17ª giornata Eurolega: conferme Panathinaikos e CSKA, tonfo Olympiacos, rinasce Dragic

0
533

Nel diciassettesimo turno della regular season l’Olympiacos viene asfaltato dal Baskonia, perdendo la seconda piazza ai danni dei cugini del Panathinaikos. Confermano i segnali di risveglio il Real Madrid, che supera il Khimki a domicilio, e il Fenerbahce sul campo del Valencia. Notte fonda per l’Armani Milano di Pianigiani mentre importante colpo playoff del Maccabi Fox Tel Aviv che vince in casa in rimonta contro il Bamberg.

Embed from Getty Images

MVP OF THE WEEK

Nick Calathes domina il Barcellona portando il Panathinaikos al secondo posto in classifica. Il play greco firma 17 punti e 12 assist, stravincendo la sfida contro Heurtel. Coach Pascual si prende una rivincita contro la sua ex squadra affidandosi a uno degli uomini più in forma d’Europa che ora punta dritto verso il titolo di MVP.

TOP OF THE WEEK

Nonostante gli enormi problemi di budget e di politiche interne, il Baskonia rimane in scia playoff. La vittoria contro la seconda della classe, l’Olympiacos, rivela un team quadrato che riesce a tirar fuori il meglio da ogni giocatore. I trenta punti rifilati ai greci rappresentano la serata migliore degli spagnoli in Europa, in una vittoria che assume più valore considerando la serata di riposo del leader Shengelia (9 punti). Voigtmann (19), Beaubois (13) e Poirier (13) i volti vincenti di questa squadra mai doma.

FLOP OF THE WEEK

I fischi del Forum al termine della disfatta contro il CSKA suggellano il momento complicato vissuto dall’AX Armani Exchange Milano. La compagine di Pianigiani disputa una gara molto negativa e remissiva al cospetto del miglior attacco della competizione. I ventisei punti di gap sono forse ingenerosi ma rivelano comunque tutta la differenza tra due squadre con obiettivi diversi. La scommessa Kuzminskas per ora non paga, e Goudelock sembra un corpo estraneo nella squadra.

MAN OF THE WEEK

Poche note liete nella stagione del Bamberg di Trinchieri, sempre più lontano dalla post season dopo lo stop contro il Maccabi. Uno dei volti interessanti è il ventiseienne Dejan Musli, centro serbo autore di 20 punti e 7 rimbalzi. Troppo poco per sorridere in Germania ma un passo in avanti verso la rifondazione.

SURPRISE OF THE WEEK

Zoran Dragic guida l’Efes alla vittoria contro la Stella Rossa con una prestazione straordinaria da 24 punti senza errori al tiro (4/4 da due, 3/3 da tre e 7/7). Il fratello di Goran ha dato un plus alla stagione drammatica dei turchi, dimostrando quel talento che solo a sprazzi aveva mostrato a Milano. Ora, per continuare a sperare nel sogno playoff, occorre dare continuità.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.