Serie A2, 2a giornata: Brescia e Scafati tengono il passo, cade Agrigento

0
456
Logo Lega Nazionale Pallacanestro
Logo Lega Nazionale Pallacanestro

GIRONE EST

Nell’anticipo di sabato trasmesso in diretta su Sky Sport 3HD, Mantova si presenta con una vittoria, dopo aver aspettato la seconda giornata per fare il suo esordio in questa stagione a causa del rinvio della prima partita a Bologna. Gli Stings liquidano Trieste con non poche difficoltà, ma la cosa più importante era vincere. Inizio di campionato difficile, invece, per la squadra di coach Dalmasson che ha affrontato nelle prime due giornate due squadre costruite per centrare l’obiettivo promozione. In ogni caso, Trieste ha risposto presente riuscendo a rientrare in partita nell’ultimo quarto trascinata da Parks, cambiando decisamente rotta rispetto all’esordio stagionale dove l’attacco non aveva funzionato. Adesso non bisogna demoralizzarsi, c’è da continuare a lavorare e guardare alla prossima partita puntando alla vittoria.

Nelle partite di domenica Treviso non delude nemmeno davanti al pubblico amico e, avendo giocato alle 16, si gode qualche ora da capolista solitaria nel girone. Anche stavolta sono Corbett (18 punti) e Powell (17 punti e 13 rimbalzi) a guidare i loro compagni verso la seconda vittoria stagionale su due partite. A Recanati, che era rimasta in partita fino alla fine, non basta la voglia di riscattare la sconfitta patita nella prima partita di campionato.
Continuano la loro marcia vincente sia Verona che Brescia che hanno la meglio, rispettivamente, su Roseto e Matera. Gli Scaligeri la chiudono già nel primo quarto (23-7), guidati dai 25 punti di Rice. Fa più fatica, invece, Brescia, che soffre nel primo tempo ma si riprende nella seconda metà di gara, segnando ben 64 punti. Mattatori della serata Holmes (26 punti) e Hollis (22 punti).

Treviglio centra il primo storico successo nel secondo campionato nazionale. Partita tutta in salita per la squadra di coach Vertemati che deve inseguire Chieti, senza Abbott, scappata a +8 al 10′. I lombardi, però, non si fanno intimorire da Armwood e compagni e rimontano la partita portando a casa i primi due punti della stagione, trascinati da Marino e Kyzlink (16 punti a testa).
Colpi a sorpresa per Legnano, che espugna Ferrara, e Ravenna, che torna vittoriosa dalla trasferta di Jesi. I biancorossi piazzano il parziale decisivo nel terzo quarto (10-23) ed espugnano il Pala Hilton Pharma; Ferrara rientra dagli spogliatoi troppo morbida e paga la maggiore aggressività degli avversari. Nell’altra partita, la squadra di coach Martino si riscatta dopo la sconfitta nel derby e ribalta il risultato nell’ultimo quarto, lasciando Jesi a 0 punti in classifica.
Ma la partita più attesa della seconda giornata del girone Est era senza dubbio il derby tra Imola e Bologna. Le due squadre non hanno deluso le aspettative: sfida decisa all’overtime, in cui i padroni di casa si sono portati subito in vantaggio senza più farsi raggiungere dagli ospiti. Bologna può recriminare di aver giocato i minuti finali senza alcuni dei suoi giocatori chiave usciti per 5 falli. Partita spettacolare in cui le giocate di Anderson (22 punti) da una parte, e Flowers (30 punti) dall’altra, l’hanno fatta da padrone.

Mercoledì 14/10/2015 alle ore 20:30 al 105 Stadium si recupererà la partita tra Bologna e Mantova.

RISULTATI
Mantova 90 – 83 Trieste
Treviso 74 – 66 Recanati
Verona 75 – 55 Roseto
Brescia 103 – 87 Matera
Ferrara 77 – 88 Legnano
Imola 93 – 87 Bologna (OT)
Treviglio 60 – 53 Chieti
Jesi 71 – 79 Ravenna

CLASSIFICA
Verona, Brescia, Treviso, Imola 4.
Mantova*, Legnano, Ferrara, Ravenna, Chieti, Matera, Treviglio 2.
Bologna*, Recanati, Jesi, Roseto, Trieste 0.
(*)=una partita in meno

GIRONE OVEST

Sabato sera infelice in quel di Tortona per Trapani, che apre una due giorni negativa per le siciliane di A2. Nonostante l’ottimo esordio stagionale, la squadra di coach Ducarello inciampa già alla seconda giornata, a dimostrare che, quest’anno più che mai, non bisogna sottovalutare alcuna partita per non rischiare di prendere brutte imbarcate. Tortona vince, trascinata dalla grinta di capitan Simoncelli, e si mostra come prima piacevole sorpresa di questo campionato.
Nell’altro anticipo dell’Ovest, si sfidavano due squadre in cerca di riscatto, Omegna e Reggio Calabria. Alla fine, hanno la meglio gli ospiti, che costruiscono il loro vantaggio, pazientemente, minuto dopo minuto, favoriti dal fatto che se in squadra hai un giocatore col talento di Austin Freeman (27 punti con 11/15 dal campo), è davvero difficile non vincerle le partite.

Nelle partite di domenica l’equilibrio regna sovrano. Se quest’anno Scafati vuole puntare in alto, deve cominciare dimostrando di poter vincere partite difficili. L’occasione l’ha avuta già alla seconda giornata: al PalaMangano, infatti, si è presentata Siena, una partita che non può essere come le altre per i ragazzi di coach Perdichizzi, basti pensare a che livelli era quella piazza fino a qualche anno fa. La partita è stata equilibrata, con Simmons (27 punti e 11 rimbalzi) e Diliegro (14 punti e 15 rimbalzi) a lottare sotto le plance, ma è stata Scafati a dimostrare di avere qualcosa in più in certe situazioni. Alla fine il tabellone dice 81-77 per i locali, che hanno dimostrato di essere una squadra in grado di poter raggiungere traguardi importanti. Il segnale a fine partita però è che anche Siena c’è e potrà essere un avversario ostico per tutti.

Il weekend negativo per la Sicilia è evidenziato dalle contemporanee sconfitte di Barcellona e Agrigento. I giallorossi vengono sconfitti da Casalpustrlengo, che è più squadra e mette le mani sulla partita già alla fine del primo tempo sul 29-48; obbligo di riscatto per Barcellona già dalla prossima partita. Brutto scivolone pure per Agrigento, che cade in casa contro la sicuramente meno quotata Agropoli, che ha il merito di essersi presentata al PalaMoncada con la convinzione di poter fare risultato. La squadra di coach Paternoster chiude in vantaggio il terzo quarto, tutti aspettano il momento in cui la squadra di coach Ciani piazzerà la stoccata decisiva. Ma così non è: Agropoli arriva addirittura a +13 a 8′ dalla fine e riesce a mantenere un seppur minimo margine di vantaggio fino all’ultimo secondo. Top scorer della serata è Trasolini con 35 punti. Il pubblico siciliano spera che la sua squadra abbia imparato la lezione dopo questa giornata: mai sottovalutare alcun avversario.

Questa è stata anche domenica di derby: ben tre nel girone Ovest, tutti tiratissimi, in cui una minima disattenzione poteva costare cara. Il primo se lo aggiudica Latina che rischia, nel finale, di subire la rimonta di Rieti, guidata dai 29 punti di Pepper. La squadra di coach Gramenzi, però, grazie al suo asse play-pivot Tavernelli-Mosley (16 punti e 8 assist il primo, 17 punti e 19 rimbalzi il secondo), riesce a portare a casa un’importante vittoria. Il secondo lo vince Ferentino su Roma, in una partita in cui i ciociari mostrano la loro superiorità in alcuni frangenti senza mai riuscire a chiudere, in anticipo, il match. Nel terzo, questa volta in Piemonte, Casale Monferrato ha la meglio su Biella riuscendo a prevalere solo nell’ultimo quarto, grazie soprattutto ai 25 punti di Bray.

RISULTATI
Tortona 85 – 64 Trapani
Omegna 67 – 78 Reggio Calabria
Latina 79 – 76 Rieti
Scafati 81 – 77 Siena
Barcellona 78 – 87 Casalpusterlengo
Ferentino 74 – 70 Roma
Casale Monferrato 75 – 62 Biella
Agrigento 82 – 83 Agropoli

CLASSIFICA
Tortona, Ferentino, Casale Monferrato, Scafati, Agropoli 4.
Agrigento, Reggio Calabria, Siena, Casalpusterlengo, Trapani, Latina 2.
Barcellona, Roma, Rieti, Biella, Omegna 0.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.