Serie A2, 28a giornata: Mantova batte Treviso ed è prima a Est; Scafati e Tortona appaiate in vetta a Ovest

0
53
Logo Lega Nazionale Pallacanestro
Logo Lega Nazionale Pallacanestro

GIRONE EST

Finalmente è arrivata la partita che tutti aspettavano, quella per decretare il più forte e assegnare così il primato solitario nel girone. L’unico modo per fermare una tra Mantova e Treviso era lo scontro diretto, altrimenti avrebbero potuto continuare a vincere entrambe ancora per molto. Così, in un PalaBam allestito a dovere con il pubblico delle grandi occasioni (tra cui anche 700 tifosi trevigiani), si sono date battaglia le due più forti formazioni del campionato. La partita non ha deluso le aspettative: così come all’andata l’equilibrio regna sovrano. Mantova riesce a chiudere il primo tempo avanti di 5 lunghezze, ma a Treviso basta il terzo quarto per recuperare e iniziare l’ultima frazione di gioco in perfetta parità a quota 56. L’ultimo quarto è non meno combattuto degli altri ma alla fine Mantova riesce a spuntarla, portandosi a casa vittoria e primato in classifica che, a meno di cali di concentrazione, potrebbe conservare fino alla fine risultando testa di serie assoluta nei playoff. Treviso esce a testa altissima, tutt’altro che ridimensionata: una squadra dal grande carattere che può solo rimpiangere l’assenza di Fantinelli. Alle spalle delle due dominatrici del girone, Brescia e Roseto continuano il loro cammino cercando di difendere rispettivamente terzo e quarto posto in classifica. Brescia supera Treviglio in diretta su Sky Sport 3HD, portandosi a soli due punti dal secondo posto, pronta ad approfittare di qualsiasi passo falso delle due formazioni che la precedono. D’altro canto continua la super stagione di Roseto che, battendo Ravenna, si porta al quarto posto solitario. Gli Sharks portano a casa la vittoria grazie ad un ultimo quarto strepitoso (31-17), in cui scacciano via le speranze di vittoria degli ospiti.

A sole due giornate dalla fine della stagione regolare, ammettendo pure che Imola abbia buone possibilità di disputare i playoff, dalla 6a all’11a posizione tutto può ancora succedere. Ravenna e Treviglio, come detto, escono sconfitte da quest’ultimo turno. Va meglio invece per le altre. Trieste, recuperato Landi, supera senza problemi Jesi, ormai condannata ai playout ma ancora in lotta con Recanati per conquistare una posizione migliore sul tabellone. Anche Bologna ottiene due punti facili proprio contro Recanati, grazie ad un secondo quarto eccezionale chiuso con il parziale di 37-12. A guidare i suoi compagni in attacco è stato un ottimo Flowers, che ha contribuito alla causa con 28 punti e 6 falli subiti (32val). A tratti sofferta, ma pur sempre una vittoria per Verona contro Chieti. Due punti importantissimi per i ragazzi di coach Crespi che raggiungono così quota 30 punti, soglia ad oggi sufficiente per accedere alla post season. Continua la grande rimonta di Ferrara, in difficoltà nella prima parte di stagione ma ora con la possibilità di lottare addirittura per un posto tra le prime otto. Contro Matera, Brkic e compagni sono sembrati sempre in controllo del match, senza mai però chiuderlo definitivamente. Ennesima ottima prova di Rush (22pt, 7fs, 10rb, 28val) da una parte e di Hubalek,  probabilmente maggior rimpianto della stagione materana, dall’altra (26pt, 7fs, 13rb, 32val).

Una squadra che lotta, che non si arrende davanti alle difficoltà e che, alla fine, raggiunge i suoi obiettivi: quale migliore definizione per identificare la Legnano di coach Ferrari? Molti la davano per spacciata verso metà stagione quando gli infortuni la stavano tormentando. Ma continuando a lavorare sodo e tendendo unito il gruppo senza farsi infastidire dalle critiche, Palermo e compagni oggi raggiungono la salvezza matematica. Complimenti a loro! Il risultato del primo tempo contro Imola (43-25) testimonia la determinazione con cui i lombardi sono scesi in campo. Senza Pacher, ci pensa Raivio (32 punti con 12/16 dal campo, 6fs, 7rb, 40val) a caricarsi la squadra sulle spalle e portarla al successo. C’è da dire che grande merito di questa salvezza va proprio ai due americani, sicuramente tra i migliori dell’intero campionato, sempre decisivi nei momenti fondamentali delle partite e pronti a prendersi le loro responsabilità quando necessario.

RISULTATI
Brescia 76 – 63 Treviglio
Matera 82 – 88 Ferrara
Roseto 85 – 70 Ravenna
Verona 78 – 74 Chieti
Bologna 99 – 77 Recanati
Mantova 70 – 68 Treviso
Trieste 83 – 64 Jesi
Legnano 74 – 60 Imola

CLASSIFICA
Mantova 42.
Treviso 40.
Brescia 38.
Roseto 36.
Imola 34.
Trieste, Bologna 32.
Verona, Ravenna 30.
Ferrara, Treviglio 28.
Chieti 22.
Legnano 20.
Jesi 16.
Recanati 14.
Matera 6.

 

GIRONE OVEST

Scafati torna finalmente alla vittoria riuscendo a difendere il primato in classifica seppur in collaborazione con Tortona. Di certo non era una partita impossibile quella contro Barcellona, già condannata alla retrocessione. E’ bastano un secondo quarto da 33-12 per archiviare la pratica. Grandi protagonisti della serata i centri delle due compagini: da una parte Simmons (22pt, 5rb, 29val), dall’altra Loubeau (21pt, 6fs, 9rb, 35val). D’altro canto grandissimo periodo di forma per Tortona che con grande impegno e perseveranza è riuscita prima ad agganciare Scafati in classifica ed ora a metterle una forte pressione anche dal punto di vista psicologico per queste ultime due partite di campionato. Contro Biella, una squadra comunque in cerca di punti per rimanere in zona playoff, non c’è partita. Dominio assoluto di Brooks (19pt, 6fs, 12rb, 6ass, 38val) e compagni. Scafati è avvertita, non potrà più permettersi passi falsi.

Se per i playoff la situazione è incerta ma comunque abbastanza definita, le maggiori incertezze provengono dalla zona playout. Solo Omegna, nonostante la vittoria su Ferentino, sembra condannata. Servirà un vero miracolo ai ragazzi di coach Faina per evitare i playout e non dipenderà esclusivamente da loro. C’è da dire che Iannuzzi (autore del canestro decisivo a 11 secondi dalla fine) e compagni hanno messo in campo un grandissimo orgoglio per recuperare il risultato nell’ultimo quarto riuscendo a strappare una vittoria che sembrava ormai compromessa.

Per il resto tutto è ancora da decidere. Infatti le vittorie di Rieti (dopo quella di mercoledì contro Siena) e Reggio Calabria e le contemporanee sconfitte di Roma e Casalpusterlengo rimettono tutto in discussione. Rieti, dopo un periodo di stagione estremamente negativo, è apparsa in netta ripresa. Dopo la convincente vittoria contro Siena, ne arriva un’altra ancor più importante. A Trapani infatti i ragazzi di coach Nunzi giocano una buona partita venendo graziati nel finale dallo 0/2 ai liberi di un pur ottimo Renzi (21pt, 7fs, 13rb, 29val) che gli regala la vittoria. Altrettanto importante la vittoria di Reggio Calabria su Agrigento (senza Chiarastella). Giocando un secondo tempo di altissimo livello guidati da Adegboye (18pt, 5fs, 5rb, 6ass, 28val), i reggiani portano a casa due punti fondamentali. Considerando i risultati che stanno ottenendo squadre che potevano sembrare spacciate fino a poco tempo fa, la quota salvezza si alza sempre di più, costringendo anche chi si riteneva già salvo a cambiare i suoi programmi. Se vorranno salvarsi, sia Roma che Casalpusterlengo non dovranno lasciare niente al caso in questo finale di stagione. La 28a giornata però riserva per loro due pesanti sconfitte. Roma perde a Latina, nonostante un’altra prestazione superlativa di Olasewere (34 punti con 13/16 dal campo, 7fs, 15rb, 43val). I padroni di casa si dimostrano più concentrati nell’ultimo quarto e fanno valere il fattore campo, trascinati da Tavernelli (14pt, 7fs, 5rb, 8ass, 27val). Casalpusterlengo invece torna sconfitta dalla trasferta di Siena, di certo un campo non facile ma visto il +8 a fine primo quarto ci si poteva aspettare qualcosa di più. Sicuramente l’assenza di Austin pesava parecchio tra le file lombarde, ma Siena non ha fatto sconti e grazie ai 24 punti di Udom (31val) si è aggiudicata un posto nei playoff. Un altro posto invece spetterà ad Agropoli. Il sogno è diventato realtà per i ragazzi di coach Paternoster che hanno dimostrato di potersela cavare anche con assenze pesanti come quelle di Tavernari e Carenza. A Casale Monferrato, il solito Trasolini (28pt, 5fs, 11rb, 34val) prende per mano i suoi e li porta dritti verso un posto nei playoff!

RISULTATI
Latina 90 – 85 Roma
Omegna 75 – 74 Ferentino
Reggio Calabria 82 – 69 Agrigento
Siena 99 – 91 Casalpusterlengo
Scafati 89 – 78 Barcellona
Casale Monferrato 80 – 82 Agropoli
Trapani 73 – 74 Rieti
Tortona 87 – 72 Biella

CLASSIFICA
Scafati, Tortona 38.
Siena, Ferentino, Agropoli, Agrigento 34.
Trapani, Biella 28.
Latina, Casale Monferrato 26.
Roma, Rieti, Casalpusterlengo, Reggio Calabria 24.
Omegna 20.
Barcellona 12.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here