Dallas Mavericks: nel 2020 obiettivo playoff

0
695

Dopo una stagione chiusa al penultimo posto della Western Conference con 33 vittorie e 49 sconfitte è già tempo di guardare al futuro in casa Dallas Mavericks. Un futuro che non si baserà più sulla classe di Dirk Nowitzki ma che sembra estremamente roseo grazie alla presenza nel roster di due delle stelle emergenti della Lega: Luka Doncic e Kristaps Porzingis. Accanto a loro andrà costruita attraverso la free agency una squadra in grado di riportare la franchigia texana ai playoff. E il materiale non manca.

Luka Doncic, Dallas Mavs – © 2018 twitter.com/dallasmavs

La pietra miliare su cui i Mavericks costruiranno il proprio sogno di tornare a lottare per i playoff e per il titolo sarà inevitabilmente Luka Doncic. Ritenuto dagli scettici a inizio stagione poco atletico per la Nba, il giovane sloveno ha stupito tutti macinando record su record. Sesto nella storia della Lega a raggiungere i 1000 punti segnati a meno di vent’anni, l’ex Real Madrid è stato il teenager con più triple doppie di sempre alla sua stagione da rookie (sette) e ha chiuso la stagione regolare con 21.2 punti, 7.8 rimbalzi e 6.0 assist di media. Numeri che non si vedevano dai tempi di Michael Jordan e LeBron James. In futuro dovrà migliorare nella percentuale del tiro dalla distanza ma è destinato a dominare il campionato per il prossimo decennio.

Ai Mavericks non sarà solo. Insieme a lui ci sarà “l’unicorno” Kristaps Porzingis, arrivato nel mercato di gennaio insieme a Trey Burke, Courtney Lee e Tim Hardway Jr. in cambio di DeAndre Jordan, Wesley Matthews, Dennis Smith Jr. e due prime scelte future. Sarà lui il secondo violino di Dallas. Prima dell’infortunio che l’ha tenuto fuori per tutta l’ultima stagione, il lettone stava viaggiano a 22.7 punti, 6.6 rimbalzi e 2.4 stoppate a partita con la maglia dei Knicks. Se tornerà sui livelli di New York (e se gli verrà rinnovato il contratto, prospettiva praticamente certa, sempre che lui accetti), i texani rientreranno automaticamente tra le candidate di www.sportpesa.it/scommesse per i playoff 2020. E con ottime prospettive di fare molta strada.

La costruzione dell’asse portante Doncic–Porzingis ha avuto un altro effetto oltre a quello di aver posto le basi per il futuro e aver trasformato la squadra in una candidata alla post-season: quello di aver aumentato l’attrattività agli occhi dei free agent che popoleranno il mercato dopo l’assegnazione dell’Anello. I Mavs hanno sempre goduto di ottima reputazione in Nba e la prospettiva di poter giocare con i due europei ed avere in panchina un coach come Rick Carlisle potrebbe attirare qualche grande nome.

Proprio su questo punterà Mark Cuban sul mercato. Difficile, infatti, che arrivino giocatori pronti subito dal Draft. Dallas ha ceduto le sue scelte di lotteria e pescherà per la prima volta alla numero 39, dove potrebbe puntare i suoi riflettori su un playmaker di riserva (al momento i mock draft fanno il nome di Carsen Edwards di Purdue).

Due gli obiettivi già identificati per rinforzare la squadra: Khris Middleton dei Milwaukee Bucks e Kemba Walker, stella degli Charlotte Hornets. E non manca lo spazio salariale per firmarli entrambi.

Per la prossima stagione i Mavericks hanno solo sette giocatori con il contratto garantito e prima di iniziare a guardare ai nuovi dovranno decidere cosa fare dei contratti in scadenza di Dorian Finey-Smith, Trey Burke e del veterano JJ Barea. Risolti questi nodi, inizierà la corte a Middleton. Scelto col numero 39 nel draft del 2012, l’esterno è esploso in questa stagione da spalla del possibile Mvp Giannis Antetokounmpo, guadagnandosi anche la chiamata per l’All Star Game. Difficile, ma non impossibile, strapparlo ai Bucks che possono comunque offrirgli il massimo salariale.
Più facile la pista che porta a Kemba Walker. Reduce dall’ennesima annata da protagonista (25.6 punti, 4.4 rimbalzi e 5.9 assist a gara), l’esterno ex Connecticut ha fallito anche quest’anno l’accesso ai playoff e potrebbe essere attratto dalle prospettive di crescita di Doncic e compagni. Per portarlo in Texas andrà superata la concorrenza dei Brooklyn Nets, dei Los Angeles Lakers e dei New York Knicks.

Estremamente complicata, seppur molto suggestiva, la prospettiva che a vestire la maglia dei Mavs sia uno dei tre giocatori più ambiti del prossimo mercato: Kevin Durant, Kyrie Irving e Kawhi Leonard.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.