NBA – 15/02/2018: debutto da urlo per Belinelli coi 76ers, Gallinari sbanca Boston, 50 di Durant non bastano a GSW

0
1098
Risultati NBA – © 2018 twitter.com/NBAItalia

Curiosità

Esordio col botto per Marco Belinelli con i Philadelphia 76ers nel successo in rimonta sui Miami Heat. L’azzurro segna 17 punti con 7 su 12 al tiro e mette le sue tre bombe di serata nel decisivo quarto periodo.

La copertina è per Beli ma non passa inosservata la prova di Ben Simmons: 18 punti, 12 rimbalzi, 10 assists e 4 recuperi per la sua sesta tripla doppia stagionale, secondo solo a Magic Johnson (7 nel 1979-80) e a Oscar Robertson (26 nel 1960-61).


Il momento dei Los Angeles Clippers è ottimo ed è testimoniato dal convincente successo in casa dei Boston Celtics: 7-3 il bilancio nelle ultime 10 per la squadra di Rivers che è a 0.5 gare dall’ottavo posto a Ovest. Decisivo DeAndre Jordan con una prova da 30 punti e 13 rimbalzi, il suo primo trentello in carriera in 724 partite (secondo solo a Dalembert, primo trentello dopo 753 gare).

Brilla anche Danilo Gallinari che chiude con 20 punti e 9 rimbalzi, e realizza il season high per liberi segnati, 10 su 10 tentativi (97.2 la percentuale ai liberi in stagione).


Gli Houston Rockets sono la miglior squadra NBA ad oggi! Con 28 punti, 9 rimbalzi e 9 assists di James Harden battono i Sacramento Kings, centrano la decima vittoria di fila e vanno all’All Star Break col miglior record ad Ovest e dell’intera Lega (44-123, più 0.5 sui Warriors). E’ la prima volta nella storia della franchigia, 51 stagioni, che Houston è prima alla sosta dell’All Star Weekend.


Non solo Ben Simmons in tripla doppia. C’è la 17esima in stagione per Russell Westbrook – 23 punti, 13 rimbalzi, 15 assists – nella vittoria contro i Memphis Grizzlies in cui i Thunder piazzano 17 bombe, record di franchigia.

E c’è la prima in maglia Suns – la nona in carriera – di Elfrid Payton: 13 punti, 11 rimbalzi, 12 assists nel ko in volata di Phoenix contro i bollenti Jazz. Payton è il primo Suns in tripla doppia da Bledsoe il 15 febbraio 2017, esattamente un anno fa.


Autentico Far West al Moda Center dove i Portland Trail Blazers, grazie a 44 punti con 3 rimbalzi e 8 assists di Damian Lillard, battono i Golden State Warriors e interrompono una serie di 7 sconfitte di fila contro di loro (125 punti e 18 di scarto medio).

A Golden State non basta un mostruoso Kevin Durant da 50 punti con 17 su 27 al tiro, 7 rimbalzi e 6 assists: è il suo quinto cinquantello in carriera (il primo dai 51 del marzo 2014 contro i Raptors) e va ad un soffio dal career high (54 contro i Warriors il 17/1/2014).


Gli Utah Jazz sono la squadra più in forma della NBA e centrano l’11esima vittoria di fila per arrivare alla pausa dell’All Star Game. Decisivo ancora una volta Donovan Mitchell che diventa il primo rookie nella storia NBA ad essere il top scorer per la sua squadra in tutte le gare di una striscia da 11 successi!

 

Lillard-Durant, duello stellare

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.