Eurolega: le favorite rispetteranno le aspettative?

0
605

L’Eurolega 2018/19 è pronta a ricominciare, i giorni che mancano sono sempre meno e le squadre sono impegnate nelle amichevoli pre-stagionali e nella preparazione in vista di una lunga e faticosa stagione. Dopo aver visto quali sono le squadre che rischiano di stare nel fondo della classifica, e quelle che cercheranno di ripetere le buone cose fatte vedere l’anno scorso, oggi parliamo delle favorite, ovvero le 4 squadre candidate ad alzare il trofeo che si assegnerà con la Final Four di Vitoria.

Real Madrid

I campioni in carica provano a fare il repeat riuscito in anni recenti solamente all’Olympiacos. Ai nastri di partenza però si presentano senza quello che lo scorso anno è stato il loro leader, Luka Doncic, volato in NBA. Il roster è stato praticamente confermato in blocco e sono stati aggiunti la guardia slovena Klemen Prepelic e l’ala argentina Gabriel Deck, ma al momento non è stato preso un sostituto del neo Mavs, e molti compiti di regia verranno quindi affidati a Campazzo, Causeur, Llull e appunto Prepelic. Sotto canestro torna dall’infortunio Kuzmic e questo permetterà a coach Laso una rotazione enorme dei suoi giocatori.
Ripetersi è sempre difficilissimo, ma i Blancos hanno le carte in regola per farlo.

Fenerbahce

I turchi ci riprovano dopo la delusione della scorsa finale, ma devono fare i conti con qualche cambio nel roster che chiederà quindi un po’ di tempo per essere assimilato. Via Wanamaker e Nunnally, che volano in NBA con Boston e Minnesota, a fare il viaggio inverso sono stati Tyler Ennis e Joffrey Lauvergne: il playmaker è reduce da una stagione ai Lakers e si candida come una delle Stelle di questa Euroleague; il lungo francese invece torna in Europa dopo lo scarso successo ottenuto negli States e potrà dare una dimensione diversa al gioco di coach Obradovic rispetto a quella che dava Jason Thompson, volato in Cina.
Per il resto l’ossatura formata da Sloukas-Dixon-Kalinic-Datome-Melli-Vesely è rimasta intatta, e rimane probabilmente una delle più qualitative del Vecchio Continente.

CSKA Mosca

I russi sono chiamati al riscatto dopo l’ennesima stagione chiusa a mani vuote in ambito Europeo: la vittoria del titolo nel 2015/16 aveva smorzato un po’ i mugugni per i tanti anni di insuccessi, ma il terzo e il quarto posto delle ultime due edizioni ha fatto tornare un po’ di malcontento. Anche perché la spesa estiva è da sempre importante, e questa offseason non è stata da meno: confermati praticamente tutti i big del roster, sono stati aggiunti direttamente dalla NBA Alec Peters (Suns) che ha viaggiato a 17.6 punti, 7.1 rimbalzi e 2 assist in GLeague e Joel Bolomboy (Jazz/Bucks) che si candida ad essere uno dei migliori rimbalzisti ed atleti dell’intera competizione.
Ad allungare le rotazioni tra i piccoli invece i russi hanno puntato sul nostro Daniel Hackett (che prende di fatto il posto di Leo Westermann), che dopo le esperienze all’Olympiacos e al Bamberg ora ha un’altra grande occasione di giocare con una contender per il titolo.

Olympiacos

Ogni stagione ai blocchi di partenza la squadra greca non è annoverata tra le pretendenti al titolo, soprattutto perché si pensa che la coppia Spanoulis-Printezis prima o poi abbasserà il suo livello di gioco causa avanzare dell’età. A fine stagione, invece, quando si arriva alle fasi calde l’Olympiacos c’è sempre. Quest’anno, inoltre, a portare ulteriore esperienza c’è David Blatt, scelto per allenare questa ennesima fase vincente dei rossi del Pireo. Il mercato è stato di alto livello, perché oltre alla coppia di leader sono stati confermati anche Papanikolaou, Mantzaris e Milutinov. A questo gruppo forte e solido sono stati aggiunti poi giocatori di alto livello, abbastanza giovani ma già esperti di questi palcoscenici come le ali Janis Timma, Axel Toupane e Sasha Vezenkov, le guardie Janis Strelnieks e Nigel Williams-Goss ed il lungo Zach LeDay.
Aggiunte importanti che dovranno integrarsi con il gioco non sempre facile da realizzare di coach Blatt, che resta forse però il miglior acquisto della dirigenza greca in questa offseason per puntare a vincere il titolo.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.