Serie A2, 3a giornata: solo Mantova e Treviso a punteggio pieno tra le big

0
547
Logo Lega Nazionale Pallacanestro
Logo Lega Nazionale Pallacanestro

GIRONE EST

Prima del weekend, questa settimana si è giocato il recupero della prima giornata di campionato tra Bologna e Mantova. La squadra di coach Boniciolli va vicina al colpaccio per poi arrendersi a pochi secondi dalla fine. Mantova, senza Hurtt, dimostra di poter vincere partite importanti pur non giocando benissimo. Il risultato finale è: Bologna 64-67 Mantova.

Grinta e intensità permettono a Trieste di asfaltare Imola in un inedito venerdì sera di basket. Pecile e compagni non si perdono d’animo dopo un difficile inizio di campionato e centrano il primo successo stagionale. Un altro passo avanti per la crescita di una squadra che già aveva mostrato miglioramenti tra la prima e la seconda partita di campionato. Imola non è praticamente pervenuta al Palasport Cesare Rubini (appena 37 di valutazione complessiva).

L’anticipo del sabato prevedeva, in diretta su Sky Sport 3HD, un’interessante sfida tra Bologna e Verona. La Scaligera, probabilmente, confidava un po’ nella stanchezza dei bolognesi (che avevano giocato appena tre giorni prima) ed era, sicuramente e forse fin troppo, sicura dei propri mezzi considerando come erano andate a finire le prime due gare stagionali. Ma si sa, la Fortitudo è l’orgoglio di una piazza e non permetterebbe mai a nessuno di vincere a casa sua senza sudare. All’inizio dell’ultimo quarto, Verona credeva di poterla chiudere senza problemi. Non la pensavano allo stesso modo Radic (24pt) e Flowers (21pt) che con un ultimo parziale di 20-9 hanno consegnato alla Effe la prima vittoria in stagione. Verona ha capito che in questo campionato di A2 dovrà sudare anche lei se vuole raggiungere l’obiettivo fissato ad inizio campionato.

Meno di 24 ore dopo la sconfitta di Verona, arriva anche quella di Brescia. A Roseto, la Leonessa sbaglia l’approccio alla partita e, all’intervallo lungo, si trova sotto addirittura di 21 punti. A quel punto, difficile per chiunque recuperare. Meriti comunque a Roseto che ha affrontato con il giusto carattere un avversario quantomeno temibile.
Non si fermano, invece, Mantova e Treviso, che volano in testa alla classifica a punteggio pieno. Mantova, che vince la terza partita nel giro di otto giorni ancora senza Hurtt, si dimostra molto solida e, man mano che Sims si integra con i compagni, cresce anche il potenziale della squadra. Legnano lotta, ma alla fine deve arrendersi alla superiorità degli avversari. Dall’altra parte, Treviso prevale su Matera. Trascinata dai 30 punti del solito Corbett, che risponde colpo su colpo ai tentativi di rimonta dei lucani, la squadra di coach Pillastrini espugna il PalaSassi e regala una grande gioia ai numerosi tifosi al seguito.
Vittorie interne per Ravenna e Chieti. Al Pala De André, partita molto equilibrata tra due squadre alla ricerca dei giusti equilibri per riuscire a competere al meglio in questo campionato. Alla fine Ravenna prevale su Treviglio, grazie ad un eccellente Rivali (29 di valutazione) ben supportato dai due americani. Meno combattuta la partita del PalaTricalle dove i padroni di casa domano Ferrara, scendendo in campo con maggiore determinazione. Ottima la prova di Lilov (18pt), tesserato per sostituire il momentaneamente infortunato Abbott; superlativo, invece, l’ex di giornata Marco Allegretti che chiude in doppia-doppia (13+13).

Nella terza giornata del girone Est è andato in scena anche un singolare derby delle Marche tra Recanati e Jesi. Di fronte c’erano due squadre obbligate a vincere per smuovere la classifica. Parte meglio Jesi che chiude a +7 il primo tempo. Nel terzo quarto arriva la reazione di Recanati guidata da Lawson, ma non basta. Jesi, con i 25 punti di Santiangeli, espugna il PalaCingolani e lascia Recanati all’ultimo posto solitario nel Girone Est.

RISULTATI
Trieste 87 – 53 Imola
Bologna 77 – 69 Verona
Ravenna 84 – 80 Treviglio
Recanati 72 – 79 Jesi
Chieti 82 – 64 Ferrara
Roseto 88 – 74 Brescia
Legnano 62 – 67 Mantova
Matera 75 – 91 Treviso

CLASSIFICA
Treviso, Mantova 6.
Verona, Chieti, Brescia, Ravenna, Imola 4.
Bologna, Trieste, Legnano, Jesi, Treviglio, Roseto, Ferrara, Matera 2.
Recanati 0.

GIRONE OVEST

Tortona per continuare a sognare, Omegna per risvegliarsi dall’incubo A2. L’anticipo del sabato sera a Ovest mette in ballo la vittoria del derby. Alla fine la spunta l’entusiasmo dei padroni di casa che fa calare il buio nello spogliatoio degli ospiti. È una sconfitta che rischia di aggravare ancor di più la difficoltà del momento per Omegna. Il campionato è ancora lungo, c’è tempo per riprendersi, ma bisogna farlo al più presto. D’altra parte Tortona si gode il suo momento di gloria, sperando continui ancora per molto.
Non si ferma più nemmeno la neopromossa Agropoli: dopo aver battuto Agrigento, supera anche Ferentino, un’altra delle squadre maggiormente accreditate ad un posto tra le prime a Ovest. Parziale decisivo nel terzo quarto (20-13) e vittoria conquistata grazie ad un Terrence Roderick in versione monstre, capace di una “tripla-doppia” da 23 punti, 10 rimbalzi e 10 falli subiti.
Dunque anche Ferentino deve iscriversi al gruppo delle big che, in queste prime tre giornate di campionato, hanno già dovuto, per demerito proprio o per merito degli avversari, assaporare la sconfitta. Tortona e Agropoli invece raggiungono la vetta della classifica grazie a tre vittorie nelle prime tre partite, a dir poco inaspettate.

Tornano a vincere sia Trapani che Agrigento, dopo le sconfitte patite nella seconda giornata. Al PalaConad, dopo un primo tempo con alti e bassi, la squadra di coach Ducarello mostra la sua superiorità e vince contro un’ottima Latina. Ancora incontenibile Renzi (22 punti e 12 rimbalzi, con 30 di valutazione). Nell’altra partita, i ragazzi di coach Ciani, che ha dovuto fare a meno dell’infortunato Piazza (ben sostituito in campo da Saccaggi), ottengono la vittoria in un ultimo quarto in cui Roma, praticamente, smette di giocare. A questo punto, la Virtus dovrà darsi una mossa perché quello 0 in classifica comincia a pesare in una piazza così importante.
Siena dimostra di essere una squadra solida e batte Casale Monferrato: partita molto combattuta, Casale non regala niente ai padroni di casa, ma possesso dopo possesso, Siena costruisce il suo vantaggio guidata dagli americani, e porta a casa una partita sicuramente difficile. Non ha nulla da rimproverarsi Casale che, se giocherà sempre così, quest’anno potrà togliersi delle belle soddisfazioni.

Chi può avere qualcosa da recriminare è, invece, Scafati. La squadra campana è stata, infatti, colpita da un virus intestinale causato secondo la società stessa dal cibo ingerito nell’albergo di Reggio in cui alloggiavano. Alla fine i giocatori sono scesi regolarmente in campo, ad eccezione di Portannese, ma molti di loro erano in condizioni precarie. A dire il vero, Scafati non ha mostrato particolari segni di difficoltà, almeno fino al terzo quarto, chiuso in vantaggio. Il calo, però, è arrivato nell’ultimo quarto in cui, soprattutto grazie ai meriti di Reggio Calabria, la squadra di coach Perdichizzi ha ceduto sotto i colpi di un inaspettato Crosariol (22 pt) e del giovane Lupusor (14 pt).
Arrivano punti importanti in prospettiva salvezza per Rieti contro Casalpusterlengo e Barcellona contro Biella. Partita combattutissima al PalaSojourner: nel primo tempo meglio Rieti, nel secondo si rifà sotto Casalpusterlengo, ma al 40esimo minuto è parità. All’overtime la squadra di coach Finelli paga, probabilmente, le assenze e le non perfette condizioni di alcuni giocatori. Buona la terza per Rieti: Mvp della serata Robert Fultz con 25 punti, 7 rimbalzi e 8 assist (32 di valutazione), che mette quasi in ombra i 22 punti e 14 rimbalzi di Buckles (28 di valutazione). Al Biella Forum, partita tra due squadre che devono cancellare lo 0 in classifica. Si vede, fin da subito, che è una partita in cui entrambe le squadre non vogliono perdere. Tra parziali e contro parziali, si arriva alla fine del terzo quarto in perfetta parità. Sugli scudi ci sono i due playmaker: da una parte Jazzmarr Ferguson con 26 punti, dall’altra Simone Centanni con 29 punti. Nell’ultimo quarto Barcellona dimostra di averne di più e conquista la vittoria.

RISULTATI
Tortona 91 – 70 Omegna
Trapani 89 – 84 Latina
Roma 52 – 67 Agrigento
Rieti 84 – 80 Casalpusterlengo
Siena 68 – 60 Casale Monferrato
Reggio Calabria 81 – 70 Scafati
Biella 70 – 77 Barcellona
Agropoli 76 – 74 Ferentino

CLASSIFICA
Tortona, Agropoli 6.
Agrigento, Reggio Calabria, Ferentino, Siena, Casale Monferrato, Trapani, Scafati 4.
Barcellona, Casalpusterlengo, Latina, Rieti 2.
Roma, Biella, Omegna 0.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.