Final Eight 2019 ancora a Firenze: Milano favorita, Sassari confida in Pozzecco

0
544

Il ritornello di questi giorni che precedono la Final Eight 2019 è più o meno quello espresso in conferenza stampa dai coach Sacchetti e Sacripanti, “che non vinca il migliore”, altrimenti non avrebbe alcun senso disputare la competizione. Ma, a pensarci bene, qualche speranza la possono avere tutti e otto i club partecipanti, memori dell’inaspettato risultato della passata edizione. L’anno scorso infatti furono eliminate ai quarti la prima (Avellino), la terza (Milano) e la quarta (Venezia) in classifica al termine del girone d’andata della regular season, con la sola Brescia (seconda) che riuscì ad arrivare fino in fondo, venendo poi sconfitta in finale dalla Torino di coach Galbiati e dell’MVP Vander Blue.

Varese – Cremona (giovedì 14 febbraio, ore 18)

Il quarto di finale che aprirà l’edizione 2019 della Final Eight prevede un interessantissimo derby lombardo, tra due formazioni che stanno sorprendendo ogni anno di più. Varese torna a disputare una Final Eight dopo 6 anni di assenza e lo fa con pieno merito. Coach Caja, da metà della passata stagione, ha cambiato volto alla sua squadra, che ora risulta tra le squadre più solide della Serie ACremona, che l’anno scorso mise lo sgambetto alla testa di serie Avellino, è artefice di un campionato addirittura migliore dello scorso e punterà a fare meglio anche in questa competizione. Coach Sacchetti sa bene come si vince la Coppa Italia partendo senza i favori del pronostico. Certo, Cremona non è Sassari, ma in una competizione del genere può succedere di tutto.

Milano – Bologna (giovedì 14 febbraio, ore 21)

La favoritissima contro la squadra che, insieme a Treviso, ha conquistato più volte la Coppa Italia, ben 8, l’ultima delle quali però risale alla stagione 2001/02. I ragazzi di coach Sacripanti dovranno fare i conti anche con la voglia di riscatto dell’Olimpia, clamorosamente eliminata per mano di Cantù nella passata edizione, oltre alla loro determinazione a voler portare a casa il secondo trofeo stagionale, dopo la Supercoppa. Per coach Pianigiani, sicuro assente Guaitis, mentre rimangono da valutare le condizioni di Nedovic; si dovrebbe rivedere invece Tarczewski. D’altra parte, la Virtus sa di non avere nulla da perdere, oltre a una bella dose di talento a roster che, in una gara secca, potrebbe davvero farla risultare l’avversario più ostico per i super campioni di Milano.

Venezia – Sassari (venerdì 15 febbraio, ore 18)

Tutto da interpretare anche questo quarto di finale, che vede di fronte due formazioni in cerca di riscatto, dopo gli ultimi deludenti risultati del campionato. Venezia deve riscattare la sconfitta casalinga con Trento, oltre a dare un segnale di svolta a una stagione finora troppo opaca. La squadra di coach De Raffaele rimane comunque l’indiziata principale a giocarsi un’ipotetica finale contro Milano; uscire prima, come successo l’anno scorso contro Torino, rappresenterebbe l’ennesima Final Eight deludente. Sassari, dal canto suo, si trova a dare l’assalto alla Coppa Italia in un momento piuttosto delicato della sua stagione. Ma l’arrivo in panchina di Gianmarco Pozzecco al posto del dimissionario Enzo Esposito potrebbe dare nuova linfa alla squadra e renderla una potenziale mina vagante. Che Pozzecco si dimostri il Galbiati della passata stagione?

Avellino – Brindisi (venerdì 15 febbraio, ore 20:45)

A chiudere il quadro dei quarti di finale, ci sarà il derby del sud tra Avellino e Brindisi. Sulla carta i campani partono favoriti, ma il perfetto stato di forma dei ragazzi di coach Vitucci rende anche questo match difficilmente pronosticabile. Se i problemi societari in casa bianco-verde sembrano essere risolti, non si può dire lo stesso riguardo gli infortuni: salterà la Final Eight Patric Young (out almeno 6 settimane per la fascite plantare), oltre al solito Nichols, mentre è recuperato il capitano D’Ercole che stringerà i denti nonostante il problema ad un dito della mano. Brindisi invece è al completo, e decisa a continuare a stupire. I pugliesi hanno infatti trovato un nuovo equilibrio, con un quintetto senza playmaker di ruolo, e hanno acquisito una fiducia straordinaria nei propri mezzi, il che potrebbe portarli lontano anche alla Final Eight.

Dunque, il Mandela Forum di Firenze, che per il secondo anno consecutivo ospiterà la manifestazione, ci offrirà un lunghissimo weekend di pallacanestro che, oltre ad assegnare la Coppa Italia 2019, potrebbe fornire indicazioni importanti in vista della volata playoff. Si parte domani, giovedì 14 febbraio alle ore 18, con la palla a due tra Varese e Cremona. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta su Rai Sport ed Eurosport: la programmazione sulla nostra pagina dedicata Basket in TV.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.