I Miami Heat hanno appena vissuto un tragico incubo perdendo le Finals in sole cinque gare contro gli Spurs, senza nemmeno riuscire a giocarsela nelle ultime tre, ma il peggio sembra ancora dover arrivare in Florida.
Partiamo subito dalla nota più dolente. Parliamo della situazione contrattuale di Miami e delle partenze già annunciate o, comunque, probabili: Shane Battier e Chris Andersen, due dei più importanti uomini dalla panchina nelle rotazioni di Eric Spoelstra, oltre che tra i più esperti ed influenti nello spogliatoio degli Heat, lasceranno sicuramente la Florida a fine stagione, l’uno per appendere le scarpette al chiodo e ritirarsi, l’altro per diventare free agent e volare, molto probabilmente, ai Mavericks.

Ray Allen, che ha deciso il titolo di due stagioni fa con una tripla ormai leggendaria e che anche in questi playoff ha saputo segnare canestri fondamentali per le vittorie di Miami, sembra, come Battier, prossimo al ritiro, anche se la sua situazione rimane incerta; Mario Chalmers e Rashard Lewis, due giocatori che nel bene o nel male hanno avuto un’influenza decisiva in post-season, quando soprattutto il secondo ha fatto decisamente la differenza, diventeranno free agent a fine stagione e Chalmers, nonostante le dichiarazioni potrebbe partire.

In particolare qualora l’interesse dimostrato da Pat Riley e soci verso la guardia dei Raptors, Kyle Lowry, venisse confermato e si traducesse in un’importante acquisizione; Greg Oden e Michael Beasley, due scommesse giocate in maniera fin troppo azzardata, saranno free agent e molto difficilmente verranno anche loro confermati.

No, non ci siamo dimenticati dei Big Three. LeBron James, Dwayne Wade e Chris Bosh hanno, tutti e tre, un’opzione sul contratto per la prossima stagione, per guadagnare circa 21 milioni di dollari a testa e restare a Miami per tornare a vincere l’anello. C’è, però, la possibilità che si svincolino fin da subito e si mettano sul mercato già da questa estate. I nostalgici, che vorrebbero James come figliol prodigo sulla via del ritorno verso Cleveland, non trovano molto riscontro tra gli esperti e, benché i Big Three hanno annunciato che si incontreranno prossimamente per parlare del loro futuro per decidere se separarsi definitivamente oppure giocare un altro anno insieme, sembra difficile che possano allontanarsi dalla Florida. Servirà, però, sicuramente assicurare un supporting cast di livello a James e Bosh, considerato il fatto che Wade pare ormai in parabola discendente e non potrà più essere il fattore decisivo visto in passato. Si potrebbe e dovrebbe partire dall’acquisizione di una point guard di livello assoluto, come il già citato Lowry, ma lo spazio salariale a disposizione sarà poco. E allora che fare? Cercare di convincere DWade ad uscire dal suo contratto per rinegoziarne uno più lungo ma cifre più basse, creando quello spazio di manovra per mettere a roster un altro giocatore importante? Questa potrebbe essere una via percorribile, contando che Flash ha da sempre giocato a Miami e non sembra intenzionato a cambiare indirizzo per chiudere la carriera, che ad ogni modo, sembra essere quella di un sesto uomo alla Vince Carter.

Le prime voci estive parlavano, addirittura, di un possibile arrivo a South Beach del free agent più desiderato di questa sessione: Carmelo Anthony. Melo, però, non pare l’innesto migliore nel sistema di gioco degli Heat e potrebbe non essere la soluzione ai problemi vissuti da Miami contro San Antonio, anzi. I “vecchietti” texani hanno insegnato che non conta quante stelle ci sono in un roster (vedi Kawhi Leonard), conta far diventare ogni singolo giocatore la stella di una squadra perfetta. Tutto ciò che gli Heat, ora come ora, sembrano proprio non essere.

71 Commenti

  1. L’articolo da già la soluzione. Se fossi in loro farei esercitare la PO solo a Bron (perchè se la merita) e farei uscire e rifirmare più basso anche CB1. Poi Lowry è un ottimo inizio, manca un lungo e tutta la panchina…

      • Io dicevo se hanno voglia di provare a vincere ancora l’unica soluzione è quella. E’ da vedere se sono contenti così e quindi si ciucciano i soldi o vogliono provare ad entrare nella storia e allora un sacrificio economico (e chiamalo sacrificio anche se prendono 10 mil di $ anno) è ciò che serve.

        • … detta così o il sacrificio lo fanno tutti o non lo fa nessuno. Potrebbero andare in blocco in una squadra con cap libero, tipo i Sixers o meglio ancora Orlando (sarebbe praticamente un affronto e Wade non lo farebbe) che ha Oladipo e Vucevic nelle zone scoperte dal Big 3.

          La soluziona migliore in assoluto resta Cleveland per LeBron e Bosh, Wade resta nella (senza di loro) baracca Heat.

          Questo senza tenere conto di come possa Riley tamponare la situazione, se hanno anche le finanze e il mercato per un cap a 61 miloni per 3 giocatori.

    • Io fossi Lebron me ne andrei da Miami. Ormai ha 30 anni, e può essere il suo ultimo inizio.
      Certo se potesse andare ai Clips………

      • Io proverei a golden state più che ai clips.
        Difficile che restino a Miami firmando già quest’anno a cifre minori; o restano tutti così o qualcuno tra bosh e James va via

          • Speta GSW vuole dare Klay e Lee per Love e Martin e scelte!!
            Secondo me Minnie, visto che comunque Love non rimane dovrebbe prenderla al volo (è meglio di quella di Denver che dava Faried e Chandler). Per i guerrieri siamo lì, love è meglio di Lee, ma Thompson è meglio di Martin, e non so quanto si integra con Curry.
            Certo che se Klay finisce a Minnie è morto!!

        • Penseranno che la città non lo attrae abbastanza, altrimenti non ha senso. visto il roster attuale di GS perfetto di lbj ( tolto lee)

  2. Ecco, i Velieri sono la squadra ideale per poter puntare al titolo subito. Potrebbe essere un idea. Certo ci sono 2 problemi:
    1. devi panchinare DeAndre perchè gli intasa l’area (problema minore)
    2. Ospedali di LA pieni di Fakers con attacchi di bile perchè i cugini stravincono (compresi Kobe e Gianlux)

    • Anche se riuscissero (e non la vedo semplicissima) c’è l’incognita Rose. Torna? Come torna? Se torna si rompe di nuovo? Ad oggi sarebbero solo Lebron e Noah. A sto punto meglio restare a Miami. Tra l’altro mi sto convincendo giorno dopo giorno che resterà agli Heat.

    • Beh dai Gibson e Butler non sono proprio da buttare. La vera verità è che sarei curiosissimo di vedere LBJ in un sistema come quello di Coach T.

      • Quoto e straquoto.
        Io un quintetto con Rose-Butler-James-Gibson-Noah
        Lo metto più che pronto per il titolo.
        Super difesa, in attacco hai comunque Rose e James, e gli altri tre potrebbero prendersi solo i tiri nelle loro corde.
        Resterebbe da costruire la panca.
        Ma un Jimmer a tirare sugli scarichi di LBJ ha un non so che di già visto nella wind city!

        • Se prendi a calci Boozier forse si 🙂 … a proposito di tiratori ci sarebbe ancora Dunleavy. Capisco però le eccezioni di Pompeio e oregonstate (cfr. come stai Derrick?)

          • Sì è fattibile se amnisti (o tradi per una trade exception) Boozer, in quel caso puoi firmare Lebron ed addirittura tenerti sia le scelte al draft (16 e 19) che Dunlevy.
            Però, se ben ricordo le regole, se Lebron firma da FA la cifra massima è sui 17-18 mentre se fanno una s&t con Miami può arrivare fino a 22. Nella prima ipotesi i Bulls stanno a cavallo, hanno addirittura spazio per dei comprimari decenti al minimo salariale, nella seconda il cap si ingolfa parecchio e devono anche dare le scelte a Miami.

        • Il problema è che Rose non tornerà quello di un tempo. Ormai sono 2 anni che non gioca, per tornare almeno all’80% di quello che era ci vuole tanto ma tanto tempo. Voglio LeBron a Charlotte!!!

  3. 1)Chicago:James non ci e’andato nel 2010 (e la squadra aveva D-Rose,Deng,Noah) perche’,Buffa dice cosi,Rose non e’ Che non lo ha voluto,ma quando LBJ e Derrick si sono sentiti per telefono il play dei Bulls e’stato piuttosto freddino.Dubito che James ci vada adesso. 2)Wade:l’ipotesi piu’sensato sarebbe dirgli:”Guarda,se vuoi che Lebron resti,devi ridurti l’ingaggio,perche’se restiamo cosi James non rimane”.Considerando che Miami e’ Wade e Wade e’ Miami,non penso che il fu Flash se ne vada da qualche parte.L’ipotesi piu’ sensata sarebbe un 50 x 4 con gli ultimi anni abbastanza “gestibili” con la stretch. 3)James:Per me rimane a Miami,dove dovrebbe andare?Ai Cavs?Con Irving e Wiggins la situazione non cambia troppo:la squadra e’ancora lontana dalla vittoria e LBJ si sposta solo per vincere.Quello che e’certo e’ che a Miami si e’chiuso un meraviglioso ciclo,e che,quasi inevitabilemente,il prossimo anno sara’ di transizione

  4. Se è vero che gsw da thompson sono impazziti…
    per quanto riguarda I clippers… direi che dopo quest anno il maloox se lo prendono loro, noi qualche anno di transizione lo facciamo loro sono da una vita da barzelletta della lega.
    cmq embiid rotto scombussola e non poco I piani del draft… se è vero che scende fino ai magic, questo vuol dire che volenh nello utah? E I celtics puntano uno tra smart o randle

    • Eh si, perché un tifoso Lakers dovrebbe prendersi un Maalox quest’anno? Mica hanno a libro-paga il giocatore più caro della Lega che però é rotto. E poi mica hanno fatto aggiornato i loro libri da record negativi.

      Devo continuare o ritiri la m*******a?

      • Continuare in cosa? Dai su vediti un po di lobcity che giusti quello avete salvo poi venir presi a calci quando le partite contano veramente

        • A differenza io non difendo in maniera imbarazzante la squadraccia per cui tifo (oltretutto se devo scegliere chi tifare tra Clippers e Lakers sceglierei indubbiamente questi ultimi).

          Però, oggettivamente, la stagione dei Clippers é stata molto buona e ci sono prospettive ed un bel progetto che si sviluppa, quella dei Lakers…l’opposto.

          La ricostruzione per i LAL non é ancora cominciata. A meno che vuoi convincerci che hanno ricostruito con Nash e Gasol…

          Voglio dire, han chiuso 27-55. 55 sconfitte. Penultimo posto della Conference.

          I-M-B-A-R-A-Z-Z-A-N-T-I

          • ma chi ha difeso i lakers quest’anno?
            non mi pare di aver difeso LA dopo questa stagione…che solo un folle poteva pensare potesse essere positiva con quel roster.
            Se tu mi dici che la stagione dei clippers è stata positiva (tolta la regular) dove hanno preso fior fior di giocatori (jj redick,granger ,turkoglu, davis,dudley ecc.)e un allenatore che a detta di molti (tranne me) avrebbe fatto fare il salto di qualità…per poi uscire in semifinale pure quest’anno.Se per te è una stagione positiva fai pure…
            Forse ai clippers non hanno ancora capito che l’errore di fondo è quello di non convincersi che con griffin non sei una squadra da titolo… sarà troppo tardi.
            Prospettive di che genere?
            il prossimo anno hanno un salary cap che arriva a 73 mln con la metà degli ex giocatori che avevano quest anno in rosa… secondo te quale giocatore possono prendere quest’anno per fare il salto di qualità (melo? lbj? hahahah)
            Cmq non parliamo di stagioni negative perchè se devo tirare in ballo i libri dei clippers non mi basterebbe un enciclopedia 3cani…

          • no infatti io preferisco ricordarti all’inizio della stagione scorsa, quando ci mettevi i video di superman, e ci spiegavi come Nash era perfetto per i Lakers, e che con Kobe e un roster così si arrivava in finale easy…. E POI SEI SPARITO UN ANNO!! 😀 😀 😀 😀

          • e poi ma de che parli?! Sono usciti con OKC che gliel’ha pure rubata! “Con Griffin non s può vincere il titolo”… è stato il migliore dei suoi. Ma va a ciapà i ratt 😀

    • Il problema dei Lakers sta nella dirigenza. Come puoi pretendere di ripartire dando 24mln l’anno a Kobe?se credi che scaduto il suo contratto con lo spazio disponibile potran combinare qualcosa di sensato secondo me sbagli, andranno ad ingolfare il cap prendendo gente inutile

      • Secondo te come la prende Lebron? Cioè, Blatt è anche una scommessa, perché ha un’esperienza limitata in NBA. Per Cleveland è comunque una scelta giusta, ma avrà l’effetto di respingere o attrarre Lebron, che uno che vuole vincere subito?

        • mi spiegate questa mentalità americana che avete secondo cui blatt sarebbe un poppante solo perchè non ha mai allenato una franchigia?
          poi magari la tua ultima stagione è stata da 20 vittorie 4 anni fa e gli ultimi anni gli hai passati a fare la spalla comica di shaq alle tv sei comunque meglio.. perchè comunque hai allenato in nba.
          stesso ragionamento per il quale steve kerr e fisher sono stati colpacci di gsw e ny (non sommano una stagione in panchina in 2) mentre quello di blatt è un azzardo…
          per me è la prima scelta sensata dei cavs da molto tempo e comunque blatt è partito dalla classica princeton offense e poi l ha adattata per l europa in questi anni quindi non avrà problemi

        • E’ la stessa mentalità per cui ogni europeo è un tiratore dall’angolo. Poi dopo 10 anni forse mi accorgo che sa fare pure altre cose…

          • io a blatt chiedo solo una cosa:
            david portaci Sofoklis Schortsanitis in NBA!!!
            l america non ha mai potuto godere delle sue gesta ma questo ragazza deve far conoscere le sue doti anche li 😀

        • Veramente io avevo chiesto come avrebbe reagito Lebron. A questo nessuno ha risposto. Secondo me, proprio per i pregiudizi americani, Lebron si allontana da Cleveland. Tuttavia ha dimostrato in passato di fare scelte autonome, come quella di ridursi l’ingaggio potenziale per giocare con Wade e Bosh e vincere, per cui nulla è scontato. Ma ripeto, la domanda riguarda Lebron.

          • E chi lo sa? Io concordo con te, pure lui avrà i suoi bravi pregiudizi su allenatori da oltre-oceano e forse avrebbe preferito quell’inetto di Brown. Questo lo qualificherebbe come gran fesso, ma stiamo a vedere…

          • hai detto tu che blatt è una scommessa,non lebron,a parer mio se blatt è una scommessa steve kerr è una roulette russa.
            comunque a parer mio il problema non si pone perchè quasi sicuramente lebron rimane a miami

          • Ho anche detto che Blatt è una scelta giusta per Cleveland. Speriamo che la dirigenza sia coerente e lo sostenga (anche perché pare che l’accordo sia di circa 20 milioni in 4 anni).
            Comunque concordo su quello che hai dettto su Kerr, tant’è che è notizia di oggi che “Alvin Gentry abbia accettato un contratto triennale con i Golden State Warriors per divenire associate head coach del nuovo allenatore Steve Kerr”:
            http://www.nbareligion.com/alvin-gentry-accetta-un-contratto-triennale-con-warriors-come-associate-head-coach/
            Certo che c’è da chiedersi perché GS abbia voluto Kerr, per poi dimostrare di non avere troppa fiducia in lui.

  5. Ragazzi qui si sta parlando di Kevin Love uno dei primi 5 giocatori della lega con tutto il rispetto per il talento
    di Thompson il gioco vale la candela se lo prendono veramente vedo GS da titolo grande Kevin.

    • io sono super fan di kevin love ma credo che gsw stia un pò esagerando addirittura minnie ha chiesto sia klay che barnes vedendo come gsw lo voglia a tutti i costi.. c è un limite a tutto

      • Ho letto che pure I lakers sono disposti a dare la 7 per thompson, mentre phlly ha chiesto la 7 per la 10 e young.. ( se si prendono nash per me va in porto)

        • Lakers darebbero via la 7 di questo draft per Thompson che va rinnovato a cifre folli e che gioca nello stesso ruolo di Kobe?…
          e minnie accetterebbe una trade dove non gli danno klay?!?

          • Thompson lo puoi pure spostare come ala piccola.. cmq è un investimento per il futuro.
            Se.veramente venisse (ne dubito) stappo lo spumante

          • cioè siete contenti se prendete uno da maxare a 12 milioni quando l’univo ruolo che avete è la SG…contenti voi

  6. Io voglio rimanere coerente nonostante tutto e dico che per me la cosa più probabile è che rimanga..gianlux non ti gasare che ai lakers non ci viene

        • No certo, si scateneranno di sicuro tutti. Ma secondo me almeno Lebron rimane dov’è (e a quel punto pure Bosh) Al massimo vede cosa fanno i Cavs al draft e fa una chiamatina a Blatt…

          Melo penso avrà garanzie da GM Zen e rifirmerà per NY (magari pure lui a cifre autoridotte per attrarre qualche FA).

          Poi se non va così meglio. E’ bello quando si sparigliano le carte!

          • Bhe se wade nn esce dal contratto penso tiri un pacco ai vari bosh e james…
            L ha detto pure AW! Che james ha voluto dare un segnale forte alla dirigenza… si ridurranno tutti e 3 il contratto per avere disponibilità di acquistare altri free agent di un cero livello. Dico lowry ad esempio…
            Melo è diverso il discorso… con tutte le promesse che puó farli pj, sa che ny deve ricostruire parecchio per tornare competitiva ( liberarsi dei contratti di chandler, amare, mago, jr, felton ) cmq l idea è quella di rivoluzionare parecchio se si pensa che l’unico giocatore che ha mercato lo stanno cercando di sbolognare in tutti I modi (shumpert).
            fossi in melo andrei diretto a chicago o houston.. ma penso purtroppo che rimanga dove si trova con un contratto spaventoso

          • Per Melo si tratta di avere fiducia e pazienza 1 anno.
            La prossima estate NY avrà un macello di soldi da spendere. Non che PJ sia una garanzia che verranno spesi bene, ma ci sarà comunque molta libertà. Melo quindi dovrebbe accettare un’altra stagione piena di punti di domanda, nella speranza che la prossima estate gli venga costruita attorno una squadra vincente e nel frattempo prendere una barca di soldi.
            Se invece vuole vincere subito allora gli conviene uscire. Da tifoso Knicks non saprei sinceramente cosa augurarmi.
            Quanto ai big three di Miami, ora che LBJ è uscito credo che verrà presto seguito da Bosh.
            Qui le ipotesi sono due: o sono già d’accordo e Wade uscirà a ruota, oppure hanno deciso di valutare le opzioni che offre il mercato. In questo caso dubito che Wade uscirà perchè nessun gli offrirebbe i soldi che prende ora.

          • E se il GM dei Knicks non lo volesse Melo? Quel signore qualcosa ci capisce di basket, o ci fa un progetto intorno o non gli fa nemmeno la proposta.

          • Conviene ai Knicks tenere melo per un anno col rischio di bruciare la possibilità di arrivare a durante fra due?

          • Certo, questo è vero. Rischioso, ma possibile.
            In tale ottica dovrebbe usare questa stagione come transizione ed iniziare a creare il giusto supporting cast per attirare un paio di superstar nel 2015.

  7. secondo me Melo è il giocatore più ingiustamente criticato della lega… che dovrebbe fare vincere il titolo con Smith e Felton in backcourt? A Denver l unico anno che ha avuto una squadra seria ma senza fenomeni attorno è arrivato ad un passo dal titolo perdendo contro LA di Gasol Ariza Bryant Odom Bynum e Fisher e giocando pure meglio!!! Quando avra una squadra da titolo lo criticheremo nel momento opportuno ad oggi non me la sento di etichettarlo perdente.
    L unico esempio che mi viene in mente è TMAC mai passato un turno di playoff ma come talento per me il n1 post Jordan

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.