Venezia e Trento rincorrono Milano, Trieste ritorna, Torino sarà top o flop?

0
703

Tra meno di due mesi si ricomincia. Il primo fine settimana di ottobre infatti ripartirà la Serie A. 15 squadre con l’obiettivo di mettere il bastone tra le ruote ai campioni in carica di Milano, che si sono ulteriormente rinforzati in vista della prossima stagione. Venezia e Trento promettono di dare battaglia, senza dimenticare che squadre come Brescia, Sassari, Torino e Virtus Bologna hanno dichiarato di avere obiettivi piuttosto ambiziosi. Inoltre, quest’anno la Serie A ritroverà, dopo 14 anni di assenza, una piazza storica come Trieste, sebbene siano ancora tante quelle al piano di sotto (Fortitudo Bologna, Siena, Treviso, Virtus Roma, solo per citare le più blasonate).

Mercoledì scorso è stato diramato il calendario di Serie A, anche se ad aprire la stagione 2018/19 sarà la Supercoppa Italiana (29-30 settembre), che si disputerà al PalaLeonessa di Brescia, il nuovo impianto della società lombarda. La formula del campionato è la stessa della passata stagione, in attesa di passare a una Serie A a 18 squadre con due retrocessioni e due promozioni della Serie A2. Anche per la prossima stagione quindi sono previste 30 giornate (ultimo turno il 12 maggio), al termine delle quali le prime otto classificate accederanno ai playoff (con formula 5-5-7), e l’ultima retrocederà direttamente in A2. Il calendario dei playoff potrebbe subire variazioni nel momento in cui Milano dovesse qualificarsi alle Final Four di Eurolega. La Coppa Italia, a cui avranno accesso le prime otto squadre classificate al termine del girone d’andata, si disputerà a Firenze dal 14 al 17 febbraio. Durante la stagione, ci saranno inoltre due finestre per le Nazionali impegnate nelle qualificazioni ai Mondiali di Cina 2019, il 2 dicembre e il 24 febbraio. Novità di quest’anno sarà il Christmas Day, in stile NBA, che prevede tre partite di campionato proprio il giorno di Natale.

Esordio sulla carta agevole sia per i campioni in carica di Milano, che scenderanno in campo al Forum contro Brindisi, che per i vice-campioni di Trento, impegnati anche loro in casa contro Cremona. Più ostica la prima di Venezia che ospiterà al Taliercio l’incognita Torino di coach Larry Brown. Interessante sarà anche il primo derby lombardo della stagione (ben cinque le formazioni lombarde in Serie A), tra Varese e Brescia, oltre alla “prima” di Trieste, a cui farà visita la Virtus Bologna.

Saranno tanti i match da non perdere: alla seconda giornata, sfida tra le due squadre più titolate della pallacanestro italiana, Olimpia Milano e Virtus Bologna (rispettivamente 28 e 15 scudetti); alla terza, Pino Sacripanti tornerà ad Avellino da avversario dopo tre stagioni sulla panchina della Scandone; alla quarta ci sarà Trento-Venezia, diventato ormai un classico della pallacanestro dei giorni nostri; alla settima il big match tra le due formazioni più accreditate a conquistare lo scudetto, Venezia e Milano, oltre alla sfida tra Sassari e Pistoia, che vedrà coach Enzo Esposito, ma anche Petteway e Magro, tornare in Toscana da avversari; alla dodicesima già previsto tutto esaurito al Taliercio (ma sarà così anche all’Alma Arena) per la sfida tra gli oro-granata e la neo promossa Trieste; alla quattordicesima, il remake della scorsa finale scudetto tra Milano e Trento, con Dada Pascolo di nuovo in maglia bianco-nera, e il derby del sud tra Brindisi e Avellino, uniche due squadre meridionali in Serie A.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.