E’ volata playoff in Serie A: in otto per quattro posti

0
598

A 5 partite dal termine della regular season, sono solo tre – Milano, Venezia e Brescia – le squadre certe di disputare i playoff. A queste potrebbe presto aggiungersi Avellino, che vincendo la prossima gara contro Pesaro avrebbe praticamente la certezza di accedere alla post season. Le altre, dalla quarta all’undicesima in classifica, racchiuse in soli 4 punti, si giocheranno le loro chance da qui al 9 maggio.

28: Trento

26: Cantù, Bologna

24: Cremona, Torino, Sassari, Varese

20: Reggio Emilia*

Tra le squadre in lotta playoff non bisogna tralasciare Reggio Emilia la quale, in caso di vittoria nel recupero del match contro Cremona, si porterebbe a soli 2 punti dall’ottavo posto. E a quel punto il finale di stagione diventerebbe davvero incandescente.

Andiamo ora a vedere le condizioni in cui queste formazioni si apprestano a disputare la parte finale della regular season e le avversarie che affronteranno, partendo proprio dai ragazzi di coach Menetti.

Reggio Emilia: (Cremona), VARESE, Torino, CANTU’, BRINDISI, Bologna.

Della Valle e compagni vengono da una stagione piuttosto travagliata in Campionato, che però li ha visti protagonisti in Europa. Doveva essere un anno di “assestamento”, ma i tanti infortuni hanno condizionato il cammino della Reggiana, che d’ora in avanti non potrà più permettersi passi falsi. Il calendario non è proibitivo per provare a fare il colpaccio e raggiungere un traguardo davvero inaspettato per come si erano messe le cose.

Varese: Reggio Emilia, BOLOGNA, Brindisi, Cremona, TORINO

Sassari: PISTOIA, Venezia, AVELLINO, TRENTO, Pesaro

Torino: Bologna, REGGIO EMILIA, Trento, BRESCIA, Varese

Cremona: Trento, BRINDISI, Brescia, VARESE, Capo d’Orlando

Del gruppo di squadre a 24 punti è senza dubbio Sassari ad avere il calendario più difficile. Le tre sconfitte consecutive rischiano ora di compromettere l’intera stagione, il che sarebbe un vero peccato visto il potenziale dei bianco-blu, che però avrebbero parecchio da rimproverarsi per le tante partite giocate sottotono. Un’altra che rischia di rimanere delusa è Torino. Dopo l’exploit in concomitanza della vittoria in Coppa Italia, si è assistito a un netto calo (cinque sconfitte consecutive). Serve un’immediata inversione di tendenza per rimanere tra le prime otto. Quelle che invece non hanno nulla da rimproverarsi sono Varese e Cremona. I capolavori di Caja e Sacchetti hanno permesso alle due lombarde di passare dall’obiettivo salvezza di agosto al sogno playoff di aprile. Giocare senza particolari pressioni potrebbe risultare un fattore decisivo per fare in modo che il sogno diventi realtà.

Bologna: TORINO, Varese, PISTOIA, Avellino, REGGIO EMILIA

Cantù: Milano, PESARO, Reggio Emilia, CAPO D’ORLANDO, Brindisi

In una classifica così corta è davvero difficile “stare tranquilli”. E’ pur vero che tutti si aspettano la Virtus Bologna ai playoff, anche da neo promossa: è considerato l’obiettivo fondamentale per portare avanti i piani societari. Il calendario non è semplicissimo, ma le V Nere hanno tutte le carte in regola per essere la mina vagante di questi playoff. D’altra parte, Cantù rappresenta la sorpresa più positiva della stagione. Arrivati a questo punto, è obbligatorio crederci, anche perché il calendario non risulta essere particolarmente ostico.

Trento: CREMONA, Pistoia, TORINO, Sassari, AVELLINO.

Ormai abbiamo imparato a conoscere Trento. Il diesel di coach Buscaglia, col passare dei mesi, alza sempre più il livello delle sue prestazioni (7 vittorie nelle ultime 8), fino a diventare temibile per chiunque, soprattutto in post season, esattamente come successo l’anno scorso. Arrivati a questo punto della stagione sicuramente nessuno vorrebbe affrontarli.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.