La guida ad EuroBasket 2015

1
994

A pochi giorni dalla prima palla a due degli Europei di Basket di Francia/Germania/Croazia/Lettonia 2015, prima di analizzare le pretendenti alla vittoria finale del trofeo, facciamo un po’ di chiarezza sulla composizione dei gruppi, il formato del torneo, i suoi giorni di svolgimento, le arene dove si giocheranno le partite e un po’ di storia recente degli Europei. Il tutto con la speranza di poter vedere l’Italia, dei quattro NBAers Gallinari, Belinelli, Datome e Bargnani oltre che dei grandi talenti Gentile, Aradori, Hackett, Melli, andare il più avanti possibile e perché no, arrivare a giocarsi anche una medaglia, o almeno un posto che vale la qualificazione al torneo Pre-Olimpico Sì perché questa edizione degli Europei sarà davvero importante anche per questo motivo: le due finaliste saranno qualificate di diritto alle Olimpiadi di Rio 2016, mentre dalla terza alla settima classificata si qualificheranno per giocare un torneo di spareggio, contro le altre pretendenti ai tre posti olimpici rimasti, provenienti dagli altri quattro Continenti.

Composizione gironi

Gruppo A (Montpellier): Russia, Bosnia Herzegovina, Francia, Finlandia, Israele, Polonia
Gruppo B (Berlino): Spagna, Serbia, Germania, Turchia, ITALIA, Islanda
Gruppo C (Zagabria): Slovenia, Croazia, Macedonia, Grecia, Georgia, Olanda
Gruppo D (Riga): Estonia, Lettonia, Lituania, Repubblica Ceca, Ucraina, Belgio

Formato e programma del torneo

Dopo l’aumento del numero delle squadre della scorsa edizione il formato rimane lo stesso per la prima fase ma cambia nella seconda, passando direttamente all’eliminazione diretta. Il primo turno sarà composto da quattro gironi da sei squadre ciascuno che si svolgerà dal 5 al 10 settembre: 12 partite al giorno (tranne 7 e 8 settembre) divise in tre fasce orarie (diverse per ogni girone). Ogni girone in una città diversa.
A passare il turno saranno le prime quattro classificate che si sfideranno negli ottavi di finale (12 e 13 settembre, quattro partite al giorno, con accoppiamenti Girone A con B e Girone C con D tutte a Lille che sarà la sede dell’Europeo da qui alla fine); le vincenti si scontreranno nei quarti di finale (15 e 16) e poi chi passerà il turno nelle semifinali (17 e 18 settembre) mentre le sconfitte nelle sfide per decidere la classifica dal 5° all’8° posto, che come detto vale per la qualificazione al Pre-Olimpico. Infine la finale 3°/4° e quella 1°/2° si disputeranno il 20 settembre rispettivamente alle 14:00 e alle ore 19:00.

Arene

Il Pierre Mauroy Stadium di Lille (questo l’indirizzo: 261 Boulevard de Tournai, 59650 Villeneuve-d’Asque) sarà la sede centrale dell’Europeo 2015. Qui si giocheranno gli ottavi di finale, i quarti di finale, le semifinali e le finali. Inaugurati il 17 agosto 2012 è principalmente uno stadio di calcio e adattato per i concerti, con una capienza di 27.000 posti, situato a Villeneuve-d’Ascq, una cittadina alle porte di Lilla.
Il Pierre-Mauroy sarà anche una delle sedi del campionato europeo di calcio 2016.

Il Girone A, quello contenente la Francia giocherà all’Park&Suites Arena de Montpellier, aperta a settembre 2010 ha una capacità a sedere di 14.000 spettatori per i concerti, che diventano circa 9.000 per gli eventi sportivi come le partite di pallamano, tornei di tennis o eventi di ginnastica.

Il Girone B, che comprende i padroni di casa della Germania e l’Italia, sarà giocato nella splendida Mercedes-Benz Arena di Berlino (ex O2 World, situata a O2-Platz 1, Berlin) che lo scorso settembre ha ospitato i San Antonio Spurs nella tappa degli NBA Global Games. Aperto nel 2008 è un’arena davvero all’avanguardia che ha una capacità di 17.000 persone per i concerti e di 14.500 per le partite di basket. Nell’arena si disputano anche le partite di hockey sul ghiaccio e di pallamano.

Il Girone C si giocherà a Zagabria e vede al suo interno i padroni di casa della Croazia. L’Arena Zagreb ospita partite di hockey, calcio a cinque, pallamano, pallacanestro, pallavolo, incontri di atletica e altri eventi sportivi, ma anche numerosi concerti; ha una capacità di 16.500 persone per il basket e di 24.000 per i concerti.

Infine il Girone D sarà ospitato dalla Riga Arena in Lettonia, completato nel 2006 ed utilizzato principalmente per hockey su ghiaccio (10.500 posti), pallacanestro (12.500) e concerti (14.500). La Riga Arena ospita anche le partite casalinghe della Nazionale Lettone di basket.

Albo d’oro

L’ultima edizione giocata in Slovenia ha probabilmente messo fine all’egemonia impostata nell’ultimo decennio dalla Spagna, capace di vincere 2 ori, tre argenti e due bronzi dal 1999 ad oggi (mancando il podio solo nel 2005). A scalzare le Furie Rosse ci hanno pensato la Francia di Parker, Diaw e Batum, che dopo tante delusioni (argento nel 2011 perdendo contro gli spagnoli in finale) si candida a favorita anche per l’edizione di quest’anno.
Russia, Grecia e Lituania sono state le uniche nazioni in grado di vincere l’Oro prima dell’egemonia spagnola e dopo il dominio serbo/jugoslavo. Proprio la nazionale di coach Djordjevic dopo aver vinto l’oro nel 1995, 1997 e 2001 (come Jugoslavia però) non sono più riusciti a tornare a quei livelli (se si esclude l’argento del 2009), ma gli ultimi Mondiali, persi solamente in finale e giocati in modo convincente, li ripropongono ai vertici del Continente Europeo e i più seri candidati alla vittoria insieme alla Francia, e ovviamente alla Spagna.

Per l’Italia purtroppo le ultime vittorie sono lontanissime: l’Argento 1997, l’Oro 1999 ed il Bronzo 2003 sono ricordi ormai troppo distanti, che speriamo la banda di coach Pianigiani sia in grado di far tornare freschi nella nostra mente.
Nelle ultime edizioni infatti i risultati sono stati deficitari a dir poco: due noni posti, la mancata qualificazione nel 2009, la 17esima posizione nel 2011 e l’8° posto nella scorsa edizione in Slovenia. Troppo poco per i tanti tifosi azzurri che quest’anno ripongono grandi speranze in un gruppo che sembra davvero solido!

1 commento

  1. Molto dipende dal girone, L’Italia per me è forte ma ci sono parecchi punti interrogativi. Se riescono a far gruppo e a passare come primi/secondi del girone (meglio il secondo posto del primo) allora si può arrivare fino in fondo.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.