L’EuroLega 2018-19 è fatta: via l’11 ottobre, l’Olimpia Milano apre in casa del Buducnost

0
235

La stagione 2017-18 in Europa si è chiusa con la vittoria dell’EuroLega da parte del Real Madrid, la ‘Decima’ firmata Luka Doncic, MVP della stagione regolare e della Final Four, e dell’EuroCup da parte del Darussafaka di David Blatt in panchina e Scottie Wilbekin in campo, un successo che è valso ai turchi in ritorno nella competizione principale dopo appena un anno di assenza. Un ritorno anche per Bayern Monaco (campione di Germania) e Buducnost (vincitore della Lega Adriatica), mentre sarà al debutto assoluto Gran Canaria, semifinalista di ACB con Real, Barcellona e Baskonia, tutte in possesso di licenza pluriennale. A rappresentare l’Italia l’Olimpia Milano targata AX Armani Exchange, vincitrice dello Scudetto e determinata a migliorare il penultimo posto dello scorso anno e a restare il più possibile in corsa per i playoff.

Scarica il calendario completo

Novità sostanziali non ce ne sono: 30 giornate, le prime 8 ai playoff, 4 serie al meglio delle 5 partite e le vincitrici alla Final Four 2019 che si disputerà alla Fernando Buesa Arena di Vitoria-Gasteiz, casa del Baskonia. Cambierà qualcosa nell’anno successivo, il 2019-20, quando si passerà da 16 a 18 squadre: agli 11 club con licenza pluriennale (Pana, Oly, Real, Barça, Baskonia, Milano, Fenr, Efes, CSKA, Maccabi, Zalgiris) si affiancheranno Bayern Monaco e ASVEL Villeurbane come Wild Card, più i vincitori dell’EuroCup e 4 posti da Lega Adriatica, Bundesliga, Liga ACB e Lega Baltica VTB.

Partenza lanciata

Sarà proprio l’Olimpia Milano di Simone Pianigiani ad aprire la stagione, giovedì 11 ottobre alle ore 18 a Podgorica, in Montenegro, sul campo del Buducnost, formazione che ha spezzato il dominio di Stella Rossa e Partizan. Sempre giovedì alle 21 è scontro fra campioni a Madrid dove il Real riceve il Darussafaka. Venerdì invece tocca alle altre due “matricole”: il Gran Canaria, che schiera il giocatore più vecchio in assoluto, Albert Oliver, 40 anni, aprirà ad Istanbul contro il Fenerbahce, mentre il Bayern Monaco ospiterà l’Anadolu Efes.

Milano, che dovrà sfruttare al meglio il calendario che propone 4 delle prime 6 gare al Forum di Assago, esordirà in casa mercoledì 17 ottobre alle 20.45 col Real Madrid. Il giorno prima, martedì 16, traboccherà certamente di entusiasmo la Gran Canaria Arena di Las Palmas per lo storico esordio degli isolani in Eurolega: di fronte il Barcellona, quindi una sfida nella sfida.

Derby e big match

Non mancheranno le sfide “stracittadine”: ad Atene, a Mosca e soprattutto a Istanbul. Venerdì 9 novembre a OAKA ci sarà il primo duello tra Panathinaikos e Olympiacos, il ritorno venerdì 4 gennaio al Pireo: a mettere un po’ di pepe sul confronto il passaggio del giovane Ioannis Papapetrou dai Reds ai Greens. Meno acceso ma sempre sentito il derby di Mosca: giovedì 13 dicembre l’andata in casa del CSKA, ritorno alla penultima giornata il 29 marzo in casa del Khimki, club scioccato per la tragica morte di Tyler Honeycutt.

Saranno ben 6 i derby stagionali sul Bosforo: il primo tra l’ambizioso Anadolu Efes e il solito Fenerbahce di Obradovic (25 ottobre e 28 febbraio), poi quello tra il Fener e il Darussafaka, pesantemente indebolito sul mercato (20 novembre e 22 febbraio), e infine quello tra il Dacka e l’Efes del confermato Ataman (22 novembre e 17 gennaio). Non è un derby cittadino ma è semplicemente il Clasico quello tra Real Madrid e Barcellona: il 13 dicembre il primo confronto al Wizink Centre, l’1 marzo la rivincita al Palau Blaugrana.

Altri match di sicuro interesse sono: giovedì 6 dicembre Scottie Wilbekin, in maglia Maccabi Tel Aviv, gioca alla Volkswagen Arena contro il Darussafaka, il club che ha trascinato a suon di triple alla vittoria di EuroCup; tre settimane dopo, il 27 dicembre, sempre lì a Istanbul, arriva l’Olympiacos di David Blatt, il coach che ha messo sulla mappa il Dacka col trionfo in EuroCup e l’anno prima coi playoff di EuroLega. Da non perdere anche le rivincite dell’ultima finale tra Real Madrid e Fenerbahce: il 28 dicembre si gioca a Istanbul, il 7 marzo in Spagna.

Infine due date per i tifosi di Milano: venerdì 1 febbraio l’Olimpia gioca in casa di Gran Canaria a Las Palmas e, organizzando bene, la trasferta varrebbe davvero la pena (col weekend attaccato…); giovedì 8 novembre l’AX Armani Exchange riceve il CSKA Mosca di Daniel Hackett; giovedì 28 marzo, penultimo turno, al Forum arriva il Fenerbahce, un’occasione per vedere anche Gigi Datome e Nicolò Melli.

Doppi turni e finestre per le nazionali

L’EuroLega si è trasformata ormai in una NBA in miniatura con viaggi e spostamenti anche nel giro di pochi giorni, considerato che le squadre hanno anche i rispettivi campionati, e pure nel 2018-19 ci saranno settimane con doppi turni. Sono 5 in tutto: 2°-3° turno (16-17 e 18-19 ottobre), 8°-9° turno (20-21 e 22-23 novembre), 13°-14° turno (18-19 e 20-21 dicembre), 17°-18° turno (8-9 e 10-11 gennaio) e 27°-28° turno (19-20 e 21-22 marzo).

A questi bisogna aggiungere le finestre delle nazionali per la seconda fase delle qualificazioni alla FIBA World Cup 2019 in Cina. Tre finestre: la prima a settembre, dal 14 al 17, non influirà e infatti molti giocatori di EuroLega e NBA saranno in campo con i rispettivi paesi; la seconda dal 29 novembre al 2 dicembre, esattamente a metà tra il 10° e l’11° turno; la terza e ultima dal 22 al 25 febbraio, tra il 23° e il 24° turno.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.