NBA – 13/11/2017: i Celtics non si fermano, 37 di George per il compleanno di Westbrook

0
279
Risultati NBA – © 2017 twitter.com/NBAItalia

Curiosità

Nemmeno l’assenza di Kyrie Irving (fuori per una frattura al viso) ferma i Boston Celtics che battono i Toronto Raptors e centrano la 12esima vittoria di fila, cosa che non accadeva dalla stagione 2008-09 (gennaio-febbraio 2009). E’ la striscia più lunga dalle 14 del 2010. Tra i protagonisti Al Horford che segna 21 punti con 8 su 9 al tiro: l’88.9% dal campo è la percentuale più alta da quando è a Boston.

Ai Raptors non bastano i 19 punti di Kyle Lowry che supera Andrea Bargnani (6.581) al quarto posto della classifica marcatori All Time di Toronto.


Serve un’altra prova monstre di Paul George agli Oklahoma City Thunder per centrare la vittoria sui Dallas Mavericks. Dopo i 42 dell’ultima gara, PG firma una prova da 37 con 7 triple: eguaglia Durant e Westbrook come unico nella storia della franchigia a mandare a bersaglio 7 bombe. Una prestazione che permette a OKC di festeggiare il 29esimo compleanno di Russell Westbrook, autore di 27 punti.


Una delle sorprese di questo inizio stagione sono i Detroit Pistons che battono Miami, centrano la quinta vittoria di fila e l’ottava nelle ultime nove (10-3 di record). Brilla Tobias Harris con 25 punti: l’ex Magic sta viaggiando ad oltre 20 punti di media, lui che in carriera è arrivato al massimo ai 17.1 del 2014-15.

Si conferma Andre Drummond con 8 punti e 17 rimbalzi: l’ex UConn ha recuperato 12 o più rimbalzi in tutte la gare, 13, ed è la striscia più lunga dalle 16 di Moses Malone nel 1978-79. Positivo anche l’impatto di Luke Kennard: 14 punti, career high, per il rookie da Duke.


Non si fermano più gli Houston Rockets: sbancata Indianapolis per la sesta vittoria di fila (11-3 il record). James Harden spicca con 26 punti e 15 assists, season high e 13esima partita da 15 o più assistenze in maglia Rockets (due in più di ogni altro giocatore di Houston dal 1984-85). La prestazione del Barba è arrivata in 31 minuti: dalla scorsa stagione è a 20 gare da 25+10 prima del quarto periodo (tutto il resto della NBA insieme è a 13).

 

La Top Five della notte

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here