Playoff Eastern Conference: abbiamo le magnifiche 8

0
399

Milwaukee Bucks – © 2018 twitter/Bucks

A 4 partite dal termine della regular season NBA i giochi nella Eastern Conference per quanto riguarda il quadro delle 8 partecipanti alla post season è definito. Decisiva la sconfitta nella notte dei Detroit Pistons contro i bollenti Philadelphia 76ers, che ha eliminato la franchigia di Motown regalando il pass ai Milwaukee Bucks.

Oltre ai Bucks, attualmente ottavi, giocheranno i playoff ad Est anche Raptors e Celtics, rispettivamente 1° e 2° in classifica ormai da parecchi mesi, con i canadesi un pochino in flessione (5-5 nelle ultime 10) dopo una stagione però giocata veramente ad altissimo livello che ha un pochino sorpreso anche gli addetti ai lavori, ed i biancoverdi alle prese con tantissimi infortuni (Hayward, Theis e Smart stagione finita, Irving out probabilmente il 1° turno di playoff).
A giocarsi il terzo posto ci sono poi Cavaliers e Sixers, le due squadre più calde dell’Est al momento: la franchigia di King James è reduce da 9 vittorie nelle ultime 10 partite, mentre la crescita di Philly è stata incredibile con una striscia aperta di 12 vittorie, grazie anche, possiamo dirlo, all’arrivo di Marco Belinelli che ha portato punti e leadership dalla panchina.

Se il 5° posto è sicuramente degli Indiana Pacers, che quindi sfideranno una tra Cavs e 76ers al primo turno, grande incertezza c’è per le altre tre posizioni: i Miami Heat (7-3 nelle ultime 10) hanno scalzato (per mezza partita) al 6° posto i Washington Wizards e potrebbero trovarsi di fronte ai playoff il loro vecchio beniamino e leader, LeBron James (in una interessante sfida che vede coinvolto anche il suo grande amico Wade che a Cleveland non ha lasciato un ricordo indimenticabile). La franchigia della Capitale ha vissuto una stagione con più bassi che alti ma ha ritrovato finalmente John Wall e resta una delle mine vaganti nei playoff dell’Eastern Conference visto il quintetto di grandissima qualità che possono schierare. Washington al momento ha lo stesso record dei Bucks che restano a metà tra la sorpresa e la delusione, ma che al primo turno potrebbero anche dare fastidio alle squadre di testa visto la loro conformazione molto particolare e la presenza di un ragazzo greco sempre più interessante.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.