Preview Serie A: chi punta al bersaglio grosso?

0
283
AX Armani Exchange Milano 2018-19

Dopo aver visto le squadre impegnate nella lotta salvezza, le possibili sorprese in positivo e in negativo, e le squadre che puntano ad un posto nei playoff, eccoci all’ultima analisi precampionato, quella relativa alle squadre che proveranno a contendere lo scudetto (che per molti è già assegnato) all’Olimpia Milano. Indubbiamente sarà difficilissimo, anche considerando lo strapotere mostrato dai ragazzi di coach Pianigiani durante lo scorso weekend di Supercoppa. In ogni caso, in questo raggruppamento possono essere incluse Venezia, Trento e Brescia.

Milano

Quintetto: James, Nedovic, Micov, Kuzminskas, Tarczewski.

Basterebbe leggere il roster della nuova Olimpia Milano per comprendere subito la superiorità (molto maggiore rispetto all’anno scorso, almeno sulla carta) di questa formazione rispetto alle altre. La Supercoppa ne è stata la prima conferma ufficiale: un’Olimpia praticamente sempre in controllo durante i due match disputati, con giocatori in grado di fare la differenza in qualsiasi momento (leggasi James, Micov o Nedovic, giusto per citare quelli più decisivi in Supercoppa). Una squadra talmente forte da essere obbligata ad andare avanti anche in Eurolega, che costituisce l’unico fattore di speranza per chi in Italia vorrà insidiare il presumibile dominio bianco-rosso. Senza dimenticare una panchina lunghissima e ricca di talento, che chiunque altro in Italia può solamente sognare e che sarebbe potenzialmente in grado di giocare alla pari con qualsiasi altro team in Serie A. Insomma, l’ennesima stagione in cui ci si aspetta tanto da Milano, con la sensazione, quest’anno, di aver finalmente fatto il tanto atteso salto di qualità.

Trento

Quintetto: Radicevic, Flaccadori, Gomes, Pascolo, Hogue.

Salutati Shields e Sutton, tra i protagonisti assoluti della passata stagione, Trento ha dovuto “ricostruire”, e ha deciso di puntare sul graditissimo ritorno di Pascolo, oltre a quello di Marble, e di dare un’importante chance a due giovani giocatori serbi come Radicevic e Jovanovic, che già hanno esperienza alle spalle. Sicuramente un po’ cambierà il modo di giocare dell’Aquila rispetto alle ultime stagioni, ma i segnali della pre season lasciano ben sperare. Nonostante l’eliminazione in semifinale di Supercoppa, Trento si è prontamente riscattata battendo il Partizan Belgrado in Eurocup, smentendo subito chi ipotizzava l’ennesimo inizio di stagione “soft” per i ragazzi di coach Buscaglia. I bianco-neri, ormai abbiamo imparato a conoscerli, sono una squadra in miglioramento continuo, anche a stagione in corso, che cerca sempre di superarsi, di andare oltre i suoi limiti, provando a giocare alla pari con tutti. Sicuramente quest’anno sarà lo stesso.

Brescia

Quintetto: Vitali, Allen, Abass, Hamilton, Mika.

Chi invece non è stata affatto brillante nelle prime uscite ufficiali è Brescia. Dopo la sconfitta in Supercoppa, è arrivata un’altra delusione in Eurocup per mano del Monaco. Dopo una stagione strepitosa, ovviamente ci si aspetta tanto dalla Leonessa che però necessita di tempo per ritrovare gli equilibri persi dopo gli addii di Michele Vitali, Marcus Landry e Dario Hunt. Come detto da coach Diana, queste prime uscite serviranno da lezione per permettere al gruppo di crescere ed evitare di commettere gli stessi errori. Difficile dire se il roster sarà all’altezza di quello dell’anno scorso, ma ci sono pochi dubbi sul fatto che Brescia si presenta come una delle formazioni più attrezzate del campionato.

Venezia

Quintetto: Stone, Haynes, Bramos, Daye, Watt.

Venezia è l’unica tra le squadre che abbiamo inserito nel raggruppamento relativo alla “lotta scudetto” a non aver ancora fatto il suo esordio in gare ufficiali. In ogni caso, non è difficile prevedere che tipo di campionato faranno i ragazzi di coach De Raffaele, ormai abituati a stare ai vertici della classifica di Serie A. Il roster sembra rafforzato, in specie per il ritorno di Julyan Stone (oltre all’ultimo arrivato Vidmar). Come da qualche stagione a questa parte, la Reyer si pone come la principale antagonista, insieme a Trento, dei campioni in carica di Milano, nell’arduo compito (quest’anno molto più dell’anno scorso) di strappargli lo scudetto dalla maglia. Sarà possibile o sarà dominio totale di Mike James e compagni?

Mancano poco più di 24 ore prima che si riaccendano i riflettori sulla Serie A, e da quel momento potremo avere risposte più certe. Si parte domani con due anticipi: saranno Avellino e Cantù ad aprire le danze alle ore 18; l’altro match sarà quello tra Trento e Cremona alle ore 20:30 (diretta su Eurosport). Per chiudere il programma della prima giornata scenderanno in campo, nel posticipo di domenica alle ore 20:45, le neopromosse degli ultimi due anni Trieste e Virtus Bologna (diretta su Rai Sport).

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.