Torino, Pesaro, Reggio Emilia e Pistoia in lotta salvezza: gli scenari

0
475

Se in vetta alla classifica il primato dell’Olimpia Milano è incontrastato, nonostante la sconfitta di domenica scorsa per mano di Sassari, nei bassifondi della graduatoria tutto è ancora da decidere. Di giornata in giornata sembrano cambiare le gerarchie, e la squadra che pareva condannata la settimana prima, sembra essere la più in forma quella dopo. Insomma, si preannuncia un finale di stagione incandescente per chi vorrà disputare la Serie A anche la prossima stagione. Ad oggi, la situazione della lotta salvezza è la seguente:

Dunque, quattro squadre racchiuse in soli 2 punti a 5 giornate dal termine della regular season, che stabilirà l’unica retrocessione diretta in Serie A2. In una situazione del genere, gli scontri diretti (alcuni dei quali ancora da disputare) saranno determinanti per decretare il verdetto finale.

Casa/trasferta TORINO PESARO REGGIO EMILIA PISTOIA
TORINO X ? 77-58 86-80
PESARO 102-98 X ? 83-77
REGGIO EMILIA 85-98 108-66 X 82-84
PISTOIA ? 77-81 76-80 X

Un quadro piuttosto intricato che non permette di fare particolari previsioni, anche perché sono tante le squadre e le variabili in gioco in questa super volata finale. L’obiettivo per tutte sarà chiaramente vincere il maggior numero di partite da qui alla fine, nella consapevolezza che anche questo potrebbe non bastare. Proviamo allora ad analizzare come ciascuna delle squadre coinvolte si appresta a disputare il rush finale di stagione.

TORINO

Calendario: PISTOIA, AVELLINO, Cremona, CANTU’, Pesaro

Dopo lo sfacelo post Larry Brown, in un momento delicatissimo, sia sul parquet (5 sconfitte consecutive) che fuori (ancora alla ricerca dei fondi necessari per onorare alcune scadenze), nell’ultimo turno sono arrivati 2 punti fondamentali, oltre che inaspettati, contro Varese. Un’iniezione di fiducia in vista del decisivo scontro diretto di domenica prossima a Pistoia. Con una vittoria, coach Galbiati metterebbe quasi al sicuro la Serie A, confermando quanto di buono aveva fatto anche la passata stagione. Guardando il calendario, è evidente che Torino sarà artefice del suo destino, con due scontri diretti ancora da disputare (Pistoia e Pesaro) e un altro match sulla carta non impossibile a Cantù.

PESARO

Calendario: TRENTO, Sassari, VARESE, Reggio, TORINO

Prima metà campionato troppo bella per essere vera (a cui hanno fatto seguito sole due vittorie nel girone di ritorno), con Pesaro che anche quest’anno si trova immischiata nella lotta salvezza. Il cambio allenatore, con Boniciolli al posto di Leka, dopo l’exploit iniziale, non ha sortito gli effetti sperati, e la batosta di domenica scorsa a Cremona di certo non aiuta. I marchigiani però hanno dalla loro entrambi gli scontri diretti con Pistoia, fattore che alla fine potrebbe dimostrarsi determinante, quasi quanto i due scontri diretti nelle ultime due giornate di campionato.

REGGIO EMILIA

Calendario: TRIESTE, Bologna, VENEZIA, PESARO, Cremona

Tra le quattro, è forse la squadra più in forma del momento, nonostante la sconfitta di domenica scorsa contro Trento. L’arrivo di coach Pillastrini ha ridato fiducia alla squadra, anch’essa profondamente (e più volte) rinnovata rispetto a quella che aveva iniziato la stagione. D’altra parte però, la Reggiana dovrà fare i conti con degli scontri diretti non proprio favorevoli, oltre che con un calendario che, paragonato a quello delle sue dirette avversarie, sembra essere il più difficile.

PISTOIA

Calendario: Torino, TRENTO, Cantù, VARESE, Avellino

Immediato effetto Moretti per Pistoia, che nell’ultimo turno ha clamorosamente espugnato il PalaDozza, dimostrandosi ancora viva. Qualche rimpianto forse per non aver cambiato prima ci potrebbe essere, visto che nell’anno solare è arrivata una sola vittoria sul campo (il 6 gennaio contro Varese), oltre a quella a tavolino contro Milano (che rischia di avere un peso maggiore del previsto). I 2 punti in meno rispetto alle rivali, uniti agli scontri diretti sfavorevoli, la rendono ancora la principale indiziata alla retrocessione. Ma tutto è ancora aperto, soprattutto se i toscani dovessero aggiudicarsi il match contro Torino di domenica prossima.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.