A2 al giro di boa: chi vedremo l’anno prossimo al piano di sopra?

0
484

La fine del girone d’andata dei campionati LNP rappresenta il momento giusto per fare il punto della situazione in Serie A2, con un occhio di riguardo a chi, la prossima stagione, potrebbe ritrovarsi al piano di sopra. Considerando che le ultime tre neopromosse in Serie A, Trieste, Virtus Bologna e Brescia, stanno ottenendo risultati importanti in pochissimo tempo, il discorso si fa ancor più interessante.

Giovanni Pini – © 2018 facebook.com/Fortitudo-Pallacanestro-Bologna-103

La situazione dei due gironi è piuttosto differente: se ad Est non ci sono state particolari sorprese tra le favorite, con la Fortitudo Bologna a guidare la classifica (14-1), inseguita da Treviso, Verona e Montegranaro (11-4), ad Ovest, le due grandi rivelazioni della passata stagione, Casale Monferrato (8-7) e Tortona (4-11) stanno deludendo, lasciando la vetta del girone alla coppia BergamoVirtus Roma (11-4).

Ma quando si parla di promozione in Serie A, c’è ben poco da dire: la Fortitudo Bologna sarà artefice del proprio destino. I risultati e il gioco fin qui espresso dai ragazzi guidati magistralmente da coach Antimo Martino, al primo vero banco di prova della sua carriera, lasciano molto ben sperare. Per l’ennesima stagione, la Effe ha avuto a disposizione un budget importante per costruire una squadra con esperienza e talento di un’altra categoria, con tanti giocatori in grado di risolvere le partite nei momenti cruciali. Ma la grande differenza rispetto agli anni passati, a prescindere dagli interpreti, è che questa Fortitudo è una squadra vera, un gruppo in cui ogni singolo si mette al servizio dei propri compagni per il raggiungimento dell’obiettivo comune.

Difficile dunque trovare un’altra squadra in grado di impensierire, in fase playoff, questa Fortitudo. La principale rivale nel suo girone potrebbe essere Treviso, guidata da un allenatore, Max Menetti, che ha già vinto il campionato di A2 a Reggio Emilia, e che può contare su nomi di altissimo livello per la categoria (Antonutti e Tomassini su tutti), anche se il gap con Bologna rimane difficilmente colmabile. Ad Ovest invece, la squadra più attrezzata per arrivare in fondo sembra essere la Virtus Roma, che ha a roster due americani da Serie A come Nic Moore e Henry Sims e in panchina un coach che non ha bisogno di presentazioni come Piero Bucchi.

Passando ai singoli, il giocatore che ha più impressionato in questa prima metà di stagione e che ad oggi meriterebbe il titolo di MVP è Terrence Roderick di Bergamo (20.5 ppg, 10.8 rpg, 5.3 apg, 27.6 val). In A2 è palesemente un lusso e sicuramente meriterebbe di giocarsi nuovamente le sue chance in Serie A.

Per quanto riguarda gli italiani invece, ce ne sono tanti attualmente in A2 che farebbero gola a diversi team di Serie A. Partendo dal girone Est, uno che ormai da anni meriterebbe di giocarsi le sue carte al piano di sopra è Matteo Fantinelli (Bologna): giocatore non molto appariscente ma che a fine partita risulta sempre tra i migliori dei suoi; quest’anno, in una squadra super competitiva, sta viaggiando comunque a 9.3 ppg, 6.2 rpg e 5 apg, per una valutazione media di 19.3. L’altro che meriterebbe di tornare in Serie A l’anno prossimo è Francesco Candussi (Verona), che si sta confermando tra i migliori lunghi del campionato; le sue cifre dicono 15.1 ppg, 7.9 rpg, 0.7 apg, per una valutazione media di 18.

Nel girone Ovest invece, i giovani più interessanti e che meriterebbero il salto di categoria per ciò che stanno facendo vedere sono Andrea Pecchia (Treviglio) e Carl Wheatle (Biella). Il capitano di Treviglio, quest’anno, ha fatto il definitivo salto di qualità, diventando un giocatore completo nonché una delle migliori ali della categoria; le sue cifre parlano chiaro: 13.6 ppg, 7.7 rpg, 3.1 apg, per una valutazione media di 23.1. Stessa storia per il 20enne capitano di Biella, leader di una squadra altrettanto giovane, pronto a calcare i parquet della Serie A; anche per lui statistiche di altissimo livello: 11.4 ppg, 7.6 rpg, 1.4 apg, per una valutazione media di 15.1.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.