Tutti i numeri della Regular Season NBA

0
187

La Regular Season NBA ha incoronato gli Houston Rockets come la miglior squadra della stagione, merito del grande lavoro fatto negli ultimi mesi dal GM Morey (con gli arrivi di Paul, Tucker, Mbah a Moute, Green), dall’astuzia tattica di coach D’Antoni che ha costruito un sistema offensivo incredibile ma soprattutto dalla crescita in campo di James Harden e Clint Capela.

Houston Rockets – © 2018 twitter.com/rockets

Se il Barba già lo scorso anno aveva giocato una stagione da MVP, quest’anno si è ulteriormente superato diventando ancora più decisivo e chiudendo al primo posto la classifica marcatori con 30.4 punti di media (60 in una partita), e la miglior efficienza offensiva in situazione di isolamento, ovvero il suo pane quotidiano.
Ad aiutarlo oltre all’esperienza di CP3 ci ha pensato il centro svizzero, autore di una crescita fisica e tecnica incredibile: Capela ha chiuso al primo posto la classifica della percentuale dal campo con un incredibile 65.2%, merito ovviamente dei tanti canestri al ferro e tap-in realizzati sfruttando la libertà lasciata dalla difesa, ma anche per una crescita che gli ha visto giocare situazioni di post basso o anche di 1-contro-1 frontali contro lunghi magari meno mobili di lui.

Se a detta di tutti Harden vincerà il premio di MVP stagionale, non si può non ricordare la stagione impressionante di Russell Westbrook che ha chiuso per il secondo anno consecutivo in tripla-doppia di media (1° nella storia), vincendo anche la classifica dei migliori assist-man con 10.3, unico in doppia cifra. Russ, ovviamente, guida anche la classifica delle triple-doppie stagionali a quota 25.
La buona stagione degli Indiana Pacers, che hanno chiuso in 5° posizione a Est e sono avanti nei playoff 1-0 nella serie contro i Cavs, è frutto di un ottimo lavoro di squadra ma anche di alcune individualità che hanno spiccato: Darren Collison ha vissuto un’annata al tiro da 3 incredibile chiudendo con la miglior percentuale della Lega, 46.8% con 3 tentativi a partita; Victor Oladipo invece ha in tasca il premio di Most Improved, dopo un’estate di lavoro fisico e tecnico intensissimo che l’ha portato ad essere un All-Star e non solo per meriti offensivi. L’ex Magic infatti ha chiuso la RS nettamente davanti a tutti per quanto riguarda le palle recuperate a quota 2.4, sintomo di una intensità difensiva notevole.

Stoppate e rimbalzi, si sa, sono cose da lunghi, ma quest’anno a vincere le rispettive classifiche sono stati due giocatori che hanno vissuto stagioni diametralmente opposte: Anthony Davis nonostante qualche infortunio di troppo è riuscito a giocare con continuità ad altissimo livello guidando la NBA con 2.57 stoppate a partita e addirittura 10 in una singola partita! AD dopo l’infortunio di Cousins ha elevato ancora il suo gioco portando di peso i New Orleans Pelicans ai playoff (ed ora sono anche avanti 1-0 nella serie contro Portland).

Dall’altra parte invece Andre Drummond ha vissuto una stagione a due facce: la prima parte ottima con la squadra che stava volando ai playoff, la seconda invece pessima con tantissime sconfitte anche dopo l’arrivo di Blake Griffin (che non sembra abbia giovato al centro ex UConn). Nonostante questi problemi Drummond ha stravinto la classifica rimbalzisti con 16 di media e addirittura 5.1 offensivi, dato davvero notevole.

Tutti i numeri della Regular Season sono riassunti in questa eccellente infografica firmata www.stampaprint.net/it.

Infografica Regular Season NBA 2018 – © 2018 www.stampaprint.net/it/

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here