Si apre il mercato NBA e sono subito fuochi d’artificio

32
3830
Anthony Davis - © 2015 twitter.com/AntDavis23
Anthony Davis – © 2015 twitter.com/AntDavis23

Il mercato dei free agent NBA è stato aperto solamente da qualche ora ma i primi movimenti ci sono già stati e puntano a indirizzare le restanti mosse dei General Manager e degli agenti dei giocatori. Sapendo bene che nei prossimi anni il salary cap si alzerà notevolmente, le cifre offerte per trattenere i giocatori sono lievitate e anche i tantissimi rumors presenti al momento parlano di contratti davvero imponenti per riuscire a firmare un Top Player.
Partiamo però dalle conferme, che sono arrivate e sono importanti: i New Orleans Pelicans hanno ovviamente offerto il massimo salariale consentito ad Anthony Davis per trattenerlo, e ci mancherebbe altro, con un contratto di 5 anni a 145 milioni di dollari. Il lungo diventa quindi il punto su cui cercare di costruire la squadra del futuro che dovrà per forza di cose essere di livello in tempo breve, per non spingere il giocatore e guardarsi attorno nelle prossime stagioni.

Altra conferma piuttosto scontata è quella di Kawhi Leonard che ha firmato l’estensione contrattuale con i San Antonio Spurs per 5 anni a 90 milioni di dollari. Il GM Buford aveva detto fin dall’inizio che la priorità della sua squadra era trattenere l’MVP delle Finals 2014, e ora potranno buttarsi anima e corpo su LaMarcus Aldridge, obiettivo numero 1 del mercato neroargento. Per arrivare all’ormai ex leader dei Blazers, nelle ore scorse, gli Spurs avevano intavolato anche una trade con i Cavs per acquisire il contratto di Brendan Haywood (da 9 milioni ma solamente 1 garantito se verrà tagliato entro agosto) cercando di cedere uno tra Splitter e Diaw.

Meno scontato era invece l’accordo tra Jimmy Butler e i Chicago Bulls: il giocatore infatti aveva paventato la possibilità di firmare un contratto di un solo anno per poi andare alla ricerca di un accordo molto più lucrativo nella prossima free agency, ed aveva in programma diversi incontri con altre squadre (Lakers i primi della lista). I Tori però hanno bloccato ogni voce sul nascere offrendo appena si è aperto il mercato un rinnovo quinquennale a 90 milioni di dollari (con opzione sugli ultimi due anni) che il giocatore ha accettato diventando così il co-leader della squadra per il futuro insieme a Derrick Rose.
Doppio colpo dei Brooklyn Nets che hanno trovato l’accordo sia con Brook Lopez (contratto di 3 anni a 60 milioni totali) sia con Thaddeus Young (4 anni a 50 milioni), confermando così la coppia di lunghi che ha concluso questa stagione.

Detto dei movimenti che ci si poteva aspettare, passiamo a quelli che, invece, stanno terremotando un po’ l’NBA e cambieranno parecchi scenari futuri: innanzitutto il rinnovo offerto dai Milwaukee Bucks a Khris Middleton, ovvero un quinquennale da 70 milioni di dollari. 14 mln a stagione per un giocatore che sì, nell’ultima stagione ha fatto bene, ma ha pur sempre chiuso con 13.4 punti e 4.4 rimbalzi e non sembra un possibile uomo franchigia, ma più un ottimo giocatore di contorno.
Questa firma, insieme a quella di Al-Farouq Aminu con i Portland Trail Blazers (4 anni a 30 milioni di dollari totali) stanno facendo sfregare le mani ai tanti agenti che ancora devono trovare una squadra ai loro assistiti, perché segnano una cifra di confine da cui partire con le varie richieste di contratto.

LaMarcus Aldridge free agency - © 2015 twitter.com/espn
LaMarcus Aldridge free agency – © 2015 twitter.com/espn

Chiudiamo con gli ultimi rumors, quelli più importanti e caldi al momento: Aldridge è l’uomo più ambito ma almeno per un paio di giorni la sua posizione non si chiarirà visto che dovrà incontrare parecchie squadre interessate a lui: Lakers, Rockets, Spurs, Mavericks, Suns, Raptors e Knicks. I Lakers allora stanno puntando DeAndre Jordan che potrebbe essere un colpo da affiancare a LMA e uno smacco ai cugini Clippers che vorrebbero trattenerlo; sul centro ci sono anche i Dallas Mavs che perso Ellis in guardia puntano forte Wesley Matthews, in uscita dai Blazers e in recupero dall’infortunio al tendine d’Achille.
Ellis sembra essere molto vicino agli Indiana Pacers, alla disperata ricerca di una guardia con punti nelle mani e capace di costruirsi qualcosa in attacco, le due parti si sono già incontrate e la trattativa pare ben avviata.
Altra pista calda è quella che vorrebbe vicini ad un accordo Rajon Rondo con i Sacramento Kings: coach Karl è alla ricerca di un playmaker e l’ex Boston è molto amico di Rudy Gay che l’avrebbe sponsorizzato più volte; rimane da capire, però, la situazione di Cousins, sempre più separato in casa.

Infine capitolo Marco Belinelli: dopo le buone stagioni agli Spurs le squadre che lo seguono sono molte e alcune anche molto importanti. I Golden State Warriors, campioni NBA in carica, vorrebbero riportarlo in California dopo averlo scelto Draft 2007, e ai Chicago Bulls farebbe grande piacere riaverlo a roster, ma al momento la squadra più attiva sembrano essere i Charlotte Hornets disposti a offrirgli la mid-level exception (circa 5 milioni di dollari). Charlotte non è una squadra “vincente” ma Marco troverebbe finalmente spazio da guardia titolare vicino a Walker e Batum, una prospettiva tutt’altro che negativa a questo punto della sua carriera.

32 Commenti

  1. I Nets chiudono Lopez a 60M in 3 anni (:O) e Young a 50M in 4 (:O:O).
    Volano contratti ancora più alti dello scorso anno…
    ps: un altro giorno così e i Lakers dalla free agency gli rimane Oden da prendere 😀

    • Purtroppo i Nets non avevano altra scelta che strapagare Lopez. Su Young potevano, onestamente, soprassedere ma evidentemente non vogliono una squadra troppo scarsa per paura di perdere spettatori.
      Splitter agli Hawks lo vedo molto bene, purtroppo perdono Carroll che i Raptors strapagano.
      Gli Spurs vicinissimi a LMA e rinnovano Green pagandolo leggermente più del suo valore (perché una volta uscito da SA le squadre in cui renderebbe sono 2-3).

        • Il basket non si gioca con le figurine come il 99% di voi tifosi Lakers crede. E’ chimica di squadra ed adesso, con Splitter, gli Hawks hanno un centro che sa difendere (per due anni ad un prezzo come pochi in NBA).

          • Infatti serviva cosí tanto agli spurs che hanno regalato l unico centro di ruolo e che difende… ma vaaaa

          • Gli Spurs stanno puntando a LMA, vogliono usare Duncan all’ultimissimo anno come centro e affiancargli un’ala forte con punti nelle mani in maniera che abbia solo compiti difensivi e non debba reggere l’attacco come negli ultimi PO. Come ho già detto è una strategia per vincere subito che io personalmente non supporto a pieno e che, fra due anni, li vedrà senza centri (a meno che Milutinov non si riveli la solita steal made-in-Spurs).
            Possibile che l’estate 2012 in cui gridavi alla vittoria del titolo senza problemi per poi sparire dopo 1 mese di RS non ti abbia insegnato nulla?

          • Purtroppo col senno di poi nessuno poteva immaginarsi che Howard fosse un ex giocatore e ancor di più Nash. Ripeto per me fa una grande cazzata lma perché se non vince il prossimo anno gli tocca fare il perno di una squadra in ricostruzione. E a sto punto meglio farlo ai lakers che a san Antonio! Se poi vincerà il titolo saró il primo a dire che ha fatto la scelta giusta. Bon critico la mossa spurs ma quella del giocatore

          • A dire il vero più di uno (io per esempio :)) riteneva quella squadra un’accozzaglia di giocatori. Soprattutto Nash non c’ebtrava na mazza, perché come ho detto 1000 volte, non c’è un play che può giocare con Kobe.
            Tieni poi conto che Howard non sarà quello di Orlando, però st’anno ha fatto le finali di conference giocando con Harden e poco altro. Quei Lakers per poco bucarono i PO…
            Cmq per LMA spuntano i Suns…

          • LMA penso sia quasi sicuro Sas. Hanno fatto troppi movimenti che lasciano presagire che vada la.
            Si ma Howard di Orlando in finale ci arrivava da solo. Per me Houston se lo sta piangendo e non poco.
            attenzione a green che ha interrotto le trattative e sicuramente aspetterà il gm di turno che gli offra il massimo giustamente

      • Concordo su Green e su Lopez. Young contratto ragalato e quei soldi per Carroll sono una follia. Splitter un po’ caro ma sicuramente utile. Cmq Atlanta ha fatto spazio per rifirmare Millsap e ancora più SAS ne ha fatto per Aldridge. Anno prossimo favoriti di nuovo…

  2. Ormai mi sa di si. Si muove tutto verso quella direzione. Resto Dell idea che sbaglia perché un anno per il titolo ci sta. Ma l estate 16 gli spurs ricominciano senza veterani.
    Con Lopez che rinnova e love quasi sicuramente rifirmato (vista la mancanza di alternative) penso che si batteranno su Monroe (strapagandolo) sempre che non vada a ny che sembra quella che si è buttata più convinta

  3. Ma se devo sacrificare 3 giocatori buoni e accollarmi un contrattone inutile per avere un centro e il nulla, tanto vale rinunciare.

    • Concordo. Sicuramente DMC è tra i migliori, se non il migliore, centro della lega, ma scambiare 3 buone prospettive per lui, con tutti i limiti caratteriali che ha, sarebbe stato troppo rischioso.

      • Sì, forse per una squadra normale, ma i Lakers? E l’anno prossimo KD come lo convinci? Con Russell e Randle? Non prendi nessuno quest’anno e dovrai aspettare un vita prima di tornare al vertice…

          • Che conta gasol si è autolevato (non me lo aspettavo), love chi ci ha mai creduto che lasciava cleveland ?(era più probabile il contrario) aldridge fino a prova contraria non ha scelto. Non è che stava sta enorme scelta. Lopez penso non gli sia manco pervenuta un offerta altrimenti non penso firmava per i nets che stanno belli che ingolfati.
            forse avrebbero dovuto dare tutti i prospetti per cosins e fare l accoppiata con rondo. Ma evidentemente Russell è davvero tanta roba per lasciarlo andare. Calcola che pure Boston ci ha provato per averlo quando si pensava che andasse a Phily.
            Io penso che facciano bene a tenerlo (in altri tempi avrei detto di dare subito le scelte per all star).

          • Ma se fino a due giorni fa mi dicevi che DMC era inutile firmarlo perché c’era una quantità di lunghi free agent da leccarsi i baffi…
            Cmq Lopez quei soldi lì chi glieli dava se non i Nets. Era scontato rimanesse lì.

          • Sì infatti non erano pochi il problema che nessuno si aspettava che gasol decidesse di rifirmare senza sentire nessun altra squadra. Quindi tolto love ( che mm lo consideravo ) stava lui aldridge Monroe e Lopez. Due su tre si sono accordati subito. Restano due.

  4. Pensavo che Love avesse piu’ attributi invece si e’ dimostrato un pavido che si nasconde dietro la gonna di James,e’ un giocatorello.

    • Beh Walton, non posso che darti ragione. Questa stagione Love non é che abbia esattamente impressionato e se lasciasse Cleveland dimostrerebbe di non essere in grado di reggere la pressione…

      • Comunque Love questa stagione ha viaggiato a 16.4 punti e 9.7 rimbalzi che non mi pare malissimo tenendo conto che di fatto è il terzo violino della squadra.
        Sicuramente per giudicare il suo gioco bisogna tenere conto che difensivamente parlando è al livello di un telepass però questo lo si sapeva fin dall’inizio!

        • Intanto i Kings svuotano il roster per firmare rondo e mattews. Se li prendono diventano la mia seconda squadra.
          Tutti aspettano che farà Monroe l ultimo dei lunghi FA fossi in lui andrei ai bucks ma firmando un contratto non più basso di 90×4 visto le cifre che girano.

    • Ma scusa… se andava in qualche altra squadra sarebbe stato dietro la gonna di qualche altra Star. Che sarebbe cambiato? Lui da 1° violino c’ha giocato già a Minnesota. Si è reso conto anche lui di non riuscire a trasportare da solo una squadra ad un livello superiore. Come era successo per Bosh a Toronto.

      Ragazzi, rendersi conto di non essere al livello di Bron, KD, Barba etc non è mica una cosa di cui vergognarsi eh! Anzi!
      Riconoscere i propri limiti per me è una grande caratteristica per i giocatori, soprattutto nella NBA dove ti pompano l’ego fin da quando entri nella Lega.

  5. Spero vivamente che Aldrige vada a San Antonio vedremmo ancora una squadra
    per cui io non tifo ma che fa un basket bellissimo che entusiasma.

  6. Oggi sono usciti veramente tanti contratti esagerati. Veramente tanti.
    Ripeto: con Splitter a 16.5 milioni in due anni, tra i contratti che sono usciti oggi, l’affare lo fanno gli Hawks.
    24 in due anni a Amir Jonhson che ha serissimi problemi fisici (topica clamorosa), Singler a 25 milioni in 5 anni (se Belinelli non riesce a prendere altrettanto deve licenziare il suo agente), T.Chandler a 52 milioni in 4 anni (giocatore finito a dir poco) e Aminu con 30 in 4 anni. Onestamente non riesco a decidere qual è peggio…

    • La modalità di questa free agency è la seguente…
      https://pbs.twimg.com/media/CI2oDn5WwAAtfCV.jpg:large

      Davvero soldi esagerati per tutti, a partire dai Green (entrambi), passando per Knight, Young e soprattutto (almeno per me) Chandler! Cioè Chandler oltre la cifra ha strappato un quadriennale. Follia…

      Simpatica la faccenda che Curry è tipo l’ottavo giocatore più pagato di GSW 😀

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.