NBA – 28/10/2017: Warriors di rimonta, rissa tra Green e Beal. Delude ancora Ball

0
405
Risultati NBA – © 2017 twitter.com/NBAItalia

Curiosità

Grande vittoria in rimonta per gli Warriors contro gli ottimi Wizards visti alla Oracle Arena. Washington gioca un grande primo tempo e si porta anche oltre le 15 lunghezze di margine, ma i padroni di casa raccolgono la 15esima vittoria in rimonta da almeno 15 punti sotto negli ultimi quattro anni. Kevin Durant guida Golden State con 31 punti, 11 rimbalzi e 6 assist, mentre Draymond Green diventa il terzo giocatore di squadra (il quarto assoluto finora in NBA) quest’anno a tornare anzitempo negli spogliatoi dopo una rissa con Bradley Beal, anch’egli espulso nell’occasione.


Anche i Raptors, guidati da un grande DeMar DeRozan da 24 punti, 5 rimbalzi e 5 assist, rimontano da oltre 15 punti di svantaggio contro i Lakers e siglano il comeback numero 16 negli ultimi quattro anni, a superare il record momentaneo condiviso con Golden State. Delusione per Los Angeles, invece, soprattutto per l’ennesima prestazione sottotono del rookie Lonzo Ball: per lui appena 5 punti, con 7 rimbalzi e 6 assist. Se si escludono i 29 punti contro i Suns, Ball ha segnato la miseria di 22 punti nelle altre quattro partite messe insieme.


Non delude mai, invece, James Harden, che conduce i Rockets al successo con una tripla-doppia da 27 punti, 10 rimbalzi e 11 assist. Per lui è la 32esima in carriera, ora al decimo posto assoluto nella classifica di tutti i tempi davanti a John Havlicek. Houston, oltre alla vittoria contro gli Hornets, scrive un altro record: ben 32 triple tentate nel primo tempo, di cui 11 andate a segno, il massimo di sempre in 24 minuti nella storia NBA.


Agli Hawks non basta un’altra grande prestazione di Marco Belinelli, autore di 15 punti, con 5/8 al tiro, uscendo dalla panchina, per sconfiggere i Nuggets: è la quinta sconfitta consecutiva per Atlanta.

Clamorosa sconfitta per 87-114 degli Spurs contro i Magic, guidati dai 25 punti di Evan Fournier. E’ il primo KO stagionale per San Antonio, che all’intervallo era già sotto 34-61, il secondo maggior distacco per Gregg Popovich dopo 24 minuti di gioco nella propria carriera da allenatore.


 

Tutte le schiacciate della ricca notte NBA

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here