Italia: Messina ha scelto i 12. Da lunedì è Preolimpico

0
41
Nazionale italiana - © 2016 Simone Lucarelli
Nazionale italiana – © 2016 Simone Lucarelli

Ci siamo finalmente! Dopo tanta attesa l’Italia del basket è pronta per iniziare, da lunedì, il Preolimpico di Torino, il torneo che mette in palio un biglietto per andare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, obiettivo primario che la Federazione del presidente Petrucci porta avanti e martella da almeno tre anni. Il gruppo degli azzurri è fatto, selezionato dal ct Ettore Messina, il coach di cui tutti ci fidiamo ciecamente visto il curriculum che si porta dietro tra Italia e Europa, e il ruolo di vice di Gregg Popovich ai San Antonio Spurs.

Dopo la preparazione in altura a Folgaria chiusa con la vittoria della Trentino Cup, e poi la seconda fase del ritiro a Bologna conclusa col torneo del PalaDozza perso in finale contro il Canada, Messina ha annunciato i 12 che difenderanno i colori azzurri a Torino dopo l’amichevole vinta 83-70 al Forum di Biella contro Portorico.

Pietro Aradori (1988, 194, A, Grissin Bon Reggio Emilia)
Andrea Bargnani (1985, 213, A/C, Free Agent)
Marco Stefano Belinelli (1986, 196, A/G, Charlotte Hornets – NBA)
Riccardo Cervi (1991, 214, C, Grissin Bon Reggio Emilia)
Marco Cusin (1985, 211, C, Sidigas Avellino)
Luigi Datome (1987, 201, A, Fenerbahce Ulker Istanbul – Turchia)
Danilo Gallinari (1988, 208, A, Denver Nuggets – NBA)
Alessandro Gentile (1992, 201, G/A, EA7 Emporio Armani Milano)
Daniel Lorenzo Hackett (1987, 199, P/G, Olympiacos – Grecia)
Nicolò Melli (1991, 205, A/C, Brose Bamberg – Germania)
Giuseppe Poeta (1985, 191, P, Manital Torino)
Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)

Gli ultimi quattro tagli sono stati Andrea Cinciarini, Davide Pascolo, Amedeo Della Valle e Awudu Abass. In questo modo si può capire come Poeta sia stato preferito a Cinciarini come playmaker di scorta dietro a Hackett, inoltre la rinuncia a due esterni come Della Valle e Abass per favorire un pivot come Cervi va letta in chiave Bargnani dato che il Mago evidentemente non dà tutte queste garanzie a livello fisico tra i problemi al polpaccio e quelli al gomito. Che Pascolo fosse fra i tagliati lo si poteva immaginare visto che era stato richiamato al posto dell’infortunato Zerini. Ha sorpreso tutti la decisione di confermare nel roster Stefano Tonut: questa scelta potrebbe essere nella nella direzione di tenere un ragazzo che possa fare il 12esimo senza troppe pretese ma essere già felice ed entusiasta di vestire l’azzurro in un’occasione del genere.

Tutto fa pensare che Messina utilizzerà un quintetto con Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari e Bargnani, con Poeta, Gentile, Aradori, Melli e Cusin da second unit, più Cervi e Tonut nei ruoli di 11esimo e 12esimo della rotazione. Nel debutto con la Tunisia di lunedì sera dovrebbe partire in quintetto Gentile visto che Belinelli dovrebbe restare fuori dopo la frattura all’osso mascellare rimediata contro il Canada.

Al Preolimpico l’Italia se la vedrà nel primo turno con la Tunisia, che si presenta senza la sua stella Salah Mejri (il pivot dei Dallas Mavericks si opera al ginocchio), e con la Croazia, con tutte le giovani stelle da Saric a Hezonja passando per Bogdanovic e Simon (a casa per rinuncia Ante Tomic), mentre gli avversari delle (eventuali) semifinale e finali usciranno dall’altro gruppo con Iran, il Messico, senza la stella Ayon che ha rinunciato, e la Grecia di Katsikaris con Bourousis, Calathes e i fratelli Antetokounmpo ma senza il playmaker Sloukas, infortunato.

Il calendario del Preolimpico di Torino

4 luglio
Girone A
Grecia-Iran, ore 18.00
Girone B
Tunisia-Italia, ore 21.00

5 luglio
Girone A
Iran-Messico, ore 18.00
Girone B
Italia-Croazia, ore 21.00

6 luglio
Girone A
Messico-Grecia, ore 18.00
Girone B
Croazia-Tunisia, ore 21.00

8 luglio
Semifinali

9 luglio
Finale

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here