NBA – 17/11/2017: Boston batte anche i Warriors, Rockets esagerati

0
333
Risultati NBA – © 2017 twitter.com/NBAItalia

Curiosità

Nemmeno i campioni in carica, i Golden State Warriors, fermano la corsa dei Boston Celtics che al TD Garden festeggiano la 14esima vittoria consecutiva. E’ la striscia più lunga per i biancoverdi dalle 14 tra ottobre e novembre 2010.

Boston rimonta da -17 e chiude il terzo periodo con un parziale di 19-4 in cui Golden State ha più palle perse, 5, che punti, 4 appunto


Dopo 7 vittorie di fila si ferma la corsa dei Golden State Warriors, tenuti a 88 punti dai Celtics, la miglior difesa della NBA attualmente. E’ il minimo stagionale per i campioni in carica: il precedente “season low” era 97.

88 punti sono anche il minimo in una partita con i campo i Big Four – Curry, Durant, Green, Thompson – sulle 81 che hanno giocato assieme.


Straordinaria prestazione degli Houston Rockets nel facile successo a Phoenix coi Suns. La squadra di Mike D’Antoni segna 142 punti, massimo stagionale in NBA, 90 dei quali nel primo tempo, distribuiti equamente nei due periodi, 45 e 45: 90 punti nel primo tempo sono il massimo dai 90 degli stessi Rockets del 1990-91 (il record sono i 107 dei Suns sempre nel 1990-91). Houston ha fatto più punti nel solo primo tempo che Golden State in tutta la gara a Boston, 88.

Grande protagonista James Harden, autore di 48 punti: è 14esima gara da 45 o più punti in maglia Rockets, nettamente il primo davanti alle 8 di Olajuwon e Moses Malone. E’ il primo in stagione a toccare la quota dei 500 punti totali.

Rientro in campo per Chris Paul, fuori dall’opener coi Warriors: per lui 11 punti e 10 assists in 21 minuti.

 

Super James Harden contro i Suns

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here