NBA: le ultime ore di mercato LIVE

93
5336

Il mercato NBA si è chiuso con i fuochi d’artificio, con una quantità di talento e giocatori scambiati unica rispetto alle scorse edizioni. Tra giocatori in scadenza di contratto e scelte al Draft mossi, anche un italiano, Gigi Datome, ha cambiato maglia, passando dai Detroit Pistons ai Boston Celtics. Ricapitolando sono questi i principali cambi di maglia: Isaiah Thomas ai Boston Celtics, Goran Dragic ai Miami Heat, Brandon Knight ai Phoenix Suns, Michael Carter-Williams ai Milwaukee Bucks, Reggie Jackson ai Detroit Pistons​, Enes Kanter​ agli Oklahoma City Thunder​, Kendrick Perkins agli Utah Jazz, Pablo Prigioni​ agli Houston Rockets, JaVale McGee ai Philadelphia 76ers, Aaron Afflalo ai Portland Trail Blazers e Kevin Garnett che ritorna ai Minnesota Timberwolves.

Potete inoltre rivivere tutti gli aggiornamenti LIVE dell’ultima giornata di mercato su questa pagina e anche sui social network sui nostri profili Twitter, Facebook e Google Plus.

ORE 21:34 – DENVER FIRMA LAUVERGNE

A margine va segnalato che i Denver Nuggets firmeranno l’ala francese Jeoffrey Lauvergne, ex Khimki Mosca, con un contratto a lungo termine.


ORE 21:30 – MERCATO CHIUSO: NETS RIMASTI AL PALO

Fuochi d’artificio pazzeschi alla deadline: gli sconfitti sono i Nets che restano con Deron Williams, Joe Johnson e Brook Lopez (e i loro contratti) sul groppone mentre hanno ceduto soltanto Kevin Garnett, cessione non prevista.


ORE 21:22 – FATTA: TRADE HEAT-SUNS-PELICANS

Allargato lo scambio per Dragic agli Heat. Miami riceve i fratelli Zoran e Goran Dragic, ai Suns vanno due prime scelte, John Salmons, Justin Hamilton e Danny Granger, ai Pelicans vanno Shawne Williams e Norris Cole.


ORE 21:17 – FATTA: DATOME AI CELTICS

Anche un azzurro cambia maglia alla deadline: è Gigi Datome che viene scambiato dai Detroit Pistons insieme a Jonas Jerebko ai Boston Celtics per Tayshaun Prince che torna in Michigan.


ORE 21:05 – FATTA: MCDANIELS AI ROCKETS

Gli Houston Rockets hanno anche preso l’esplosivo esterno rookie KJ McDaniels dai Philadelphia 76ers in cambio di Isaiah Canaan e una seconda scelta al Draft.


ORE 21:05 – FATTA: MCDANIELS AI ROCKETS

Gli Houston Rockets hanno anche preso l’esplosivo esterno rookie KJ McDaniels dai Philadelphia 76ers in cambio di Isaiah Canaan e una seconda scelta al Draft.


ORE 21:04 – FATTA: PRIGIONI AI ROCKETS

I New York Knicks hanno ceduto il playmaker argentino Pablo Prigioni agli Houston Rockets in cambio del russo Alexei Shved e due seconde scelte.


ORE 21:00 – FATTA: TRADE SUNS-BUCKS-76ERS-CELTICS

Marc Stein sgancia la presumibile ultima bomba: trade a quattro Phoenix-Milwaukee-Philadelphia-Boston. Brandon Knight, Marcus Thorton e una prima scelta 2016 ai Suns, Michael Carter-Williams, Miles Plumlee e Tyler Ennis ai Bucks, Isaiah Thomas ai Celtics e una prima scelta (protetta 1-5 nel 2015) ai 76ers.


ORE 20:55 – FATTA: KANTER A OKC, PERKINS A UTAH

Gli Oklahoma City Thunder hanno il loro lungo: Enes Kanter. Il giovane turco arriva dagli Utah Jazz nella trade a tre con Jackson ai Pistons mentre Kendrick Perkins (UFA a giugno) prende la strada verso lo Utah (probabile buyout e firma con big tipo Clippers o Cavs). A OKC anche Kyle Singler, DJ Augustin e Steve Novak, ai Jazz diverse scelte e i diritti sul pivot tedesco Tibor Pleiss (da OKC).


ORE 20:48 – FATTA: DRAGIC AI MIAMI HEAT

Erano rimasti l’unica contendente e alla fine Goran Dragic è stato accontentato: come ha annunciato Marc Stein di ESPPN i Suns hanno ceduto lo sloveno ai Miami Heat. Pare che in Florida vada anche il fratellino Zoran mentre nel pacchetto verso l’Arizona ci sarà anche Danny Granger con le due prime scelte (niente Cole, Andersen e McRoberts).


ORE 20:47 – FATTA: REGGIE JACKSON AI PISTONS

Niente Brooklyn Nets: secondo Adrian Wojnarowski gli Oklahoma City Thunder hanno ceduto Reggie Jackson (RFA in estate) ai Detroit Pistons.


ORE 20:40 – OKC: NO PER ROY HIBBERT

Wojnarowski riporta che i Thunder hanno fallito l’assalto a Roy Hibbert: gli Indiana Pacers hanno detto no ad uno scambio con Reggie Jackson.


ORE 20:40 – OKC: NO PER ROY HIBBERT

Wojnarowski riporta che i Thunder hanno fallito l’assalto a Roy Hibbert: gli Indiana Pacers hanno detto no ad uno scambio con Reggie Jackson.


ORE 20:36 – FATTA: GARNETT TORNA A I TIMBERWOLVES

Kevin Garnett torna ai Minnesota Timberwolves dopo aver cancellato la ‘no trade clause’ nel suo contratto. David Aldridge il primo a riportare la conclusione della trade con Thad Young ai Brooklyn Nets.


ORE 20:31 – ANCHE PISTONS E PACERS SU REGGIE JACKSON

Wojnarowski riporta che i Detroit Pistons e gli Indiana Pacers si sono fatti avanti in maniera importante con i Thunder per Reggie Jackson. Tutto però è legato dalla conclusione o meno della trade coi Nets con Brook Lopez.


ORE 20:22 – OKC PARLA DI KANTER COI JAZZ

Svelato il motivo dello stand-by della trattativa coi Nets per Brook Lopez: gli OKC Thunder hanno avviato anche un discorso con gli Utah Jazz per il giovane centro turco Enes Kanter. Lo riporta Wojnarowski che però sottolinea come l’affare con Brooklyn è prioritario.


ORE 20:06 – BUDINGER VERSO I SIXERS

In attesa di chiudere coi Nets per Garnett, Wojnarowski riporta che i Twolves stanno trattando la cessione di Chase Budinger ai 76ers che otterrebbero anche una scelta. Il giocatore poi si libererebbe via buyout.


ORE 19:58 – L’OFFERTA DI MIAMI PER DRAGIC

ESPN svela l’offerta dei Miami Heat per convincere i Suns a scambiare Goran Dragic: due prime scelte al Draft, Norris Cole, Josh McRoberts e Chris “Birdman” Andersen. Wow!


ORE 19:50 – BUCKS E CELTICS TRANQUILLI

A poco più di un’ora dalla deadline pare che Milwaukee Bucks e Boston Celtics non abbiano movimenti in agenda: resteranno con i roster attuali.


ORE 19:40 – GARNETT VERSO IL SI’ AI WOLVES
Sembra che Kevin Garnett sia intenzionato a cancellare la ‘no trade clause’ nel suo contratto per far ritorno ai Minnesota Timberwolves. In ogni caso i Nets stanno trattando separatamente i due affari con Minnesota e coi Thunder per Jackson.


ORE 19:22 – I SUNS BLOCCANO DRAGIC
Il proprietario dei Phoenix Suns Robert Sarver sembra deciso a non cedere subito Goran Dragic, rischiando di perderlo in estate come free agent. A questo punto tornerebbe d’attualità il nome di Isaiah Thomas.


ORE 18:46 – COLE NELL’AFFARE DRAGIC-HEAT
Se i Miami Heat inseriranno Norris Cole nella trade per arrivare a Goran Dragic dei Phoenix Suns, il playmaker ex Cleveland State sarebbe dirottato ai Detroit Pistons.


ORE 18:44 – QUASI FATTA BROOK LOPEZ-JACKSON
E’ in dirittura d’arrivo la trade tra OKC e Nets con Reggie Jackson per Brook Lopez. Lo scambio prevederebbe anche Jarrett Jack agli Wizards e Kevin Garnett ai Timberwolves.


ORE 18:39 – NEAL VUOLE GLI HAWKS
Ken Berger di CBS riporta che gli Atlanta Hawks sono la squadra più attiva per organizzare una trade per arrivare a Gary Neal dei Timberwolves. In caso di mancato scambio, l’ex guardia degli Spurs si libererà via buyout.


ORE 18:22 – OKC VUOLE ANCHE NORRIS COLE
Secondo Wojnarowski gli Oklahoma City Thunder vogliono anche Norris Cole dei Miami Heat. Potrebbero girare alla franchigia della Florida Jarrett Jack, che arriverà nella trade Jackson-Lopez coi Brooklyn Nets.


ORE 18:17 – KINGS: STAUSKAS E THOMPSON ON THE BLOCK
Marc J. Spears riporta che, nonostante si siano ritirati dalla corsa a Goran Dragic, i Sacramento Kings sono alla ricerca di acquirenti per scambiare il rookie Nik Stauskas e il lungo Jason Thompson.


ORE 18:13 – CHANDLER RESTA A DENVER
Secondo Chris Dempsey del Denver Post con la cessione di Afflalo e McGee i Nuggets avranno 19 milioni di dollari liberi l’anno prossimo e quindi anche Wilson Chandler, oltre a Ty Lawson, resterà almeno fino all’estate. Randy Foye e Jameer Nelson sono scambiabili ma i giocatori vorrebbero restare.


ORE 18:00 – FATTA: ANDRE MILLER AI KINGS
Altra trade svelata da Wojnarowski: gli Washington Wizards hanno ceduto il venerabile maestro Andre Miller ai Sacramento Kings in cambio di Ramon Sessions. Miller si riunisce con l’amato coach George Karl.


ORE 17:45 – FATTA: JAVALE MCGEE AI 76ERS
Ceduto Afflalo, il mercato dei Denver Nuggets prosegue: Wojnarowski e il Denver Post riportano che il pivot JaVale McGee è stato ceduto, insieme a una prima scelta (arrivata dai Thunder), ai Philadelphia 76ers. Ai Nuggets anche i diritti sul turco Cenk Akyol, a Phila quelli sul nigeriano Chu Chu Maduabum.


ORE 17:49 – VOLO POSTICIPATO PER I SUNS
Paul Coro riporta che il volo dei Phoenix Suns per Minneapolis è stato posticipato di un’ora e mezza, esattamente 30 minuti dopo la fine della trade deadline. Si attende in sostanza la cessione o meno di Goran Dragic.


ORE 17:28 – FATTA: AFFLALO AI BLAZERS
Secondo Wojnarowski Aaron Afflalo è stato ceduto ai Portland Trail Blazers. Ai Denver Nuggets vanno Thomas Robinson, Victor Claver, Will Barton, una prima scelta protetta e una seconda scelta. Ai Blazers anche Alonzo Gee.


ORE 17:09 – GARNETT NELLA TRADE LOPEZ-OKC?
Lo scambio che dovrebbe portare Kevin Garnett ai Twolves potrebbe rientrare in quello Lopez-Jackson tra Nets e Thunder. A Brooklyn arriverebbero dai Thunder anche Perry Jones e Perkins mentre i Nets girerebbero Jarrett Jack e il suo contratto ad un altro team (Philadelphia?).


ORE 16:51 – MIAMI CI PROVA PER DRAGIC
I Miami Heat provano ad inserirsi nella corsa a Goran Dragic offrendo due future prime scelte assolute al Draft. La squadra sarebbe una di quelle con cui lo sloveno sarebbe disposto a firmare l’estensione di contratto, ma il proprietario dei Suns Robert Sarver non sembra particolarmente interessato a chiudere.


ORE 16:43 – THUNDER-LOPEZ TORNA D’ATTUALITA’
Torna caldo il nome di Brook Lopez che i Brooklyn Nets vorrebbero cedere. Soliti principali acquirenti sono gli Oklahoma City Thunder che in cambio darebbero lo scontento Reggie Jackson. Il nodo da sciogliere però è convincere la guardia a firmare l’estensione con la franchigia newyorkese nella offseason.


ORE 16:38 – SACRAMENTO PUNTA AFFLALO
Perso Dragic che ha fatto capire di non voler firmare l’estensione con loro, i Sacramento Kings sono sulle piste di Arron Afflalo, in uscita dai Nuggets; la franchigia della California dovrà battere la concorrenza dei Blazers e soprattutto accettare la richiesta di Denver di cedere una prima scelta oltre a un giocatore giovane.


ORE 16:02 – GARNETT PENSA AI TWOLVES
Pare che Kevin Garnett stia seriamente pensando al ritorno ai Timberwolves anche per la presenza nel coaching staff di Sam Mitchell, suo grande mentore. KG però ha specificato che lascerà i Nets solo via trade mentre non cercherà un accordo per un buyout.


ORE 15:56 – I KINGS MOLLANO DRAGIC
Secondo Wojnarowski i Sacramento Kings si starebbero tirando indietro nelle trattative coi Phoenix Suns visto che Goran Dragic ha fatto capire che non firmerebbe l’estensione contrattuale con loro.


ORE 15:26 – I NUGGETS VOGLIONO SCELTE
Secondo Marc Stein di Espn, i Denver Nuggets hanno fissato il presso per i loro due pezzi pregiati sul mercato: vogliono due prime scelte al Draft per Wilson Chandler e una prima e una seconda scelta per Arron Afflalo. Sui due giocatori ci sono i Portland Trail Blazers.


ORE 15:20 – KNICKS MOLTO ATTIVI
Marc Berman del NY Post sottolinea che i Knicks, per arrivare al loro grande obiettivo Goran Dragic, hanno messo sul piatto Tim Hardaway Jr., la prima scelta del Draft 2018 e i diritti su Thanasis Antetokounmpo. Disponibili ovviamente anche Bargnani, Calderon, Prigioni e Larkin. New York seguo attentamente pure le vicende di Reggie Jackson e Tobias Harris, ala piccola dei Magic.


ORE 15:10 – NOI SIAMO A POSTO
Secondo Adrian Wojnarowski ci sono alcune squadre tranquille, non attive in vista della deadline: si tratta di Spurs, Hawks, Clippers, Raptors e Grizzlies. Vediamo visto che i Clips pare siano sempre alla ricerca di un’ala piccola.


ORE 14:40 – BUCKS E SANDERS ACCORDO SUL BUYOUT
Larry Sanders e i Milwaukee Bucks hanno trovato un accordo sul buyout per rilasciare il giocatore: sospeso per 10 partite per violazione delle regole antidroga, Sanders riceverà 13 dei 40 milioni di dollari che rimangono del suo contratto e potrà quindi accasarsi in qualsiasi squadra vorrà come free agent.


ORE 14:00 – DRAGIC VUOLE SOLO KNICKS, LAKERS E HEAT
Secondo quanto riporta Chris Broussard, Goran Dragic avrebbe ribadito che firmerà un contratto a lungo termine solo con New York Knicks, Los Angeles Lakers e Miami Heat. I Suns invece continuano a trattare un possibile scambio con Celtics, Rockets, Kings e Pacers.


ORE 11:30 – JOE JOHNSON ON THE BLOCK
Joe Johnson ha confermato al New York Post che sono veri i rumors riguardo una possibile trade che lo coinvolga. I Detroit Pistons hanno fatto un’offerta ufficiale ai Brooklyn Nets mettendo sul piatto Brandon Jennings, Jonas Jerebko, Caron Butler e scelte.


ORE 10:00 – IL FUTURO DI BARGNANI
Il presidente dei Knicks Phil Jackson ha spiegato ai media che Andrea Bargnani (in scadenza di contratto a giugno) è sul mercato e si sta cercando una trade ma se non accadrà non è scontato che venga tagliato, anzi. Il Mago sta bene, può giocare e il coaching staff vuole tenerlo.


E’ ufficialmente iniziato l’ultimo giorno di mercato per gli scambi NBA. Molto gira attorno al nome di Goran Dragic (free agent la prossima estate) che ha rotto coi Suns e ha chiesto di essere ceduto a una tra Heat, Lakers e Knicks: Phoenix però sta parlando in maniera intensa con Rockets, Celtics e Kings, franchigie che hanno scelte e giovani da mettere sul piatto. I Suns vorrebbero cedere anche il fratellino Zoran Dragic e Miles Plumlee; sul mercato pure Gerald Green, avvicinato ai Clippers.

I Clips cercano sempre un’ala piccola: il sogno è Wilson Chandler dei Nuggets, su cui però ci sono anche i Trail Blazers. Portland è forte pure su Aaron Afflalo: la guardia di Denver potrebbe finire anche a Chicago o Sacramento, dove è appena arrivato il suo mentore George Karl. La bomba della notte riguarda Kevin Garnett: i Minnesota Timberwolves hanno proposto ai Nets uno scambio con Thad Young. KG potrebbe chiudere la carriera dove ha iniziato ma deve acconsentire allo scambio visto che nel suo contratto c’è la ‘no trade clause’.

Anche Reggie Jackson ha chiesto di essere ceduto ai Thunder. Bucks, Rockets e Pacers lo seguono con interesse. Indiana ha detto chiaramente che tutti sono cedibili per una buona offerta, Roy Hibbert compreso, tutti tranne l’uomo franchigia Paul George. Coach Shaw vorrebbe George Hill a Denver nel caso partisse Ty Lawson: per l’ex North Carolina si sono fatti avanti anche i Lakers viste le difficoltà ad arrivare a Dragic.

93 Commenti

  1. Un appunto al sito. non avete menzionato la richiesta ufficiale di Detroit per avere j Johnson in cambio di Jennings butler e jarebKo! Io non capisco come king non abbia ancora accettato hahahah

  2. Ma che senso avrebbe lo scambio Garnett-Young?
    A parte i motivi sentimentabili, ma avrebbero più senso se lo scamio fosse voluto da KG stesso. I T-Wolves hanno bisogno di giovani da far crescere al limite, e Young è in scadenza, potrebbe essere ceduto per qualcuno di utile in ottica futura per una scelta. Discorso diverso per NJ che prenderebbe un buon giocatore che potrebbe essere utile nella rincorsa ai playoffs.

    • Marketing. I T-Wolves sono la squadra con il minor numero di spettatori medi a partita in questa annata (13800 contro una media nba di 17700).

  3. Fonti dicono che il proprietario dei suns stizzito dal comportamento di dragic abbia deciso di darlo a una squadra che non sia fra quelle messe nella sua lista (lakers,ny,heat)
    Ma lo stesso dragic ha fatto intendere alle altre pretendenti che non è intenzionato a rifirmare… bel casino per phx

    • Non vedo perchè il proprietario dei Suns dovrebbe essere stizzito. Dragic li ha avvisati che non rifirmerà, quando poteva benissimo star zitto e fare i comodi suoi in estate, quindi semmai li ha aiutati a non perderlo certamente per nulla.
      Comunque Dragic ha anche detto che per lui non è tanto rilevante firmare per 4 o per 5 anni, quindi il suo interesse è essere nella squadra che desidera ad inizio della prossima stagione, per questa amen.

      • Ma non tanto per la firma, ma dal fatto che non si sia presentato all allenamento chiedendo di essere ceduto subito…
        che poi sia libero di firmare dove vuole, questo nessuno glie lo nega.
        IL problema che ora il giocatore o lo dai dove vuole lui,o te lo tieni in panca per ripicca (che poi panca vorrebbe dire 2 mesi scarsi)per poi vederlo partire a 0. I suns avrebbero dovuto darlo quest estate. Ora se la beccano tutta.
        Ps. Io oltre che questione di squadre ne farei anche di soldi visto che a houston non ci vuole andare perchè non possono offrirgli quello che vuole.

        • La dirigenza dei Suns ha operato malissimo quest’estate, può biasimare solo se stessa.
          Capisco il punto di vista di Dragic, sei la stella della squadra e ri-firmano 2 giocatori nel tuo stesso ruolo, inoltre l’esperimento di giocarci assieme non funziona, chiaro che un pò ti girino le palle. Soprattutto quando era chiaramente un lungo che li serviva.

          • Bhe aspetta la coppia bledsoe dragic lo scorso anno ha fatto faville! L idea di firmare thomas penso sia stata fatta per pararsi il culo per la partenza dello sloveno(cosí come la presa del fratello)
            Salvo poi rendersi conto che non ha nulla a che vedere con dragic.
            Io penso che sia un pretesto quello di sentirsi poco considerato dai suns perchè ti hanno fatto capire che sono disposti a cedere Green e Thomas per rifirmare te…
            In realtà lui vuole andare in un mercato grande come (LA e NY) perchè sa che possono fare la voce grossa quest estate e soprattutto dargli il contratto che lui vuole.

          • Anche Phoenix può dargli quello che vuole.Per come la penso io,da un anno è passato ad essere un All-NBA a un tiratore dall’angolo (in non poche partite e’successo),logico sia scazzato.Sotto comunque ci deve anche essere dell’altro,ha sbroccato troppo all’improvviso.

          • ha solo voluto forzare la mano per andarsene via prima…
            Il dramma per i suns che ny e lakers non hanno niente da offrire…

          • Il problema di dire “me ne voglio andare” é che abbassi il tuo valore di mercato. Tutto qui.

            Per il resto Dragic non ha colpe e giustamente vuole poter scegliere dove andare a giocare

          • Dragic vuole andare a giocare in una città che gli offra, alta qualità della vita, alta visibilità e (soprattutto) bei soldi. Queste città sono evidentemente Miami, NY e Los Angeles. Per questo è disposto a sacrificare titoli sportivi. Niente di nuovo.
            Certo, avesse avvisato PHX di questa sua volontà prima (come fece Melo con Denver) ora i Suns non si sarebbero trovati a doverlo scambiare per degli scarti.

          • Evidentemente tu non l’avevi capito, visto che sostenevi che “lui vuole andare in un mercato grande perchè sa che possono fare la voce grossa quest estate…”.
            Per questo mi sono permesso di riportare il primo paragrafo de “Il mercato NBA for dummies”

  4. Comunque siamo a poche ore dalla chiusura del mercato e Boston non si è infilata in nessuno scambio. Sono preoccupato per Ainge, qualcuno ha il suo numero per sentire se sta bene?

        • Sisi ma viene su bene.Penso sia già adesso uno dei top 10 difensori NBA sulla palla:non si può portare un blocco sul ragazzo,e’divertentissimo guardarlo.E poi sta tirando io 36 % da 3,che doveva essere uno dei suoi punti deboli.

        • Sisi ma viene su bene.Penso sia già adesso uno dei top 10 difensori NBA sulla palla:non si può portare un blocco sul ragazzo,e’divertentissimo guardarlo.E poi sta tirando io 36 % da 3,che doveva essere uno dei suoi punti deboli.

      • Pompeio agree… sono calmissimo, ero solo stupito dal fatto che non ci siamo spinti a scambiare 3/4 persone per un paio di scelte al secondo giro :).
        Su Smart devo dire che speravo bene e fino ad ora sono soddisfatto. Ne può uscire un bel giocatore.

    • Piace pure me.Sistemano la panchina,e si parano il culo caso mai la scelta sia troppo alto.Molto bene.Mi spiace per Robinson,da quando e’in NBA questo e’stato scaricato manco fossero gli avanzi della cena prima da tutte le squadre in cui e’stato,senza pero’avere mai la possibilità di giocare con continuità

  5. Javalone ai Sixers. Non capisco se l’hanno preso per fare da chioccia a Embiid e Noel (LoL) o perché vogliono ricostruire con lui (megaLoL).

    Grazie di esistere Sixers

      • Hanno fatto bene.
        Una scelta in più e non perdono soldi visto che tanto dovevano pagare ugualmente per arrivare al salary floor (sia per quest’anno, sia per il prossimo dove hanno pochissimi giocatori sotto contratto).

        Per me è un errore di Denver.

          • Sarà ma perdere una prima scelta per liberarsi di 12 milioni in scadenza mentre stai ricostruendo (e presumibilmente non cercherai dei FA pesanti) non ha molto senso.
            Era più logico tenerlo fino a giugno e decidere cosa farne insieme al nuovo coach. Il prossimo anno con 12 milioni in scadenza qualcosa lo riuscivi ad ottenere (che fosse una seconda scelta).

  6. Occhio che i Sixers dovevano prendere qualcuno per riempire il salary cap perché erano sotto la soglia minima. Non mi stupirei di vedere McGee free agent dal 1 luglio.

  7. Dragic a miami. Mi dispiace se rifirma per gli heat. Ma ha fatto bene il duo a non svenarsi per un giocatore in scadenza fra tre mesi.

    • MCW ai Bucks non lo vedo bene, sono una squadra che non ha grandi scorer e Knight (che ha molti più punti nelle mani) sembrava capace di dirigere l’orchestra. Però bisogna ammettere che una line-up MCW-Middleton-Parker-Antetokounmpo è sulla carta moooolto interessante, tipo squadra del futuro.
      Basito dai Sixers, li avevo difesi e tutto ma MCW e McDaniels per quattro spicci è assurdo.

      • Concordo con te mcw regalato… cmq datome a Boston (datemi un minuto)
        Hahahahahahahahahahahahahahahahhaahahhaahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahah

      • I Sixers sono inspiegabili quasi quanto Gianlux che parla di basket.
        Fino a McGee pure io dicevo “ma sì infatti ci può stare…” ma che stracazzo di senso ha di mandare via i più futuribili che avevi?!
        Knight stava facendo bene, molto, ma appoggio la scelta dei Bucks.

  8. Mercato chiuso, bene OKC, Portland e Miami (possono nuovamente dire la loro con quella squadra) male Sixers, Nuggets, Detroit e Phoenix.

    • Mah… alla fine i Suns che dovevano fare, col poco tempo che avevano a disposiozione. Knight è buono, e deve fare da riserva a Bledsoe quindi ci sta. Liberarsi di Thomas per me è solo che un bene.
      Sugli altri concordo, soprattutto su OKC che con Kanter diventa moooolto buona. Anche Miami, con una PG così… occhio.

  9. Scusa detroit guadagna jackson è ci perde? Mentre okc kanter e ci guadagna?
    Per me i suns non hanno fatto un grande affare,peró da perdere dragic gratis si ritrovano knight…

    • Sono operazioni da valutare anche in prospettiva: Detroit perde una buona riserva che si è dimostrata capace di gestire il gioco, aprire il campo e fare punti (DJ Augustin) e prende Jackson che è in scadenza (e vorrà tanti soldi), non ha una grande visione di gioco e come range non ci siamo per il gioco di SVG.
      OKC prende il centro con punti nelle mani che gli serviva (che è in scadenza e sarà da valutare da qui a fine stagione), un vero play di riserva (non una comboguard come Jackson) e una riserva per KD (utile soprattutto da qui ai PO). Il tutto senza intasare il cap per troppi anni.

      Per quanto riguarda Phoenix perdono Dragic-Thomas per Knight, non mi sembra una mossa furba.

      • Guarda a me Agustin piace, peró come play “puro” ho qualche dubbio. Certo è una buona riserva, ma l intensità che ti dava jackson è un altro paio di maniche. Che poi lo perdevano quello ormai era assodato.
        Kanter sicuramente puó essere piú adatto al sistema okc, ma lopez è un altro paio di maniche… possiamo dirlo che il turco è un ripiego (per ovvi motivi di prezzo).
        Poi che okc non puó sforare il Cap ormai lo sanno tutti… ma durant e westbrook non penso vorranno restarci a lungo in un sistema che piú di quello che vediamo non ti porta.
        I suns hanno preso 3 prime scelte e knight che è un buon attaccante. Si poteva avere di meglio per dragic? Si.
        Si poteva avere di meglio per un giocatore che fra tre mesi si liberava a 0? E che ha rifiutato a priori trade con squadre che ti potevano offrire migliori contropartite? Direi di no.
        Ps. Al massimo qualcuno mi spieghi che se ne fanno i celtics di Thomas quando hanno bradley e il nuovo payton in cabina di regia.

        • Invece secondo me OKC ha preso Kanter per numerosi motivi. Oltre al contratto, che per Lopez è alto soprattutto in relazione all’essere sempre rotto, Lopez non è un buon rimbalzista ed un pessimo difensore, invece Kanter porta più energia in difesa ed è giovane, prende meno e secondo me si adatta meglio al roster di OKC. Per me è tutt’altro che un ripiego, tanto che la trade con Lopez l’ha fermata Presti quando ha visto di poter arrivare al turco.
          In più hanno rpeso giocatori molto utili alla panchina. Augustin è uno con le palle ed è più play di Jackson, che comunque ormai non stava più bene lì, basti vedere il suo minutaggio dall’arrivo di Waiters.

          • Esatto. Lopez ai Nets si prende 20 tiri, a OKC gli serve uno da 10 + 10 con 6/7 tiri. In più Lopez in difesa sei uno in meno e per l’80% della stagione pure in attacco visto che è sempre rotto. Per i soldi che prende era un pessimo affare.

  10. Alcune cose proprio non le capisco:
    – perché cavolo Phila ha ceduto mcDaniels? E MCW?!? Senza un play in cambio poi…pensano di pescare 3 LBJ al prossimo draft?
    -perché cavolo i Bucks hanno sostituito Knight con MCW? Non sono migliorati, anzi.
    -perché Utah ha regalato Kanter?!?
    -cosa serve Thomas a Boston?
    Qualcuno me le può spiegare?

    • Beh oggi anche io prendo Knight su MCW, ma a me Knight pare uno che è al suo massimo mentre MCW ha margine. Considera inoltre che MCW viene da quel delirio di Phila. Chissà cosa può diventare… una mossa che tutto sommato ci stà.
      Thomas ai Boston era necessario, perché se Danny non chiude almeno una trade a bordo deadline gli viene un’emicrania che levati. Quindi ok.
      Per gli altri non ho idea…

  11. Ok … ricostruiamo … facciamo spazio salariale … cerchiamo di prendere scelte. Queste sono le scelte fatte dai sixers negli ultimi draft:
    http://www.basketball-reference.com/teams/PHI/draft.html
    Per non parlare dei FA presi (Brand … wow!!! e poi … mah)
    Adesso fatemi capire qual’è stata la lungimiranza dei vertici di questa franchigia? MCW via … Vucevic via … Holiday via … Turner via … Williams via … Young via … ecc, ecc … Fatemi capire VI PREGO!!!

    • l unica spiegazione che mi sono dato è che sapendo che non potendo mai ambire ad un titolo playoff gli piace dominare l unica competizione dove possono essere protagonisti e cioè il draft, quindi per una scelta sono disposti a mettersi a pecora nei confronti di tutti

  12. altro commento da fare è che adesso OKC ha una panchina veramente interessante, augustin singler kanter sono ottimi comprimari adesso brooks non ha più scuse

  13. Non riesco a cogliere due spiegazioni razionali per:
    – La cessione di Kanter a OKC.
    – La cessione di MCW ai Bucks.
    Ma poi Phila, proprio in generale, cosa fa?

    • gobert è in rampa di lancio e stava togliendo molti minuti a kanter è stato lui stesso a chiedere la cessione, per quanto riguarda phila non so aiutarti

      • La strategia di Phila non ha senso. Punto.
        MCW quest’anno é l’unica certezza ed é uno su cui puntare sul futuro. Non ditemi che ha un senso.

        Kanter ha chiesto espressamente di essere ceduto e Utah ha dovuto farlo…

        • Per quanto riguarda MCW ha pure senso, la lega è piena di point guard e lui non stava mostrando dei miglioramenti evidenti (anche se la contropartita è scarsa).
          La cosa senza senso è la cessione di McDaniels che aveva mostrato lampi molto interessanti sia in difesa sia in attacco.

          • Ha pure senso? Scambiare l’ex rookie of the year per una scelta che se i Lakers scelgono top 5 (probabilissimo) é protetta? Ma no dai, non scherziamo. MCW quest’anno giocava demotivato causa tanking ma restava il miglior giocatore della squadra

          • Infatti! Il mercato di Phila è allucinante. O hanno degli accordi con altre squadre per fungere da vivavio oppure non li capisco proprio. Coltivano giocatori interessanti ed appena danno segni di potenziale li cedono.
            O i loro scout sono formidabili ed hanno intravisto i nuovi LBJ, MJ, Magic tutti in questo draft oppure la dirigenza è impazzita.
            A meno che non vogliano fare un quintetto di solo centri più alti di 2.10 e magri, per ora ne hanno tre.

          • MCW sta giocando malissimo mostrando chiari limiti tecnici e di range, non dico che abbiano fatto bene a cederlo per così poco ma non è un giocatore su cui (secondo me) si può costruire una franchigia.

  14. A proposito di squadre serie, bene anche Denver. Via Afflalo (preso questa estate) e via McGee (il progetto preso due anni fa … ahahaha). Idee chiare anche in Colorado mi sembra: tornati indieto di due anni. Bah!

  15. Altri due dati importanti da segnalare:
    1. Ce la faccio a comprare la canotta di Datome prima che lo taglino?
    2. E ancora una volta, i Lakers, non se l’è filati di striscio nessuno. Ma manco tipo Luca Vitali. Godo poco…

    • 2 mi sentirei anche di quotarti ma sono sicuro che se lo avessero preso i lakers thomas saresti li a paraculare gianlux fino alla fine dei playoff 😀

      • Beh ovvio. E’ una questione di prospettive, capisci? Io so a cosa può aspirare Boston, ovvero a pregare fortissimo per un miracolo al draft su cui rifondare tutto. Tempo di attesa stimato per riavere una squadra che mi costringa a stare sveglio la notte? Dai 3 ai 7 anni. A seconda della variabile “culo”. Credo si possa fare qualcosa d’altro? No. Lo accetto? Sì. Capisci che in questo contesto salutare Thorton per abbracciare Thomas non fa alcuna differenza. Fine…

        Gianlux è un faker fatto è finito. Ogni anno è l’anno che “st’estate spaccamo il mondo”. Poi magari arrivano Howard, Nash e “gente”, passa un mese a sbrodolarsi e i restanti 11 sparisce in qualche anfratto buio. Per poi tornare e dire “quest’estare spaccamo il mondo”. Capisci che per me, perculare uno così è una necessità fisica.

  16. Analizzo trade per trade ragazzi,cosi faccio una di quelle belle cose lunghe che piacciono a noi…anzi no,di cose da dire ne ho molte ma voglio discuterne con voi,percio’ formato ridotto. Pistons:Mi sono piaciuti moltissimo.Vero che Reggie andrà pagato,ma guardate cosa SVG stava facendo con Jennings e Augustin e cosa ha fatto con Jameer,e capirete quando dico che qui si rischia l’All-Star.Adesso il core per il futuro,con Pordenone,Monroe e Drummond,e’molto,molto interessante.Bene bene Detroit,bene bene. Commento questa trade,aspetto risposte e poi via con le altre “analisi” 🙂

    • A pelle direi che se hanno fatto questo scambio è perchè, nonostante tutto, vogliono cercare di andare ai PO. Il prossimo hanno il duo Jennings-Jackson però rischia di essere di difficile gestione.

      • Eh ma Jennings torna da un infortunio serio,sarà in forma entro gennaio-febbraio (da ottobre a gennaio penso sarà NI),cioè alla trade deadline e sarà un contratto in scadenza.Non penso sia un problema.Comunque si,vogliono andare ai playoff,ma non hanno sacrificato nessun assets futuro,come da dettame di SVG.

    • Gli piace vincere facile… cmq per Pompeio,corri a prenderti la maglietta di datome che sarà il miglior acquisto dei celtics da qui ai prossimi 3 anni hahahahahabab

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.