Pre Olimpico 2020: Italia a Belgrado, la “solita” Serbia ostacolo degli azzurri

0
258

Il dado è tratto. L’urna della sede svizzera della FIBA a Mies ha decretato gli 8 mini-gironi da tre squadre che, dal 23 al 28 giugno prossimo, si sfideranno per conquistare gli ultimi quattro pass per l’Olimpiade di Tokyo 2020, e che si aggiungeranno alle già qualificate Giappone (Paese ospitante), Spagna, Argentina, Francia, Australia, USA, Nigeria e Iran. L’Italia è stata inserita nel Gruppo B, le cui partite si terranno a Belgrado, con Portorico e Senegal.

Il girone degli Azzurri risulta non particolarmente ostico. Portorico, già affrontato e battuto (89-94 dts) negli ultimi Mondiali è indubbiamente la selezione più forte delle due. I leader dei centroamericani sono la 35enne ala Renaldo Balkman, attualmente in patria, ma con trascorsi in NBA a Denver e New York, ma soprattutto il playmaker dei Dallas Mavericks JJ Barea, vincitore del titolo NBA nel 2011. Era lui il grande assente della spedizione portoricana in Cina, e rappresenterà un valore aggiunto da non sottovalutare per il preolimpico. L’altra nazione del gruppo B, il Senegal, ha il suo giocatore più rappresentativo nel lungo dei Minnesota Timberwolves Gorgui Dieng. Per il resto, gli Azzurri dovranno controllare la maggiore fisicità della selezione africana, caratteristica che però non dovrebbe impensierire i nostri ragazzi.

Vincere il girone non sarà però sufficiente a partire per Tokyo. Le prime due classificate per ogni raggruppamento si sfideranno infatti in semifinali incrociate, le cui vincenti si giocheranno in finale l’accesso all’Olimpiade. Il girone B dell’Italia dovrà incrociarsi con il girone A di Serbia, Repubblica Dominicana e Nuova Zelanda.

Inutile dire che, se tutto andrà secondo le previsioni, per accedere alla XXXII Olimpiade, l’Italia dovrà provare a battere la Serbia, una formazione che, al completo, è in grado di giocarsela alla pari anche contro i campioni di Stati Uniti e Spagna. Il roster della selezione serba è da paura: i due nomi più altisonanti sono Nikola Jokic e Bogdan Bogdanovic. Il primo, centro da più di una tripla doppia in NBA, è il leader dei Denver Nuggets, un giocatore totale, l’emblema del lungo moderno, con visione di gioco e range di tiro di un esterno: in una parola immarcabile; il secondo è ormai diventato una pedina insostituibile nello scacchiere dei Sacramento Kings, è migliorato stagione dopo stagione, fino a diventare oggi uno dei giocatori europei più forti in assoluto. Ma la banda di coach Kokoskov non si limita a questi due nomi: della spedizione preolimpica faranno verosimilmente parte anche Boban Marjanovic (immarcabile a livello europeo dall’alto dei suoi 224 cm) e Milos Teodosic (che quest’anno sta deliziando i tifosi della Virtus Bologna a suon di giocate decisive), a cui vanno aggiunti i vari Bjelica, Milutinov, ecc, ecc, ecc…

Nikola Jokic – © 2018 NBA.com

Sono davvero pochissime quindi le chance di impensierire i serbi per le altre due del girone. La Repubblica Dominicana è la favorita ad aggiudicarsi il secondo posto (ergo: la più probabile avversaria dell’Italia in semifinale). Cosa può farci paura dei dominicani? Due nomi su tutti: Al Hordord dei Philadelphia 76ersKarl-Anthony Towns dei Minnesota Timberwolves, sono due che non hanno bisogno di presentazioni. La vittima sacrificale del girone dovrebbe essere la Nuova Zelanda del trevigiano Isaac Fotu, formazione che però non dovrà essere sottovalutata viste le prestazioni offerte agli ultimi mondiali in Cina.

Il cammino degli Azzurri verso Tokyo 2020 non sarà affatto semplice. L’ostacolo Serbia sembra insormontabile. L’atteggiamento giusto però è quello di coach Sacchetti: “Passiamo la prima fase, la Semifinale e poi giochiamoci le nostre chance contro la Serbia. È la squadra favorita del nostro Pre Olimpico, e gioca in casa. Ma anche nel 2016 a Torino l’Italia era favorita…”. Mai nulla è scontato: è questa la convinzione alla quale dobbiamo aggrapparci per giocarci fino in fondo le nostre chance di tornare, dopo 16 anni, a disputare un’Olimpiade.

Il programma del Torneo Pre Olimpico di Belgrado

23 giugno
Rep. Dominicana – Serbia
Portorico – Senegal
24 giugno
Serbia – Nuova Zelanda
Senegal – ITALIA
25 giugno
Nuova Zelanda – Rep. Dominicana
ITALIA – Portorico
27 giugno – Semifinali
1a Girone A – 2a Girone B
1a Girone B – 2a Girone A
28 giugno – Finale

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.